Secondo Voi - il ritorno degli eroi più grandi della Dc Comics

superman e batman

Il mondo non può vivere senza Batman e Superman.

La Dc Comics, dopo un coraggioso esperimento, si è trovata costretta a fare marcia indietro e a riportare sulle scene i due eroi nel ruolo di protagonisti assoluti. Batman era apparentemente defunto, Superman era stato confinato sul nuovo pianeta Krypton a sorvegliare i suoi simili. Entrambi avevano lasciato tra le strade di Gotham e Metropolis un vuoto incolmabile, pur se i loro giovani collaboratori si sono impegnati al massimo pur di sostituire adeguatamente queste figure leggendarie. Il loro esilio non poteva durare per sempre e la casa editrice ha proposto il loro rientro più o meno trionfale quasi contemporaneamente. Planeta DeAgostini ha colto la palla al balzo e nel giro di una settimana ha rilasciato due albi contenenti il “ritorno degli eroi”, due pezzi di assoluto valore: Batman 48 e Superman 50! In questo spazio troverete un commento approfondito a questi due fumetti che costituiscono l'ennesimo punto di svolta della storia della grande casa editrice.

Il fumetto: Nel numero 48 di Batman possiamo leggere l'ultimo capito che Grant Morrison ha preparato per la saga Il ritorno di Bruce Wayne. Questo spillato della Planeta DeAgostini è un albo da conservare per il valore di un ritorno in scena fondamentale per il mondo di tutti i fumetti.

Soggetto&Sceneggiatura: lo scozzese Morrison non scriverà mai un fumetto supereroistico normale. Bisogna farsene una ragione ed affrontare la lettura con uno spirito tutto diverso. Lo storytelling non è poi così lineare e pulito; il mosaico del ritorno raggiunge un apice caotico impressionante in alcune sequenze, non aiutato dal dialogare sempre enigmatico e mai approfondito. Per entrare nel progetto il lettore deve compiere uno sforzo in più, quasi per adattarsi a circostanze che si risolvono nella testa dello sceneggiatore. L'articolo finale, dove viene spiegato con cura ogni passaggio, dovrebbe non esistere. L'unica tavola facilmente assimilabile è quella finale, con Bruce di nuovo sotto i riflettori e pronto a lottare per la sua gente. Si salva la caratterizzazione del suo pimpante ex Robin.

Batman ritornoBatman ritorno Batman ritorno

Disegni: la storia è stata affidata al duo Lee Garbett e Pere Pérez. Le loro tavole non sfigurano confrontandole con la cover semplicissima e quasi anonima di Andy Kubert. Un giudizio un po' negativo, giustificato da una aspettativa esagerata anche dal punto di vista grafico. Sfondi quasi inesistenti nella prima parte dell'albo, non supportati da un tratto di forte personalità. I due autori non offrono disegni in grado di incollarsi nella mente del lettore. La difficile sceneggiatura di certo non semplifica il loro lavoro. A tratti si fanno rispettare: il pipistrello gigante che sfida l'uomo primitivo è il punto più alto della loro collaborazione compatta e che si esalta nelle sequenza più statiche.

Commento finale: assolutamente questo Batman non è tra i migliori lavori di Morrison. La saga del ritorno appare come un tentativo di perdere del tempo con storie brevi, incapaci di offrire emozioni ed attimi di esaltazione. Tutto è troppo difficile per essere un semplice fumetto di Batman, pur se con tanta concentrazione si possono carpire i motivi di un allontanamento forzato.

Voto complessivo: 6 -.

Batman ritorno Batman ritorno Batman ritorno

Il Fumetto: Planeta DeAgostini ha preferito rendere speciale al massimo il cinquantesimo numero della collana italiana di Superman. L'ha fatto inserendo il gran finale della saga che da diversi mesi ha scosso il Dc Universe, minacciato da forze aliene di primo ordine: La guerra dei Supermen! Non solo questo (visto che si tratta di un solo e drammatico episodio), ma una serie di numeri americani per festeggiare uno status quo tutto rinnovato, sorto come risposta naturale a quanto raccontato nella storia di apertura. Un albo esagerato nel numero delle pagine, proposto a quasi sette euro proprio per distinguerlo da tutti i precedenti.

Superman ritorno Superman ritorno Superman ritorno

Soggetto&Sceneggiatura: La prima storia è scritta da James Robinson e Sterling Gates ed è tratta proprio dal quarto numero originale di War of the Supermen. I due scrittori hanno deciso che questo capitolo della vita di Clark Kent non poteva esser chiuso senza una serie incatenata di eventi sconvolgenti. Così è stato! Sfide su più fronti animano una battaglia durissima e simbolica, la quale difficilmente potrà essere dimenticata perché in gioco non c'è solo il predominio di una razza su un'altra. C'è tanto di più da quanto si apprende dalle parole sempre opportune dei protagonisti. I dialoghi sono raffinati e mai fuori luogo. I pensieri dei lottatori vengono suggeriti sugli angoli delle tavole e caricano la vicenda con emozioni vive, forti e mai serene. La sceneggiatura segue uno schema ben preciso che permette una perfetta descrizione dei vari centri di battaglia. La narrazione scorrevole e veloce non ammette cali di attenzione e tutto si trascina con dinamicità verso un finale ovvio perché dovuto. La caratterizzazione di Zod e del padre di Lois è superlativa: entrambi i personaggi esprimono al meglio il loro potenziale e rubano la scena al resto della banda, imponendosi con tutta la forza della loro personalità.

Superman ritorno Superman ritorno Superman ritorno

Il Ritorno è anche il titolo di una seconda storia con cui Robinson tenta di rafforzare la coppia Clark e Lois che, causa nefasti eventi, è stata costretta a trascorrere un lungo periodo a distanza. Tanto sentimentalismo nel loro dialogare alternato a soffici baci. La dichiarazione d'amore nei cieli di Metropolis è il momento chiave di tutto l'albo, poiché l'eroe svela se stesso e quale è il suo vero legame con il nostro mondo. In poche pagine, narrate con sveltezza e senza argomentazioni tediose, la caratterizzazione dei personaggi è vincente.

Superman ritorno Superman ritorno Superman ritorno

J. Michael Straczynski nel Prologo: Lo schiaffo che fece il giro del mondo supera se stesso e dimostra la propria sintonia con un personaggio così grande e difficile da gestire. Lo sceneggiatore lo demolisce e lo fa umiliare da una pazza donna disperata per la morte del marito e lo manda in crisi totale. Nascono attimi di riflessione essenziali che coinvolgono altri eroi come Batman e Flash. Il racconto è delicato, profondo, lascia spazio ad accenni di ironia che non guastano e mette a nudo un eroe potente che purtroppo si sente impotente di fronte ai grandi mali che affliggono l'umanità. Un racconto bello e coinvolgente, che offre una visione a tuttotondo di Superman e che punta dritto al cuore del lettore che rimane trascinato da quel velo di tristezza stampata sul volto indistruttibile di Clark.

Superman ritorno Superman ritorno Superman ritorno

Sul numero 50 di Superman c'è spazio anche per sorridere, dopo un paio di parentesi riflessive. L'opportunità è data da Dan Jurgens che in Geometria torna indietro nel tempo per svelarci un siparietto fantastico con protagonisti il primo Robin, Superman e Batman. Geometria è un racconto semplice e spontaneo, che si consuma in poche pagine ricche di azione. Vincente è la caratterizzazione dei tre, studiati a menadito dall'autore e presentati in un'atmosfera di rilassatezza totale. Superman è forse messo in secondo piano, ma si conquista un posto tutto speciale nella vita dell'aiutante del severo Uomo Pipistrello. Risate ed assurdità anche per l'avventura di un “fan” di Superman qualsiasi, un ragazzo un po' schizzato protagonista del racconto Superman è il mio co-pilota, scritto da Jason Hall. Questo, come il racconto finale On Break di Sean Ryan, è uno dei tanti modi per conoscere l'eroe massimo della Dc Comics attraverso gli occhi della gente comune. On Break, per esempio, è un racconto che potrebbe essere riproposto in maniera più estesa, è una piccola maratona a squadre che lascia parlare la gente normale, pronta a commentare gli eventi quotidiani che riguardano i supereroi. Sean Ryan, dedicando l'ultima tavola alla visione della Terra, valorizza il ruolo di tutti noi!

Disegni: Tante storie nel numero 50, ma solo poche che superano la sufficienza da un punto di vista grafico. Da premiare il contributo di Clayton Henry su On Break: uno stile pulito, preciso, moderno e con uno studio ben preciso alle spalle. Le sue tavole sono fresche e dinamiche e l'unico combattimento tra Superman e Bizzarro è disegnato con maestria tale che vi sembrerà assisterci in diretta. Eddy Barrows (disegnatore della storia scritta da Straczynski) è superlativo e sposa perfettamente la filosofia grafica della Dc degli ultimi anni. L'autore gioca molto nel dotare i personaggi di un'espressività tale da essere compresi anche in sequenze prive di testo. Lo sguardo di Superman riesce costantemente ad emozionare ed a trasmettere le ansie e le paure di un uomo dal cuore immenso. Eddy Barrows, Cafu e Eduardo Pansica raccontano visivamente la battaglia per la sopravvivenza, il finale della guerra dei Supermen. Ovviamente per un racconto epico e di tale portata qualsiasi lettore aspettava dalla Dc Comics un artista di primo ordine, uno dei grandi della scuderia e non tre discreti professionisti che non possono contribuire a rendere memorabile la moltitudine di scene chiave proposte dagli sceneggiatori. Le tavole sono caotiche, stracolme di elementi disturbanti e rappresentate (nella maggior parte dei casi) con uno stile troppo anni '90. Una piccola curiosità: nella penultima tavola la colorazione crea un gioco di luci particolare: il sole ruba a Clark il colore naturale dei capelli, trasformandoli in un castano chiaro disturbante.

Superman ritorno Superman ritorno Superman ritorno

Commento finale: Tante storie e tanta qualità in questo albo da conservare con cura. Due le caratteristiche da tenere in considerazione: la fine di una guerra ed una insistita analisi della personalità dell'eroe. Un buon metodo per offrire a Superman un ciclo tutto nuovo, azzerando con classe un periodo di vita travagliato e restituendogli quel ruolo indispensabile di protettore della Terra.

Voto complessivo: 6/7
Superman ritorno Superman ritorno

SUPERMAN N.50 di James Robinson, Sterling Gates, J. Michael Straczynski, Dan Jurgens, Eddy Barrows, Cafu, Eduardo Pansica, Bernard Chang, Dan Jurgens, Norm Rapmund (Contiene Superman: War of the Supermen 4, Superman 700, Superman 80-Page Giant 1)
16,8x25,7, S, 104 pp, col. € 6,95
NUMERO SPECIALE! Per festeggiare il cinquantesimo mese di pubblicazione, un albo imperdibile con la fine della saga War of the Superman e l’inizio del ciclo scritto da J. Michael Straczynski: un nuovo, sconvolgente inizio per l’Uomo d’Acciaio.

BATMAN N.48 di Grant Morrison, Lee Garbett (Contiene Batman The Return of Bruce Wayne 6)
16,8x25, 7, S, 40 pp, col. € 3,50
Grant Morrison e l’artista di BATGIRL Lee Garbett ci presentano il capitolo finale di questa epica saga attraverso il tempo! Con Bruce Wayne a pochi passi dal suo ritorno alla Gotham del presente, il flusso del tempo potrebbe avere ancora qualche sorpresa in serbo per il Cavaliere Oscuro. Non perdete questo numero, perché è solo l’inizio dello sconvolgente futuro di Batman.

  • shares
  • Mail