L'ultimo delirio di Grant Morrison - un rito magico per avere una canzone di Lennon

Grant Morrison non è un autore comune.

Lo sceneggiatore ha già dimostrato di essere speciale attraverso le sue opere, rilasciando fumetti di ogni genere, mai scontati, sempre ricchi di elementi originali e contorti. Tanti supereroi celebri hanno ricevuto la sua cura e nella maggior parte dei casi hanno vissuto periodi editoriali felici ed hanno fatto la gioia dei fans. Morrison è diverso e lo dimostra anche attraverso altri atteggiamenti. L'ultima sua bizzarria l'ha combinata in occasione della presentazione del libro Supergods, all'interno della fumetteria Meltdown Comics (Los Angeles). Grant ha chiesto a Gerard Way una chitarra e ha iniziato a cantare una canzone assai particolare. L'autore ha svelato che la canzone gli è stata donata da John Lennon durante un rituale magico (pratica spiegata anche in un numero del suo Invisibles, dove veniva messa in atto dal personaggio King Mob).

Morrison, in un'intervista rilasciata a Rolling Stone, ha spiegato come è riuscito ad ottenere il pezzo musicale: "Ho messo tutti gli album dei Beatles in cerchio, un cerchio magico, ho indossato vestiti come quelli del gruppo, pantaloni attillati, stivaletti Beatle, e ho preso una chitarra Rickenbacker, pensavo in continuazione a Tomorrow Never Knows e l'ho suonata, e ho dato una piccola leccata a un acido, solo per stimolarmi un po'. Fondamentalmente mi è apparsa questa immagine, questa cosa, una specie di John Lennon gigante fatto di musica. Mi ha dato una canzone - è di fatto una canzone di John Lennon."

via | Hof Mystery

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: