Snack Time - John Doe n.20

Scritto da: -

Leggo prevalentemente fumetti supereroistici e per questo John Doe n.20 - Flettendo i muscoli mi ha conquistato dalla prima all’ultima pagina.

La serie John Doe (pubblicata da Editoriale Aurea) sta per concludersi, allora - mi rivolgo agli autori - perché non lanciare una nuova serie di supereroi partendo proprio da quanto scritto nell’albo in questione? John Doe ha ben assorbito tutte quelle caratteristiche proprie di personaggi dei comics celebri, riscoprendosi una figura ideale per vivere di luce propria sotto una veste (costume) tutta nuova. Mauro Uzzeo e Roberto Recchioni hanno sceneggiato una storia che è da considerarsi uno dei più grandi omaggi al regno dei comics. Omaggi su omaggi reggono una storia che, pur prendendo in prestito elementi partoriti da menti illuminate, funziona a meraviglia, affascina e ti cattura fino all’ultima fondamentale pagina dedicata a “tutti quelli che ogni volta si rialzano e continuano a provarci, nonostante tutto”. Roberto e Mauro, con grande rispetto, hanno dichiarato amore a chi ha contribuito all’esistenza di John Doe e a chi ha scritto le più belle pagine di storia del fumetto statunitense. Tra le immagini sono nascosti riferimenti alle migliori avventure di Batman, a Spider-Man, a Watchmen e, persino, a Rat-Man (il più grande supereroe italiano). John è presentato come un Bruce Wayne che ha rinunciato al suo eroismo, sconfitto interiormente dai lati negativi dell’eroismo. Il suo messaggio, vivo come non mai, finisce per investire in pieno un nuovo coraggioso, giovane e simpatico comprimario, deciso a tutto pur di inaugurare una nuova eta dell’oro, per mettere fine al male supremo riconosciuto nella figura di Negazione. Concludere la lettura sapendo di non poter rivivere in alcun modo le atmosfere e i personaggi modellati per “Flettendo i muscoli” è l’unico aspetto cupo rilevabile. Buonissimo è il contributo grafico di Federico Rossi Edrighi che offre una visione fresca, giocosa, dinamica e tutta personale del genere supereroistico, interpretando con professionalità i riferimenti “letterari” agli idoli di tutte generazioni (la chiusura alla Frank Miller è esaltante!). Un sentito grazie agli autori, incluso a Davide De Cubellis per una copertina in grado di farti sentire sulla pelle il vento violento di una città affidata al cuore del perfetto eroe.

Voto: 4,5/5

Vota l'articolo:
3.83 su 5.00 basato su 24 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Comicsblog.it fa parte del Canale Blogo Lifestyle ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.