Sondaggio - Eroi etero che si riscoprono gay. Un grave errore?

gay

Buona, molto buona l'iniziativa scelta dalla Marvel Comics di portare sull'altare due personaggi omosessuali del suo universo narrativo.

I fumetti devono essere lo specchio quasi esatto della società per avere un giusto appeal, quindi calza a pennello il matrimonio tra Northstar e il suo fidanzato Kyle Jinadu. Cliccate qui per leggere l'articolo d'approfondimento "USA - Marvel Comics: gli X-Men stanno per celebrare il primo matrimonio gay della casa editrice!". La Marvel Comics ha deciso di dare rilevanza ad uno dei suoi personaggi omosessuali più popolari. Jean-Paul Beaubier, è un personaggio dei fumetti creato da Chris Claremont (testi) e John Byrne (disegni) ed è apparso per la prima volta nel 1979. Molti se lo ricordano perché è tra i membri fondatori del supergruppo canadese Alpha Flight. Probabilmente i suoi creatori non lo avevano immaginato come un eroe gay, ma sin da subito il pubblico ha avuto forti sospetti visto come era descritto dagli sceneggiatori che lo descrivevano come un ragazzo sensibile, ma con un comportamento conflittuale ed irascibile. Insomma, si faceva di tutto per dimostrare che Northstar sin da subito ha vissuto coltivando il desiderio di dichiarare ai suoi cari la sua sessualità.

Oggi la Dc Comics, dopo aver appreso del passo avanti della concorrenza, ha annunciato che ha intenzione di intraprendere un percorso simile, provando a shockare il pubblico con qualcosa di diverso ed inaspettato: rivelare che un eroe importante e storico è gay! Quindi aspettiamoci nel nuovo universo Dc un personaggio noto ed etero essere presentato come omosessuale. Vada bene il reboot, ma stravolgere l'identità di un soggetto radicalmente non è pericoloso ed ingiusto? Sarebbe stato meglio costruire un personaggio gay da zero e tentare il tutto e per tutto per renderlo famoso (inserendolo in un gruppo come la Justice League). Se un eroe è stato amato dai fan per decine e decine di anni, forse non verrà mai accettata una tale svolta. Questa non accettazione non dovrebbe essere vista come un atteggiamento di omofobia, ma come una semplice delusione per aver toccato quello che c'è di più caro nei personaggi: l'idea originale. Abbattere la continuity non dovrebbe assolutamente intaccare il dna di un supereroe. Trasformare un "da sempre etero" in un "nuovo gay" è una forzatura evitabile e diseducativa. Care case editrici, ben vengano i nuovi protagonisti dei fumetti omosessuali, ma non toccate più di tanto il passato!

EDIT: mi rendo conto che un essere umano può scoprirsi omosessuale quando gli pare e piace. Il diseducativo è riferito semplicemente al fatto che la casa editrice Dc Comics vuole giocare con la sessualità di un personaggio per un fine speculativo in risposta ad una trovata buona ed intelligente della concorrenza. Mi scuso con chi si è sentito offeso, ma ribadisco che è un fraintendimento e lo si evince dai toni e dai contenuti dell'articolo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 100 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO