Secondo Voi - Joe The Barbarian di Grant Morrison

Scritto da: -

joe

Recensione di Joe The Barbarian di Grant Morrison.

Prendete Alice nel Paese delle Meraviglie e La storia infinita. Unite i due racconti, spruzzateci sopra un tocco di originalità e poi chiedete a Grant Morrison di tirarci fuori una versione ultra moderna, per proporla ad un pubblico composto dalle nuove generazioni. Su questa base variopinta si sviluppa Joe the Barbarian, fumetto Vertigo edito in Italia da Planeta in una splendida edizione cartonata. Sean Murphy ci introduce in questa magica avventura attraverso una copertina che racchiude tutti gli elementi principali del racconto: Joe, il suo amico topo, i suoi giocattoli ed, alle spalle, un universo non del tutto definito, fatto di una duplice realtà abbozzata, confusa, misteriosa. Da Grant Morrison ci possiamo aspettare di tutto.

La grande avventura di Joe prende il via in una macchina. La madre lo sta accompagnando nei pressi di un cimitero dove avrà luogo la gita scolastica. L’introduzione a rilento e fuori dal contesto in cui verremo sbattuti serve per descrivere la personalità di un ragazzo diverso da tutti, introverso al massimo, con problemi tutti suoi e che in qualche modo contribuiscono a scaraventarlo in un mondo fantastico, reale ed irreale allo stesso momento. La narrazione è ultra veloce e le pagine scorrono con fluidità senza rallentamenti alcuni. L’atmosfera misteriosa della trama accende l’entusiasmo dei più giovani e di coloro che ancora provano emozioni nell’abbandonarsi nel caldo abbraccio del fantastico. La prevedibilità degli eventi narrati non contrasta il piacere della lettura, come solitamente accade quando è facile rappresentarsi ogni svolgimento perdendo ogni interesse ad afferrare il finale.

Joe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant Morrison

I personaggi di contorno restano tali; nonostante lo sforzo a trascinarli in tutti i modi nella vicenda, il riflettori son puntati su pochi. Il tentativo di arricchire la storia con ulteriori elementi risulta forzato e tutti i personaggi di contorno appaiono come un unica massa in movimento che accompagna le vicende di Joe verso una pacifica conclusione.


Gli appassionati di fumetti Dc Comics avranno anche le loro belle soddisfazioni. La presenza, timida per carità, di personaggi come Batman e Superman incoraggia ad andare avanti nella lettura, nella speranza di assistere ad un intervento degli eroi che, comunque, rimangono muti ed al loro posto, pur contribuendo a portare avanti la tremenda battaglia. L’escamotage dei giocattoli con le fattezze di protagonisti noti è geniale, poiché crea una sorta di link sentimentale tra l’opera ed il lettore. Il mancato sfruttamento di queste celebrità passa inosservato, visto che diventa impossibile trascurare un solo istante le azioni del disorientato Joe e della sua banda. Come sempre Grant Morrison si conferma innamorato del regno animale e non è la prima volta che decide di mettere sul palcoscenico un simpatico animaletto. Questa volta nella veste di secondo attore c’è proprio un topolino ed il richiamo all’opera precedente intitolata We3: Nuovo Organismo Ibrido - illustrata da uno strepitoso e futuristico Frank Quitely - diventa naturale. In quell’occasione i protagonisti buoni erano un coniglio, un cane ed un gatto; oggi ci ritroviamo con una cavia da laboratorio, un topolino bianco che è simbolo di riscossa da tutti i punti di vista. Joe, per esempio, insiste varie volte nel sottolineare l’estrema pulizia di questi esserini; l’autore trasforma il tenero giocoliere in una vera macchina da guerra, in un combattente coraggioso e che riscopre in se stesso talenti e forze oscurate da un contesto sociale opprimente. Ovviamente dietro alla figura di Jack il topo c’è tanto di più, a dimostrazione della capacità di Morrison di raccontare una vera fiaba moderna, dove personaggi, ambienti, eventi non sono posizionati a caso, ma risultano essere figure allegoriche alle quali è facili ricondurre determinate realtà.

Joe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant Morrison

I disegni di Sean Murphy sono eleganti, raffinati, utili a descrivere dimensioni irreali con semplicità e naturalezza. L’artista non offre paesaggi incantati, tavole da lasciare a bocca aperta; il suo stile non è armonioso e realistico, ma offre la sensazione di passeggiare su un arcobaleno di colori a pastello che collega la passione del lettore con le idee del team artistico. Murphy in questo modo non crea una frattura pericolosa tra il reale e il sogno, facendo percepire l’incredulità del protagonista sbattuto in due sentieri opposti e vicini.

PARERE CONCLUSIVO

Joe The Barbarian è un fumetto per tutti. Un rilassato Grant Morrison costruisce una storia ambientata in due dimensioni attraverso una visione tutta personale per offrire un pizzico di originalità ad un genere comunque abusato (leggetevi/guardatevi Coraline di Neil Gaiman). Una lettura affascinante che potrebbe soffrire un duro confronto con altri scritti dell’autore di Animal Man. Sarebbe troppo duro considerare questo fumetto un passo indietro per il geniaccio che ci ha abituato ad affrontare letture complesse da un punto di vista interpretativo. L’estrema facilità della storia in questione la rende un buon prodotto commerciale da consigliare a chi predilige tuffarsi in viaggi visionari.

Nota bene: l’opera ha ricevuto una nomination agli Eisner Awards 2011 (i premi fumettistici per eccellenza) nella categoria Best Limited Series/miglior miniserie (premio strappato da Daytripper, by Fábio Moon and Gabriel Bá della Vertigo/DC).

Joe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant Morrison

BIOGRAFIA

Breve biografia di Grant Morrison, estratta dal portale Lucca Comics (nel 2010 era stata annunciata la sua presenza, poi sfortunatamente smentita): “Sceneggiatore polivalente, creativo, geniale, caratterizza il suo stile con una continua sperimentazione e rielaborazione del media Fumetto. Vanta una carriera trentennale nell’universo dei Supereroi e non. Partendo dalle pagine di 2000 AD, è sbarcato dopo poco alla DC Comics legandosi al noto marchio americano e regalando capolavori e riarrangiamenti unici di icone storiche della casa editrice tra cui Batman, Hellblazer, laJLA, The Swamp Thing e Flash. È poi la volta di un’opera di alto livello come The Invisibles, pubblicato da Vertigo. A seguito del divorzio dalla DC, passa alla Marvel Comics (per cui aveva scritto nel 1994 Skrull Kill Krew insieme aMark Millar, miniserie che rientrava nel progetto Marvel Edge) e dà il suo contributo più conosciuto scrivendo un controverso e cupo ciclo per la serie New X-Men. Nel 2005 torna, per due anni alla DC Comics, per cui scrive Sette soldati della vittoria. Nel 2008 esce Final Crisis, disegnata da J. G. Jones, che reimposta le fondamenta dell’universo DC. Negli ultimi due anni sceneggia Batman and Robin, The Return of Bruce Wayne, Joe the Barbarian, Slaves of Mickey Eye.”.

Joe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant MorrisonJoe The Barbarian di Grant Morrison

SCHEDA

Joe The barbarian
Edizione originale: Joe the barbarian 1-8 USA
16,95 €
Testi: Grant Morrison
Disegni: Sean Murphy
Formato: Libro cartonato, 208 pp., a colori.

Grant Morrison, autore di All Star Superman, Batman RIP, Animal Man o Batman: Arkham Asylum, tra le altre opere, propone un´idea originale in una sola spedizione,con una foto di Sean Murphy. In questa storia il protagonista è Joe, un solitario, depresso e isolato dal mondo creato attorno ad un fantasy epico al fine di sfuggire allaroutine quotidiana. Un´allegoria sui giovani e la disconnessione del mondo.

Vi piace Grant Morrison?

Presto Lion Comics rilascerà un volume intitolato Jla: Ultramarine Corps, contenente le sue storie, disegnate da Ed McGuinness, e pubblicate in origine negli albi americani JLA Classified 1-3 e JLA/WildCATS. Un volume dalle seguenti caratteristiche: 16,8×25,7, C, 144 pp, col. € 15,95. E’ sempre un piacere vedere tornare Grant Morrison a gestire la JLA, il team che gli ha dato in passato grandi soddisfazioni. In questa avventura troverete il supergruppo International Ultramarine Corps che viene attaccato da Gorilla Grodd e dalla sua milizia di gorilla guerriglieri. L’incontro, invece, tra JLA ed i WildCats servirà per contrastare i piani del Signore del Tempo!

Vota l'articolo:
3.57 su 5.00 basato su 7 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Secondo Voi - Joe The Barbarian di Grant Morrison

    Posted by: yuston

    veramente bello ve lo consiglio, bellissimi disegni, scorrevole e leggera la narrazione Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Comicsblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.