Kamisama Dolls - anime estivi 2011 prima impressione

Kamisama Dolls non è il mio genere di animazione, tuttavia non posso dire che la prima puntata sia stata noiosa. Kyohei Kuga è un ragazzetto normalissimo all'apparenza, scappa dal suo villaggio di origine e decide di andare a studiare a Tokyo. Si capisce bene che c'è qualcosa del suo passato che non lo aggrada, e scopriamo presto di cosa si tratta: viene perseguitato da Aki, uno psicopatico dotato di poteri particolari.

Alcuni abitanti del vecchio villaggio di Kyohei hanno infatti delle Kamisama, ovvero delle specie di macchinari in grado sia di uccidere, che di difendere gli esseri umani: questo a seconda degli individui a cui vanno in mano. La sorellina stessa del giovane ha una Dolls buona, seppur al momento, non incredibilmente potente.

L'animazione ha un certo ritmo, a partire dalla sigla iniziale per giungere ad un crescendo. Buona la suspence e l'azione in tutto l'episodio: non c'è un momento di stop, nulla resta in sospeso. Certo, ripeto, non è il mio genere perchè, elemento facilmente prevedibile, si arriverà ad uno scontro aperto tra buoni e cattivi o, in questo caso, tra "macchinari" schierati dalla parte del bene contro i malvagi. Per chi ama i combattimenti, per tutti coloro che adorano questo genere di azione, questa animazione è caldamente raccomandata.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: