World Cosplay Summit 2013, vincono due italiani con Mazinkaiser e Il Generale Nero

Un mini-reportage sul World Cosplay Summit 2013 di Nagoya con foto e video delle esibizioni dei vincitori.

Alcuni dei cosplay apparsi al World Cosplay Summit 2013

In gara al World Cosplay Summit 2013, gli italiani Andrea Vesnaver e Massimo Barbera vincono il primo premio grazie ai loro costumi di Mazinkaiser e de Il Generale Nero.

Come ricorderete, la vittoria della gara di cosplay al Romics da il diritto di essere invitati e ovviamente di partecipare al successivo World Cosplay Summit che si tiene ogni anno a Nagoya, in Giappone, dove giungono da ben 20 paesi del mondo, ragazzi pronti a sfidarsi a colpi di costume... playing appunto.

Quest'anno erano ospitati Australia, Brasile, Cina, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Indonesia, Malesia, Messico, Paesi Bassi, Russia, Singapore, Corea del Sud, Spagna, Thailandia, Regno Unito, Stati Uniti e naturalmente Italia e Giappone.

Chissà quanti di voi hanno seguito la finale in diretta streaming e esultato come se giocasse la nazionale di calcio.

Campioni del Mondo

Andrea Vesnaver e Massimo Barbera hanno vinto quindi quest'anno il primo premio grazie alla loro interpretazione di Ankoku Daishogun (E' il nome originale del Generale Nero) e Mazinkaiser da Mazinkaiser: Shito! Ankoku Daishogun (anime visto in Italia con il titolo Mazinkaiser contro il Generale Nero per D/visual). Il duo ha anche conseguito però il premio del produttore ANA e della società di streaming Niconico. Andrea Vesnaver ha dichiarato che per il costume del Generale Nero ci sono voluti 4 anni di preparazione.

I due hanno così eguagliato il risultato della coppia composta da Luca Buzzi e Giancarlo Di Pierro che hanno vinto nel 2010 nei panni di Link e Ganondorf.

In realtà anche le ragazze Giorgia Vecchini, Emilia e Elena Fata Livia e Francesca Dani vinsero nel 2005, ma il regolamento era diverso.

Gli altri premi

Le americane Tiffany Tezna (Starlighthoney) e Cassandra May (Breathlessaire) hanno vinto il premio Livedam per il secondo posto conseguito come Alice e la Regina di Cuori Vivaldi da Heart no Kuni no Alice - Wonderful Wonder World (Alice in Heartland in Italia). La coppia ha vinto anche il Premio Brother per i costumi.

Il premio Bushiroad per il terzo posto è andato a Chittaworn e Pongwat della Thailandia per l'interpretazione di Raiden e Monsoon da Metal Gear Rising: Revengeance.


Tra gli altri vincitori ci sono i coreani Hong e Park che hanno ricevuto il premio AniStar per Zero e Copy X da Rockman Zero. Il premio Joysound è andato invece ai cinesi Chen e Wang come personaggi di Monster Hunter 3G. Anche il Giappone ha vinto un premio, in particolare quello il Cyperous per le migliori parrucche, conseguito dal gruppo Sakuji che impersonavano Dracula e Alucard dal videogioco Castlevania: Symphony of the Night.

Il giurato speciale


Da segnalare quest'anno in giuria la presenza del doppiatore Tohru Furuya che ha prestato la voce (giapponese) a personaggi di culto come Amuro Rey in Gundam, Yamcha in Dragon Ball, Tuxedo Kamen (Milord) in Sailormoon e a Seiya (Pegasus) in Saint Seiya – Cavalieri dello Zodiaco.

Guardando anche lo spettacolo e le foto (se non vi bastano quelle della galleria vi rimando al sito Mantan Web del Mainichi Shimbun che ne ha ben 275 foto), dal lontano 2003 dove erano presenti solo quattro paesi, il WCS ne ha fatto di strada e facendo i complimenti a Andrea Vesnaver e Massimo Barbera a nome di tutta la redazione, esorto i partecipanti della gara di cosplay al prossimo Romics a dare il massimo in modo da far vincere all'Italia anche l'edizione 2014.


Qui la fotogallery completa dei cosplay apparsi al World Cosplay Summit 2013

  • shares
  • +1
  • Mail