Snack Time - Stria

Soggetto&Sceneggiatura: Stria è l'ultima fatica di un Gigi Simeoni tutto fare che aveva conquistato tanti applausi per il suo precedente Romanzo a Fumetti Bonelli intitolato Gli occhi e il buio. Questa volta l'artista cambia genere e si diletta a scrivere un vero e proprio horror, dove i protagonisti si ritrovano costretti ad affrontare incubi incontrollabili, forse figli di forze maligne scatenate dall'odio di chi non comprende, isola e maltratta il prossimo. Stria non è solo un semplice racconto; è l'analisi fantasiosa della coscienza di soggetti fragili e vittime del loro passato che ci viene illustrato con una sensata lentezza, a dosi misurate fino all'eccesso. Chiara è la protagonista ed intorno a lei ruotano figure più o meno amiche che negli anni hanno contribuito a trascinare la sua psiche nell'incubo. Simeoni gioca nel nascondere ogni verità nelle sue oltre trecento pagine dove è difficile cogliere nell'immediato la risoluzione di un caso dove mostri e follia giocano un ruolo fondamentale. La lettura parte lenta e per un quinto del volume ci si sente estranei alla vicenda. Superato quello scoglio duro dell'approccio con i personaggi vari ed i loro drammi interiori, si inizia a lasciarsi coinvolgere dalla vicenda in maniera più consistente. La ricerca della verità diventa ossessiva e crescono le aspettative verso una strega fastidiosa ed invadente. Il livello del racconto non è eccelso come il precedente romanzo di Simeoni, ma anche questa prova è riuscita, proprio per il suo riuscire a caratterizzare i personaggi con realismo, creando atmosfere accattivanti. Un finale scontato non toglie punti ad un racconto ben sceneggiato e che tratta l'orrore con freschezza.

Disegni: Come sempre Simeoni si propone come artista completo, che cura i propri fumetti in ogni minimo dettaglio e pretende di partecipare a tutte le fasi di realizzazione. Questa è una grande fortuna per l'utente finale, poiché le tavole sono più che buone e gustose da osservare. Eccellenti i contrasti luci-ombre che caricano l'atmosfera di tensione. Anche la cover fa il suo bell'effetto, pur non chiarendo con scioltezza il tema classico della trama.

Presentazione: Chiara si sveglia nel cuore della notte. È sconvolta e si domanda che cosa, da anni, venga a trovarla ogni notte, facendola piangere e urlare. Fabio è un fotoreporter di guerra che, a bordo di un volo che lo riporta in Italia, incontra Chiara. Basta uno sguardo ed entrambi capiscono che quella non è la prima volta che si vedono. La sensazione di familiarità e affetto tra loro risorge prepotentemente, ma quando si sono conosciuti? Per cercare una risposta a questa domanda e per scoprire le radici degli incubi di Chiara, i due iniziano un viaggio lungo l’Italia e nella memoria. Un viaggio allucinante, spaventoso, che li porterà a scoprire quali mostri si annidano nel loro passato...

Voto: 7 - -

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: