Zagor - compie 50 anni, ma ne dimostra appena la metà

zagor

Correte subito in edicola e portatevi a casa un numero da collezione, l'ultimo della serie regolare di Zagor!

E' proprio questo il tassello dove vengono festeggiati i cinquant’anni del personaggio il cui vero nome è giusto ricordarlo a voce alta, una volta per tutte: Patrick Wilding. Il numero 551 del mensile, intitolato Lo scrigno di Manito, è tutto a colori. Scritto e sceneggiato da Moreno Burattini e disegnato da Gallieno Ferri (creatore grafico), narra una vicenda dove lo “Spirito con la Scure si allea con due prodi guerrieri, per combattere insieme antichi e comuni nemici”. Zagor è una serie in forma, nota anche fuori dall'Italia: il fumetto è tranquillamente recuperabile in Turchia, in Serbia, in Croazia o in Brasile. Sul portale della casa editrice Bonelli viene rilasciata una descrizione molto simpatica dell'eroe: “veste in costume come l'Uomo Mascherato, vola di ramo in ramo come Tarzan, ha sul petto un simbolo vistoso come Superman, difende gli oppressi come Zorro, e vive in un mondo incantato come Conan”.

Il creatore di Zagor, Guido Nolitta (Sergio Bonelli), all'origine cerco di dar vita ad un fumetto che non rientrasse in un unico genere letterario, ma che riuscisse a racchiudere l’avventura, l’horror, il giallo, la fantascienza, fantasy ed umorismo. Questa impostazione ha dato la possibilità a tutti gli autori intervenuti di potersi esprimere con grande originalità, narrando storie sempre diverse ed avvincenti. Ancora oggi Zagor può essere considerato il personaggio più moderno di tutto il parco della Sergio Bonelli, pur uscendo dal giugno 1961, senza pausa alcuna, in edicola. Il disegnatore torinese Giuseppe Prisco, per festeggiare a modo suo il cinquantesimo, ha dichiarato a La Stampa: “Come tutti i disegnatori di Zagor, sono un appassionato zagoriano. Ho passato una buona fetta dell’adolescenza sugli albi del personaggio. Oltre al gusto dell’avventura, ho scoperto sui quei fumetti, la voglia di esprimermi nel disegno”. Tale dichiarazione dimostra la forza di una serie che riesce a riservarsi un posto veramente speciale nel cuore dei suoi lettori.

via | La Stampa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: