E' morto Giuliano Gemma, interpretò Tex Willer al cinema

Ormai lo sapete tutti: nella notte di ieri è morto l'attore Giuliano Gemma, attore italiano reso famoso dal filone degli spaghetti western e volto dell'adattamento cinematografico di Tex.

La dinamica dell'incidente che ha coinvolto l'attore è stata abbastanza violenta: la Toyota Yaris di Giuliano Gemma si è scontrata frontalmente con una BMW di grossa cilindrata nei pressi di Cerveteri e, complice anche l'alta velocità, la potenza dell'impatto ha provocato immediatamente gravissimi danni sia all'attore che agli occupanti della BMW. Trasportato d'urgenza all'ospedale di Civitavecchia, Gemma è arrivato al nosocomio con un arresto cardiaco già in atto e, nonostante gli sforzi dei medici dell'ospedale laziale, per l'attore non c'è più stato nulla da fare. Arrivato alla bella età di settantacinque anni, Gemma ha avuto una carriera costellata di successi e riconoscimenti...e, tra le tante pellicole interpretate da Gemma, ce n'è una in particolare che noi amanti del fumetto ricordiamo molto bene: Tex e il Signore degli Abissi.

Giuliano Gemma: il Tex del grande schermo

Nel 1985, Rai 3 decise di produrre un film dedicato alle avventure di Tex Willer che, nelle intenzioni dei produttori, sarebbe dovuto essere l'episodio pilota di una serie televisiva dedicata al personaggio di Gian Luigi Bonelli. Giuliano Gemma venne scelto dal regista Duccio Tessari per interpretare il personaggio bonelliano che, in Tex e il Signore degli Abissi, avrebbe dovuto recitare quel che succede negli albi dal 101 al 103 della testata. Per la precisione, l'albo Il Signore degli Abissi è il 103 della serie, che va a concludere i fatti narrati nel 101 (El Morisco) e il 102 (Sierra Encantada). Gli albi in questione sono stati scritti da Gian Luigi Bonelli che, nel film in questione, partecipò in veste di attore/narratore. Per interpretare El Morisco venne scelto l'attore e scrittore polacco Peter Berling, mentre nei panni dei pard di Tex furono scritturati William Berger (Kit Carson) e Carlo Mucari (Tiger Jack).

Il film si rivelò un vero e proprio flop, e parte delle colpe furono riversate sulla scelta di far interpretare Tex proprio a Gemma, giudicato fisicamente inadatto per interpretare i panni del ranger bonelliano. Non furono apprezzati neanche gli sforzi di Tessari che, con l'uso massiccio di sequenze statiche, aveva provato a dare alla pellicola un taglio decisamente "fumettoso". Scarsissimi anche gli effetti speciali e l'azione, che in un fumetto come Tex è sempre presente, fu ridotta davvero ai minimi termini.

Un Tex non molto amato...

Le critiche dei fan dell'epoca furono feroci, e persino Gian Luigi Bonelli dichiarò che il film non era all'altezza delle aspettative. Insomma: fu un fallimento su tutta la linea e, come abbiamo detto, a farne le spese fu proprio Giuliano Gemma. Credo però che le critiche, seppur giuste, non siano da riversare interamente su Gemma perché, e chi ha visto il film lo sa, era l'impianto stesso della pellicola ad essere completamente sbagliato. Certo, Gemma non aveva il "Physique Du Role" necessario per interpretare un personaggio ben delineato come il grande Tex, ma trovatemi un solo attore italiano degli anni ottanta che sarebbe riuscito a risultare credibile nel ruolo del ranger texano!

Sicuramente Tex e il Signore degli Abissi non è stato un dei film più fortunati di Gemma, ma ci ha dato la possibilità di poter parlare dell'attore e di una pellicola troppo spesso dimenticata. Certo, il prodotto non era un granché, ma bisogna comunque apprezzare lo sforzo della Rai che, all'epoca, aveva comunque provato a portare un personaggio come Tex sul grande e sul piccolo schermo. E nonostante le tante critiche, l'interpretazione di Gemma era, a mio modo di vedere, abbastanza aderente al personaggio in questione.

Ovviamente, a nome della redazione di Comicsblog, il sottoscritto ci tiene a porgere le condoglianze alla famiglia Gemma.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail