Snack Time - Gli Incredibili X-Men 253

Gli Incredibili X-Men 253

Il fumetto: Gli Incredibili X-Men 253 è un tassello fondamentale per la serie: “inizia una nuova era per gli X-Men”.

Soggetto&Sceneggiatura: Finalmente si torna a leggere gli X-Men senza troppi giramenti di testa. Matt Fraction ha riportato l'ordine necessario e le trame godono di una linearità che era mancata negli anni precedenti. Alla base delle storie di questo numero c'è una quantità dosata e giusta di personaggi, non sfruttati in pieno, ma utili per far da contorno ad una vicenda chiave che vuole gli X-Men in un ruolo tutto nuovo, spinti dall'entusiasmo per il “risveglio dei mutanti”. Due sono i veri protagonisti: Hope e Ciclope. La prima ha salvato la razza mutante, riattivandola. Il secondo è sotto giudizio di amici e rivali, per le sue scelte troppo spericolate. Entrambi sono legati dalla figura di Cable (personaggio purtroppo scomparso. Fraction cura tantissimo le pedine chiave di questo suo racconto, dove tenta di abbozzare nuove figure di mutanti, non tralasciando alcune già note come Colosso, Emma Frost, la Bestia e lo stesso Wolverine. Si fa notare uno storytelling fluido dove si alternano tantissimi dialoghi intensi e ricchi di riflessioni. Un punto di partenza ottimale, vista anche l'insistenza di Steve Rogers di premiare pubblicamente Ciclope ed il suo team per lanciare un chiaro segnale di integrazione all'umanità.

Disegni: C'è una squadra di buoni autori che accompagna il dignitoso lavoro di Fraction. Fra tutti spicca l'esperto Whilce Portacio che mette in evidenza la sua evoluzione stilistica, meno graffiante, più pulita ed in sintonia con lo spirito Marvel attuale. I suoi personaggi hanno forme leggermente allungate e la loro espressività è ben accentuata. Talvolta esce fuori dagli schemi, perdendo il controllo di alcune prospettive, caratteristica della sua forte personalità artistica. Ad accompagnarlo in determinate sequenze c'è Steve Sanders e Jamie McKelvie. Il primo, senza troppi sforzi, ci offre una visione tutta particolare, quasi caricaturale, de La Bestia. McKelvie sembra un clone più giovane di Dillon. La cover è disegnata da Terry Dodson che si limita a mettere in mostra alcuni personaggi, tranciandoli con un grossa e rossa X contenente “speranza”.

Scheda: X-MEN 25317x26, S., 80 pp., col.MARVEL ITALIA Un nuovo inizio! La maxisaga mutante dell’anno si è conclusa e gli X-Men piangono i defunti, si leccano le ferite… ma soprattutto possono finalmente guardare al futuro pieni di speranza! In questo albo disegnato dal grande Whilce Portacio e scritto da Matt Fraction, scoprirete quale sia il nuovo status quo degli Uomini-X e chi erano i genitori di Hope. Un nuovo capitolo della storia degli X-Men comincia qui, e non potete assolutamente perderlo!

Commento finale: Un numero che rilancia la testata con positività. Finalmente il gruppo, pur diviso, viene trattato con il giusto rispetto e le storie sono piacevoli e invogliano il lettore ad affrontare le future letture. Non succedeva da tempo...

Voto: 7,5 [Conciliativo]

  • shares
  • Mail