Becco Giallo - non solo una casa editrice

nucleare

Da casa editrice di fumetti, Becco Giallo si evolve e lancia un progetto particolare e coraggioso.

“Noi ci mettiamo il becco”. Ecco il nome del loro nuovo progetto online, promosso attraverso un apposito portale: http://main.noicimettiamoilbecco.net/ . Il titolo scelto è stato preso in prestito proprio da quello slogan che da diverso tempo viene accostato a tutte le loro produzioni ed è indirizzato a dichiarare il loro “desiderio di provare ad andare sempre in fondo alle cose, di non fermarsi all’uscita di un nuovo libro ma di provare a incrociare nuovi sguardi, sogni, valori, obiettivi”. L'idea sorge dopo anni di esperienza, con collaborazioni con persone e associazioni di tutti i tipi: Emergency, Peacereporter, COSV, Libera, Medicina Democratica, Amnesty International, Karibu Afrika, Radio Sherwood, associazioni e gruppi informali di persone motivate a “cambiare il mondo”. I fumetti Becco Giallo si sono da sempre distinti per il loro contenuto sempre attento al sociale, ma anche alla storia ed a quei problemi reali delicati e che spesso nessuno osa affrontare. I loro grandi esempi sono il premio Pulitzer Art Spiegelman, i racconti di Joe Sacco e Marjane Satrapi.

Per questo hanno intenzione di cercare nuovi alleati e “provare a dare la mano in un circuito si spera virtuoso di idee e di progetti”. Noi ci mettiamo il becco è un progetto che tenterà di costruire nuovi percorsi condivisi sia di comunicazione sia editoriali. Il portale da poco inaugurato è un luogo virtuale resterà comunque indipendente dalla casa editrice e deve essere considerato come “una bottega da condividere con tutti coloro che hanno voglia di dire e di fare. Di metterci il Becco, prima e dopo ogni tipo di libro”.

  • shares
  • Mail