New York Comic-con 2013, il panel di Batman svela il ritorno di Stephanie Brown

C'è stato grande fermento al New York Comic-con 2013 per il panel di Batman, soprattutto quando è stato rivelato il grande ritorno di Stephanie Brown.

Stephanie Brown Batman

Il panel della DC Comics dedicato a Batman ha tenuto banco al New York Comic-con 2013. Fra l'altro erano presenti lo scrittore Scott Snyder e l'artista Greg Capullo d Batman, ma anche Marc Andreyko di Talon e Red Hood and the Outlaws, Kyle Higgins di Nightwing, Ann Nocenti di Catwoman, John Layman di Detective Comics e Peter Tomasi di Batman e... ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa è stato rivelato.

Scott Snyder parla di Batman # 24 e di Zero Year

Doverosamente il panel si apre con Scott Snyder che ringrazia i fan, soprattutto per il loro supporto nello svolgimento di Zero Year: è la sua opera preferita finora. Lo scrittore trova anche il tempo per ricordare a tutti le origini di Zero Year. In pratica la DC gli chiese di scrivere una nuova origina, visto che la pubblicazione di Year One era discontinua. All'inizio Snyder cercò di conservare quanti più elementi possibili di Year One, ma si rese ben presto conto che così la storia non funzionava e che lui e Capullo avrebbero dovuto creare una loro storia, tutta originale. Capullo ha poi sottolineato l'impegno che stanno profondendo in questo lavoro, tanto che la moglie sta impazzendo a causa dei suoi orari di lavoro, minimo 12 ore al giorno.

Si passa poi a parlare del ruolo dell'Enigmista nella fase attuale di Zero Year, ciclo che ha il nome di Dark City: "E' una sfida verso la città, deve diventare intelligente come lui. Se non ce la farà, la città morirà". E ha continuato ripetendo le medesime osservazioni fatte nel precedente panel All Access: prossimamente vedremo la rivisitazione di un vecchio furfante, ma non è ancora stato rivelato il nome.

In Zero Year vedremo anche una nuova dimensione del rapporto Gordon/Bruce Wayne: il loro rapporto avrà un diverso fondamento, ma sarà ancora più forte. Snyder ha poi ribadito che tutta la saga di Zero Year è come una lunghissima lettera d'amore verso Batman, testimonianza del loro affetto per questo personaggio e per questo sono tutti entusiasti di lavorare a questa nuova origine.

Rullo di tamburi: torna Stephanie Brown

Ma come si è finiti a parlare del ritorno di Stephanie Brown? Semplice, prima dell'inizio della sessione di domande e risposte, ecco che un fan ha deciso di chiedere a Cunningham se e quando i personaggi di Stephanie Brown o di Cassandra Cain faranno ritorno. Questa è stata l'occasione ideale per Snyder per fare la sua grande rivelazione: ben sapendo quando ai ragazzi piaccia il personaggi di Stephanie Brown, ecco che sono tutti orgogliosi di annunciare il suo ritorno, oltretutto in una nuova serie settimanale dal titolo Batman: Eternal.

L'autore ha poi ritenuto opportuno spiegare un paio di cosette. Prima di tutto nessuno ha mai cercato di accantonare il personaggio di Stephanie Brown, semplicemente alla DC Comics stavano cercando il momento giusto per reintrodurla nell'universo di Batman. Pare che sia stata di Tynion l'idea di reintrodurla e dovrebbe arrivare nel numero 3 della serie.

Svelati dettagli su altri personaggi

Finito lo spoiler del ritorno di Stephanie Brown, tocca a Tomasi parlare del nuovo personaggio Erin McKillen e della storia di Batman and Two-Face. Tomasi si sta ponendo alcuni interessanti interrogativi in merito, del calibro di "Come fa Harvey Dent a dormire con un occhio sempre aperto?". Personalmente ritengo che usi una mascherina da notte, tipo quelle che ti danno in aereo, ma è una mia opinione che nulla c'entra con il panel. Tornando seri, Tomasi ha spiegato che sta cercando di esplorare a fondo la dualità di tutti i Bat-personaggi e ha trovato anche il tempo di elogiare il lavoro del disegnatore Patrick Gleason, secondo lui sottovalutato.

Layman ha poi parlato di Detective Comics # 24, sostenendo che sia stato creato in stile Michael Bay e Roland Emmerich, mentre il numero 25 di novembre sarà decisamente Gordon-centrico. Andreyko, dal canto suo, ha riferito di aver appena terminato in Year Zero la questione di Batwoman, mostrando finalmente il germoglio della donna che alla fine diventerà Batwoman. E ha parlato anche di reintrodurre dal numero 26 un tradizionale Bat-cattivo, ma non ha svelato il nome.

Higgins ha parlato del suo Nightwing, definendolo una sorta di fiaba urban fantasy moderna, dove i vicoli bui di Gotham City diventano paradigma di una foresta incantata. Nocenti ha accennato brevemento al suo lavoro sulla figlia del Joker, ha poi lodato il lavoro del disegnatore Rafa Sandoval e infine ha parlato di una recentissima svolta di Catwoman: l'autore voleva dare a Catwoman un gatto a tutti i costi ed è stato un lavoro emozionante capire quale tipo di gatto avrebbe avuto.

Torna poi a parlare Snyder, il quale spiega che la serie Batman: Eternal è il posto giusto per tutto ciò che accade nel presente e che cambia le regole del gioco, mentre la serie principale di Batman è ancora ancorata nel passato di Zero Year. Tynion ha svelato di essere arrivato alla fase finale della lunga storia che abbiamo letto in Red Hood and the Outlaws, nel numero # 24 tutti i nodi dovrebbero venire al pettine. Inoltre ha poi confidato che in Talon, Calvin Rose incontrerà Batman, ma non si tratterà certo di un incontro dei più amichevoli.

Via | Comicbookresources

  • shares
  • Mail