Secondo Voi - The Secret 1 (la nuova miniserie Star Comics)

the secret

Questa settimana la dedico ad un nuovo fumetto italiano pubblicato da Star Comics: The Secret. È uscito il primo numero, intitolato Il fattore Cigno Nero, legato alla miniserie scritta e sceneggiata da Giuseppe Di Bernardo.

Il progetto in totale sarà composto da otto numeri ed alla base ha un plot moderno e legato a tutte quelle verità e falsità storiche che possono essere chiarite solo quando qualcuno trova il coraggio di affrontarle ed esporsi. Dario Gulli, nell'introduzione alla storia, fa un riferimento proprio a Wikileaks, quel canale che cerca di combattere "le versioni ufficiali che ci vengono fornite dai media" per dimostrare che la realtà non è sempre quella che appare ai nostri occhi così come viene costruita da abili manipolatori.

The Secret nasce con l'intento di mostrare realtà forse inesistenti, suggerendo però che non bisogna mai fermarsi all'apparenza, poiché oltre quel velo sottile possono nascondersi situazioni imprevedibili. Non sorprende il fatto che ci troviamo di fronte ad una fiction a fumetti sommersa da riferimenti agli studi di ricercatori come David Icke, Budd Hopkins o Zecharia Sitchin. Per questo gli autori in ogni numero rilasceranno un piccolo omaggio ad importanti studiosi italiani. Nell'albo d'esordio, per esempio, è stata incisa una frase assai suggestiva di Corrado Malanga (docente di chimica organica presso l'Università di Pisa). Ve la riporto, vista la sua intensità e completezza utile ad introdurre l'opera intera: "Non esistono storie fantastiche ma esistono rappresentazioni della realtà. Se la realtà rappresenta un corpo, la fantasia ne costituisce l'ombra".

miniserie Star Comics miniserie Star Comics miniserie Star Comics

Prima di esplorare i contenuti dell'albo preferisco spendere due parole su Emanuela Lupacchino, autrice della copertina. Il suo lavoro non è affatto troppo complicato e il suo stile semplice, forse scontato non cattura pienamente l'attenzione di un lettore. Il disegno non ha uno sfondo dettagliato (sicuramente non era necessario) ed acquisisce punti e visibilità grazie al contributo del colorista Guadagni che ne illumina alcuni particolari rilevanti. Il numero d'esordio avrebbe meritato uno sforzo maggiore. Buono invece il logo, rosso, decorato con simboli di vario genere che sottolineano le tematiche fantascientifiche ed esoteriche. Di Bernardo non perde tempo a spiegare il titolo del primo albo. Già nella prima tavola chiarisce che per Cigno Nero si intende un evento estremo, isolato, inaspettato, dal grande impatto e che può essere spiegato soltanto a posteriori". La prima sequenza di tavole è proprio legata ad un evento tragico che ha cambiato il Mondo radicalmente: l'undici settembre 2011.

Non esisteva esempio più esplicativo per introdurre la storia e l'eleganza narrativa dello sceneggiatore viene esaltata dal suo team di disegnatori (composto da Da Sacco, Statella, Piacentini) che sfornano una tavola in grado di togliere il fiato: l'aereo, guidato dal terrorista, mentre si sta per "posare" su una delle due Torri Gemelle. Il protagonista, Adam, viene introdotto proprio durante l'attentato terroristico, ma la sua storia inizia in realtà all'interno di un centro di ricerca sul cancro, durante una visita medica dove gli viene riscontrato uno strano tumore al cervello che al momento non sembra affatto pericoloso. Cosa ha di affascinante Adam? Prima di tutto ha gli occhi di colore diverso ed in secondo luogo ha nella mente una voce colta e misteriosa che lo tormenta. Adam è forse un uditore in grado di percepire la voce divina o è solo un malato mentale che ha subito le conseguenze di un brutto coma? Di certo c'è che è ben caratterizzato e sin dalle prime battute la sua personalità irruenta ruba la scena.

L'attualità è alla base di The Secret e non stupisce ritrovarsi tra i personaggi secondari il Presidente degli Stati Uniti Obam che, tra le urla di chi sostiene la tesi di una cospirazione occulta dietro il suddetto disastro terroristico, inaugura quel simbolo di speranza che è la Freedom Tower. Il fumetto, nella sua parte iniziale, ha veramente un buon ritmo e la storia scorre fluida, lasciandosi piacere e offrendo piccoli momenti di sottile ironia che alleggeriscono la lettura.

miniserie Star Comics miniserie Star Comics miniserie Star Comics

Per far crescere ulteriormente l'interesse alla lettura lo sceneggiatore colloca in primo piano un paio di eventi esplosivi, in qualche modo collegati e che finiranno ben presto per coinvolgere il protagonista. Da una parte assistiamo alla spettacolare entrata in scena di una ragazza leggermente agitata, dotata di misteriosi poteri e che tiene occupate le forze dell'ordine nel tentativo di sfuggire dalla Nsa (agenzia per la sicurezza nazionale). Dall'altra viene illustrato un terribile omicidio, per mano di un gruppo criminale che costringe la polizia locale a convocare proprio Adam (esiliato a fare intercettazioni telefoniche per i suoi atteggiamenti poco educati con i colleghi). Questi attimi di tensione sono utili per approfondire il lato psicologico dell'uomo e sottolineare alcuni aspetti discutibili della sua personalità. Un protagonista scorbutico è particolarmente simpatico perché non annoia e non è scontato, aggiungendo sale alla trama attraverso ogni singola azione.

miniserie Star Comics miniserie Star Comics miniserie Star Comics

In un fumetto del genere è impossibile non menzionare gli alieni. Gli omicidi avvengono nei crop circle, cioè quei cerchi di grano che tanto hanno stimolato la fantasia dell'ufologia. Non per niente fuori lungo diventa l'introduzione di un certo Travis Rebirth, noto per essere uno dei più attivi sostenitori dell'esistenza dei dischi volanti, guru di una nuova religione che mette gli alieni al posto di Dio.

miniserie Star Comics miniserie Star Comics miniserie Star Comics

Poiché siamo nel bel mezzo di un fumetto basato su un plot fantascientifico e fantasioso, spunta dalla bocca di un personaggio secondari una definizione discutibile, ma attinente ai contenuti dell'opera: "Romanzi, film, l'arte in genere è piena di questi messaggi mandati spesso inconsapevolmente dagli autori... E' come se ci fosse una coscienza superiore che cerca di svelarci la vera natura del mondo attraverso l'immaginazione". Nel bel mezzo della sua ricerca (nel bel mezzo di un cerchio di grano) Adam riesce a raccogliere ottimi indizi per risolvere il caso degli omicidi. E' così che si inizia a parlare di un argomento delicato e forse reale. Esistono forze che governano da tempo il mondo e queste possono essere identificate con diversi nomi: gli Illuminati, sinarchiA, il gruppo, il governo ombra o, ancor meglio, Il cenacolo della salamandra. Il confine tra fantasia e realtà è sottilissimo: è facile al giorno d'oggi trovare per le strade soggetti con idee alquanto bizzarre e che puntano a rubare le scene tramite allarmanti dichiarazioni o rivelazioni paranormali. Di Bernardo ha la simpatica mania di far appassionare il suo pubblico lanciando riferimenti culturali e sociali di ogni genere.

miniserie Star Comics miniserie Star Comics miniserie Star Comics

Leggendo un suo fumetto, per esempio, si finisce per scoprire il significato di simboli vari come il Vesica Piscis, rappresentato da due cerchi che indicano il mondo materiale e quello invisibile che si incontrano. Tutte le varie nozioni vengono rese parti integranti della storia e servono per aggiungere spessore caratteriale ai personaggi. A tutti verrà voglia di farsi un giro allo Space Circus, un luogo di divertimento dove c'è spazio per celebrare produzioni cinematografiche di genere sci-fi o horror. Il protagonista si trascina tra i pagliacci ed incontra la mano ferma di Leonard, un soggetto che prende spunto dal leggendario componente dell'Enterprise, il vulcaniano Spock celebrità unica in Star Trek. Sembra assurdo, ma il Circo diventa la chiave utile per svelare i misteri di quel caos che sta investendo il pianeta. E' delizioso passaggio del racconto dove Adam è spronato a superare se stesso, a sconfiggere il controllo mentale, navigando nella propria coscienza. I riferimenti alla Divina Commedia non sono poi così fuori luogo, visto che in poche tavole si riassume un viaggio metaforico, travagliato e duro per liberare il proprio io da ogni forma di schiavitù. Il finale del primo albo è sorprendente per diverse dinamiche ed illuminante. Chiudere l'albo diventa un'impresa difficile poiché non è facile interrompere così bruscamente una narrazione talmente coinvolgente, lineare, pulita e con tanti elementi di interesse. Il secondo episodio si intitolerà Predatori di Anime e probabilmente sarà ricco di azione, non tralasciando un doveroso approfondimento circa il rapporto di Adam con Soul, la ragazza morta nell'episodio del crollo delle Torri Gemelle. Adesso che si conosce il nemico, ci si prepara ad una guerra impossibile. The Secret è consigliato a tutti coloro che cercano una serie di fantascienza che riesca a sfruttare in maniera ottimale tutti gli elementi del genere, senza risultare scontata o ridicola. Lo sceneggiatore non è affatto "pesante" nel comporre i dialoghi e questo favorisce la creazione di un bel legame spontaneo tra prodotto e lettore.

miniserie Star Comics miniserie Star Comics

Da un punto di vista grafico il lavoro del team artistico (Michela Da Sacco, Daniele Statella e Fabio Piacentini) è soddisfacente. Ci ritroviamo un insieme di tavole realizzate con un tratto moderno ed in grado di rendere scorrevole la lettura. Il team lavora con personalità, eccellendo in alcune sequenze come quella del "viaggio metaforico" dove ben si nota il taglio netto tra realtà ed irrealtà. Le tavole sono sempre caotiche e gli sfondi, pur non essendo particolarmente dettagliati, non sono mai assenti. La sequenza di apertura vince su tutto.

Testata: THE SECRET numero: 1
Dimensioni: 16x21, B, 96 pp, b/n
Autore: Giuseppe Di Bernardo / Michela Da Sacco
Prezzo: € 2.70
Data di Uscita: 23-03-2011

Soul e Adam sono stati divisi dal crollo delle torri gemelle. Soul è morta e Adam no. Soul è stata inghiottita dal cemento e dal metallo fuso, mentre Adam ha cercato di sopravvivere costruendosi una vita sbagliata. Adam non ha smesso un attimo di amarla e, come richiamata dal suo dolore, un giorno Soul è tornata dall’inferno, ricomparendo nello stesso luogo, come se per lei non fosse passato che un attimo. Inizia così il viaggio allucinante di Adam Mack alla ricerca della sua compagna, una strada che lo porterà a scoperchiare il vaso di Pandora e a scoprire l’incredibile esistenza di un governo occulto ed antichissimo che segrega gli esseri umani in una prigione per il corpo e un inferno per l’anima. Creato da Giuseppe Di Bernardo, disegnatore di “Diabolik” e ideatore de “L’Insonne” e “Cornelio,delitti d’autore”, “The Secret” si pregia delle copertine di Emanuela Lupacchino, disegnatrice Marvel, e di una alchimia tra disegnatori esperti come Michela Da Sacco ed esordienti di talento come Rosario Raho.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO