Yuruyuri - anime estivi 2011 prima impressione

Yuruyuri dovrebbe essere un'animazione impostata sul suscitare simpatia: non so se è riuscita nell'intento con voi, ma nel mio caso ha provocato esclusivamente una grandissima noia. Le protagoniste sono quattro ragazzine iscritte alle scuole medie: c'è la sbadata, la timida e kawaii, la maniaca e la saggia e forte. Insomma, diciamo che il tutto sa di già visto. Le quattro giovinette hanno occupato la sede del club per la cerimonia del tè e usano il luogo per andare a rilassarsi e chiacchierare.

Sono riuscita a superare verso metà puntata l'istinto di picchiare colei che dovrebbe essere il personaggio principale: una certa Akari, cattivissima copia di Yui di K-on. Una ragazzina svampita, senza carattere, molle e anche dalla vocina fastidiosa. Purtroppo, per quanto mi riguarda, apprezzo il genere kawaii di Mio, ad esempio, ma assolutamente non di questa bimbetta che ad ogni piè sospinto ha bisogno dell'aiuto di qualcuno.

Come target direi che, grazie ad una grafica morbida e piacevole e ai colori tendenti al rosa e improntati alle tinte pastello, può risultare interessante per dei bimbi piccini, anche se temo non coglieranno la parte in cui una delle quattro ragazze fa la maniaca. Peccato, il manga originale Yuruyuri, opera di Namori, non è niente male: non ha dei momenti di stop come l'animazione ed è piuttosto simpatico e scorrevole. Speriamo che anche la parte animata, con l'andare delle puntate, si vivacizzi un po'.

  • shares
  • Mail