San Diego Comic-con 2014, Quentin Tarantino festeggia i dieci anni della Dynamite Entertainment!

Che cosa ci fa una leggenda vivente del cinema contemporaneo come Quentin Tarantino alla conferenza della Dynamite Entertainment? Semplice: festeggia con loro i 10 anni di nascita della casa editrice americana!

Nick Barrucci e Joseph Rybrandt sono riusciti a portare il regista Quentin Tarantino al panel celebrativo dei dieci anni di attività della Dynamite Entertainment che, durante il San Diego Comic-con 2014, ha ben pensato di festeggiare il suo compleanno invitando qui una delle personalità più amate/odiate del panorama cinematografico mondiale. Sfruttando il crossover tra Django e Zorro, gli editor della Dynamite sono qui riusciti a dare un senso alla presenza di Tarantino che, insieme a Reginald Hudlin, Matt Wagner e Alan Kistler (senza dimenticare Barrucci e Rybrandt), ha parlato del fumetto e di cosa andranno a leggere i lettori da qui a breve. Il primo a prendere la parola è Barrucci che, oltre a ricordare il decimo anniversario della Dynamite, si dice veramente orgoglioso d'essere l'editore del primo sequel a fumetti di un film di Quentin Tarantino. Gli fa eco Hudlin che, interpellato da Kistler, dice che è stato proprio Barrucci ad avallare il progetto di Django/Zorro, ed in maniera abbastanza entusiastica e quasi euforica: informato l'editore dell'idea, Hudlin non avrebbe mai immaginato che Barrucci avesse alzato la cornetta e chiamato Tarantino per informarlo di quello che l'autore pensava essere un progetto come tutti gli altri! Tocca quindi a Tarantino che, informato da Barrucci in merito all'idea di Hudlin di far incontrare Zorro e Django, s'è subito dimostrato entusiasta della cosa...insomma, per uno come lui, far incontrare il più grande eroe messicano e uno dei nuovi eroi del "Black Western" americano è sicuramente un'idea originale ed inaspettata!

Insieme per la Dynamite: Django e Zorro alla riscossa!

Dynamite 10th Anniversary Panel - Comic-Con International 2014

Quando Wagner ha incontrato Tarantino, questo pensava che essendo stato tirato in ballo dal regista (che voleva a tutti i costi lavorare insieme all'autore di Zorro), i due avrebbero sicuramente avuto degli scontri in merito a come far andare avanti il progetto. Ma Tarantino si è dimostrato sin da subito aperto e disponibile e Wagner, contento della cosa, ha capito che la collaborazione con il regista americano avrebbe portato a grandi cose. Lo stesso Tarantino, per avere un quadro generale di come avrebbe voluto che il fumetto fosse strutturato, ha chiesto a Wagner di guardare con lui tutti i film dedicati a Zorro e, dopo questa "full-immersion", il regista ha capito che il seguito di Django sarebbe dovuto essere solo ed esclusivamente a fumetti. Fumetti che piacciono davvero tanto a Tarantino: stando alle parole di Hudlin, dopo aver passato due anni in compagnia con l'autore aveva pensato che, finita la collaborazione, sia lui che Tarantino sarebbero tornati alle loro vite come se nulla fosse accaduto. Invece Tarantino sembra così preso dalla cosa che, dopo aver realizzato il fumetto, questo ha chiamato Hudlin per poter leggere insieme a lui quanto avevano realizzato, proprio come se fossero due amici che s'erano dati appuntamento per leggere un po' di fumetti in santa pace!

E come hanno risolto gli autori il problema delle differenze di timeline tra Zorro e Django? Tarantino voleva che Zorro fosse più vecchio di Django (cosa che, a livello temporale, dovrebbe essere assolutamente naturale) e questo, unito al fatto che il pistolero di colore avrà un approccio molto più personale alle vicende, renderà la cosa quasi al limite della commedia. Conoscendo Tarantino, sono sicuro che l'humor verterà appunto sull'età di Zorro, ma questo è solo un aspetto secondario, una specie di "zuccherino" in mezzo ad un mare di sangue amaro! Certo, anche Django non sarà giovanissimo, ma questo non impedirà di sicuro ai due di fare danni...anzi!

Spero davvero che il crossover Django/Zorro arrivi anche in Italia e che, ad una possibile presentazione italiana del fumetto, ci sia anche quel geniaccio di Quentin Tarantino che qui, in quel del San Diego Comic-con 2014, ha dimostrato tutta la sua professionalità e la sua carica umana.

via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail