11 settembre 2001 - Rick Veitch svela la grande bugia in un fumetto

big lie

Sta per arrivare un fumetto che lascerà il mondo senza parole!

Rick Veitch (The One, Maximortal e Bratpack) sta per fare il grande passo ed a settembre rilascerà il suo The Big Lie, edito da Image Comics. La miniserie parlerà di quella che l'autore definisce La grande bugia, riferendosi alla storica e bastarda data che sconvolse l'America ed il mondo tutto: 11 settembre 2001. In realtà è stato l'editor Thomas Yeates a lanciare l'idea di trattare argomenti così delicati. Veitch e Gary Erskine sono stati contattati solo in un secondo momento con l'approvazione del publisher della Image Comics Eric Stephenson. -

Yeates, il quale si è assicurato anche il ruolo di copertinista, ha detto: "Per quanto mi riguarda, quello che rende davvero grandi gli USA è la nostra libertà. L'attacco alle torri gemelle è stato sfruttato per approvare il Patriot Act, che ci ha privato di alcune delle nostre libertà più preziose. E' per questo motivo che lo Zio Sam, anche se ferito, lotta per tentare di restituirci quelle libertà" Parole veramente due e coraggiose, che troveranno ulteriore conferma in un fumetto fantastico per la sua impostazione. Veitch, infatti, sfrutta elementi come la macchina del tempo per aggiungere fascino all'opera, non perdendo mai il controllo sui fatti reali. In The Big Lie abbiamo una donna chiamata Sandra nel ruolo di protagonista. Questa, durante l'attentato, ha perso il marito Carl e per questo sfrutterà i viaggi temporali per porre rimedio a tutto e per avvisare il mondo dell'imminente attacco. La fantascienza è un espediente importante per mascherare il vero pensiero di Veitch, artista che ha studiato bene il grande dramma, avendo già prodotto un fumetto sullo stesso tema intitolato Can't Get No. The Big Lie sarà l'occasione di "presentare l'intero macroscopico panorama della politica, della finanza e militare nel quale si sono svolti i fatti".


via | ComixFactory

  • shares
  • Mail