I Dragoni atomici di Fukushima, arriva l’edizione italiana del fumetto di Yuka Nishioka che condanna il nucleare

Dopo tre anni dalla tragedia arriva in Italia il manga di Yuka Nishioka intitolato I Dragoni atomici di Fukushima, opera realizzata per lottare contro il nucleare.

I giapponesi hanno conosciuto in prima persona la potenza negativa delle bombe e dell'energia nucleare.

Siamo giunti nel terzo anniversario del disastro di Fukushima, un evento che ha fatto riflettere tutto il mondo sull'uso del nucleare, e che ancora oggi è oggetto di discussione. Si sono moltiplicate le iniziative di sensibilizzazione sui temi del rischio nucleare anche nel nostro settore, per questo il Centro di documentazione Semi sotto la neve e l'associazione culturale Altrinformazione hanno voluto produrre l’edizione italiana del manga di Yuka Nishioka I Dragoni atomici di Fukushima, creato proprio per dare un'ulteriore scossa emotiva al mondo.

Questo volume a fumetti verrà rilasciato in un'edizione di qualità a tiratura limitata. Grazie al sistema crowdfunding (qui per partecipare) verranno raccolte le quote di sottoscrizione, che potranno essere versate da oggi 11 marzo (anniversario del disastro nucleare di Fukushima) fino al 26 aprile (anniversario del disastro nucleare di Chernobyl).

I dragoni atomici di Fukushima non è un libro qualsiasi, poiché realizzato con la supervisione scientifica del fisico giapponese Yuukou FUJITA. Il volume elenca in modo chiaro e completo quali sono i rischi legati all'energia atomica e lo fa attraverso il racconto delle vicende di uno scienziato e di una ragazzina delle elementari.

I mostri creati dall'uomo per divorare il mondo

Redazione Mamma!

Yuka Nishioka, nel presentare il suo lavoro, si è soffermato a descrivere in maniera quasi metaforica quel mostro chiamato nucleare:

"I dragoni, animali favolosi e sacri che governano il vento, la nuvola, la pioggia, il tuono e fulmine, si trasformano in bestie demoniache attraverso la tecnologia occidentale. I dragoni atomici, l'incarnazione dell'energia nucleare che non possiamo controllare, resteranno ancora nella nostra vita futura sotto forma di armi e centrali atomiche? Se non ci interroghiamo seriamente a partire da ora sulla civiltà contemporanea e sul nostro modo di vivere, e se non fermiamo subito ciò che va fermato, i dragoni atomici distruggeranno il futuro e la Natura che abbiamo il dovere di lasciare ai posteri"

All'interno dell'edizione italiana troverete una postfazione di Susumu Nishiyama, uno degli "Hibakusha" sopravvissuti al bombardamento atomico su Nagasaki e che ha subito gli atroci effetti delle radiazioni. Non è la prima volta che Altrinformazione e Semi sotto la neve collaborano: è loro l'edizione italiana del manga di Rokuro Haku "No alla guerra, no al nucleare.

Per altre informazioni, cliccate qui per accedere alla pagina ufficiale dedicata al libro "I Dragoni Atomici di Fukushima", mentre qui alla pagina Facebook del progetto. L'opera ci è stata presentata da Redazione Mamma!

  • shares
  • Mail