Un fumetto storico per il Premio Exodus

Un fumetto per il Premio Exodus
Sergio Ponchione, noto per uno stile che privilegia i temi dell'assurdo e del grottesco, si dedica per una volta a un fumetto di tutt'altro genere. Il racconto in questione, scritto da Andrea Campanella, si intitola Verso la terra promessa e ricostruisce la storia dei primi insediamenti coloniali ebrei in Palestina dopo il secondo conflitto mondiale. Il luogo principale, il centro dell'intera vicenda, è il porto di La Spezia: da lì infatti salparono tra l'estate del 1945 e la primavera del 1948, le tre grandi navi - La Fede, il Fenice e la Exodus - che trasportarono migliaia di profughi ebrei, molti dei quali erano sopravvissuti ai campi di concentramento, verso la terra promessa di Israele, tra mille difficoltà di natura politica, tra cui l'ostilità iniziale della Gran Bretagna al piano dei rifugiati. Per questi motivi ancora oggi in Israele La Spezia è denominata “Schàar Zion”, Porta di Sion.

Il Premio Exodus della città di La Spezia si occupa proprio di conservare e promuovere gli studi che riguardano questi avvenimenti storici e, per allargare il suo raggio d'azione ad altri strumenti di conoscenza e comunicazione che non siano i soliti convegni, ha deciso di commissionare un fumetto storico che ricostruisse quelle vicende, ricche di avventura, dramma e grandi speranze. Sul suo blog Ponchione dà appuntamento a mercoledì 9 alle ore 18.00 al CAMeC - Centro d'Arte Moderna e Contemporanea di La Spezia (P.za Cesare Battisti 1), per la presentazione dell'albo e la mostra delle tavole originali. Di seguito ve ne proponiamo alcune in anteprima.
Un fumetto per il Premio Exodus
Un fumetto per il Premio Exodus
Un fumetto per il Premio Exodus
Un fumetto per il Premio Exodus
Un fumetto per il Premio Exodus

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO