1975. Un delitto emiliano - un fumetto presentato da Lucio Dalla

dalla

Il giornalista Alberto Guarnieri ed il fumettista Emilio Laguardia si sono uniti per dar vita ad un'opera intitolata 1975. Un delitto emiliano.

Questo fumetto è stato pubblicato dalla casa editrice Odoya ed è chiudo da una sentita postfazione di Luca Telese. Al centro della trama c'è il delitto Alceste Campanile, il militante di Lotta continua, ucciso a 22 anni. La storia è ambientata nel difficile periodo del 1975 e lo si può partecipare anche da elementi decorativi come l'immagine di un Lucio Dalla alle prime armi che canta a Reggio Emilia ed una scena tratta dal film “Novecento” di Bertolucci. E' stato proprio lo stesso cantante a firmare l'introduzione del volume, presentandosi con orgoglio a Bologna al fianco degli autori per la presentazione di questo “1975. Un delitto emiliano”. Alberto Guarnieri ha conosciuto in passato Alceste Campanile ed anche per questo si è impegnato a “raccontare il respiro di un’epoca”.

La presenza di Lucio Dalla nel progetto è giustificata da un particolare curioso e che l'ha segnato profondamente. Infatti 36 anni fa cantò veramente a Reggio, ma la sera dopo l’omicidio e dedicò alla vittima il suo spettacolo. Durante la presentazione del libro Dalla ha commentato quel periodo tanto diverso da oggi: “Rimpiango quell’atteggiamento di chi si metteva a disposizione anche per gli altri, la società era molto più incuriosita rispetto alle diversità delle cose”.


via | Altopascio

  • shares
  • Mail