One Piece, spoiler capitolo 733

Ottimo capitolo questo 733 di One Piece! Eiichiro Oda è lanciatissimo e, con questa nuova uscita settimanale, l'autore giapponese ci regala delle pagine pregne d'azione e avventura...proprio le cose che ricerchiamo noi lettori di One Piece!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 732 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 733.

Riassunto e spoiler capitolo 732 (link)

Spoiler capitolo 733

Rebecca sta combattendo spendendo tutta se stessa nell'arena e, come sempre, la gente di Dressrosa prega che l'avversario di turno riesca a far fuori la ragazza. Questa volta Rebecca sta per affrontare Suleiman, eroe della battaglia navale di Diaz che è stato esiliato dal suo paese d'origine per dei crimini commessi durante la guerra. Ora Suleiman è diventato un assassino per conto della malavita e, stagliatosi come un fantasma al centro dell'arena, l'uomo chiede a Rebecca come fa a vivere in una nazione che la odia. La ragazza risponde dicendo che non le importa nulla se tutti la odiano, perché l'unica cosa che vuole è vivere insieme a Soldatino-san!

L'annunciatore di Colosseo Arena ci avvisa che sono rimasti solo trenta partecipanti alla Battle Royale del Blocco D, tra cui spiccano Orlumbus (Grandammiraglio della flotta di Yondamaria, che con la sua frusta ha fatto fuori il leone combattende Agyo), Cavendish, il piromane Damask e lo sciamano Mummy. Rebecca sa che deve affrontare degli avversari temibili e, in cuor suo, la ragazza spera che Soldatino-san riesca a sopravvivere per poter tornare a vivere insieme a lui...

Intanto, nei sotterranei di Dressrosa, Usopp viene a sapere dagli abitanti del regno di Tontatta che Soldatino-san non prenderà parte alla missione perché, quando loro avrann confermato che il piano denominato SOP (quello che prevede lo svenimento di Sugar) sarà andato a buon fine, il giocattolo avrà il delicatissimo compito di approfittare del caos generatosi dal ritorno dei balocchi nella loro forma umana per sparare a Doflamingo! La situazione è abbastanza incasinata anche perché, a sentire i piccoli uomini, loro sperano che sia Usopp a portarli dritti dritti da Sugar...cosa che il "prode eroe Usoland" non aveva considerato! I piccoli uomini fanno vedere ad Usopp e a Robin una mappa dei sotterranei, dove sono evidenziati tutti i punti di maggior rilievo: la torre dove sti trovano Trebol e Sugar è al centro di un'area concentrica, che può essere raggiunta attraversando quattro ponti mobili. Scopriamo inoltre che la Fabbrica di Smile è situata alla parte opposta di dove si trovano Usopp e Robin adesso quindi, essendo praticamente sotto al Palazzo Reale, Franky è adesso molto distante da loro. Attirati dal parlottare di Usopp e degli abitanti del regno di Tontatta, due uomini riescono ad individuare il gruppetto di ribelli, spaventando a morte il "prode Usoland". I piccoli uomini, sapendo di non esser stati visti, usano la loro tecnica di "svestizione istantanea degli umani" per spogliare i due uomini che, distratti, non si accorgono che due nani sono praticamente sopra di loro. Questi, con una tecnica molto efficace, riescono a storidire i nemici con un attacco dall'alto, lasciando Usopp e Robin a bocca aperta!

I piccoli uomini porgono a Usopp e Robin i vestiti dei due malcapitati criminali, in modo che questi possano confondersi con i lavoratori del porto sotterraneo. Usopp è impressionato dalla forza degli abitanti del regno di Tontatta e, incuriosito, questo chiede agli abitanti del regno di Tontatta se sono tutti così bravi a menare le mani. Questi rispondono dicendo che sono tutti più o meno forti, ma sono nulla in confronto ai discendenti di Noland che, secondo la leggenda (falsa, ovviamente), è stato in grado di domare i Re del Mare. Usopp è rassicurato dalla forza dei piccoli uomini e, approfittando della situazione, il cecchino pensa che sfruttando le abilità combattive dei nani potrebbe tranquillamente svolgere la missione senza alzare un dito. Questa cosa lo incoraggia e, preso il comando, Usopp si propone di guidare i piccoli uomini alla torre QG, dove andranno a combattere contro Sugar e Trebol!

Nello spazio tra il Palazzo Reale e la Casa Giocattolo, gli uomini di Doflamingo vengono mandati in forze per fermare l'avanzata di Franky che, a quanto pare, sta già combattendo contro Señor Pink. Anche Soldatino-san si trova li e, sentendo i discorsi degli uomini, questo capisce subito che il cyborg dei Mugiwara sta già dando filo da torcere agli uomini di Doflamingo. Ora che tutti gli uomini stanno andando verso l'ascensore, per Soldatino-san le cose si mettono male perché, se rimarrà li insieme al piccolo gruppetto di abitanti del regno di Tontatta che si è portato appresso, non riuscirà mai ad arrivare in tempo da Doflamingo. Quindi, con una mossa a sorpresa, Soldatino-san esce da una cassa trasportata da un giocattolo per combattere contro gli uomini di Doflamingo, con la speranza di poter dirottare l'ascensore! Soldatino-san è velocissimo e, senza sparare un colpo, riesce ad abbattere molti uomini usando il suo fucile come una mazza, proprio come faceva quando cercava di insegnare a Rebecca a difendersi. Ed è proprio a Rebecca che Soldatino-san sta pensando anche perché, come disse alla bambina tempo fa, lui è solo un giocattolo...e i giocattoli, prima o poi, si rompono!

Soldatino-san sta combattendo con tutte le sue forze e, mentre si muove, si sentono forti gli scricchiolii delle sue giunture: il tempo è passato anche per quel vecchio giocattolo, e la ruggine e le intemperie hanno debilitato molto la funzionalità del valoroso combattente e padre di Rebecca. Gli uomini di Doflamingo non capiscono come mai Soldatino-san stia combattendo con così tanto ardore e, quando chiedono a questo cosa vuole, il giocattolo risponde dicendo che vuole un paese dove sua figlia possa vivere in pace...un paese governato da Re Riku!

Intanto, durante la fase finale della Battle Royale del Blocco D, è successo qualcosa di davvero inspiegabile: tutti i combattenti (e a quanto pare anche Rebecca) sono stati sconfitti in un attimo e ora, dalla nebbia, sembra emergere un personaggio di cui il commentatore del Colosseo Arena sembra aver sentito parlare. Ma chi è questo misterioso personaggio? E come ha fatto a sconfiggere tutti in un colpo solo?

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail