Morto Stan Goldberg, storico colorista della Marvel e artista della Archie Comics

Scritto da: -

Il mondo del fumetto non è fatto di soli autori, artisti ed editori, ma anche di persone che lavorano in sordina affinché ogni prodotto sia presentato nel migliore dei modi possibili. E Stan Goldberg era una di queste persone...

Uno tra i primi coloristi ad aver collaborato con la Timely Comics (quella che noi oggi chiamiamo Marvel), Stan Goldberg è morto domenica all'età di ottantadue anni. La causa del decesso è attribuibile all'ictus che ha colpito Goldberg due settimane fa e, nonostante l'artista e colorista americano abbia lottato con tutte le sue forze, i danni provocati dal colpo apoplettico sono stati così ingenti ed irreversibili da non lasciare scampo al povero Stan. Colorista e artista tra i più longevi del fumetto americano contemporaneo, Goldberg è stato sicuramente uno degli architetti della Golden Age statunitense, periodo storico dove i comics raggiunsero quello che viene appunto definito come il loro "periodo d'oro". Ma chi è stato Stan Goldberg in vita? E cosa ha fatto di così importante il colorista ed artista americano per meritarsi la fama di cui ha sempre goduto?

Stan Goldberg: dai Fantastici Quattro alla Archie Comics

La carriera di Stan Goldberg è iniziata nel lontano 1949 dove, ancora sedicenne, questo venne assunto come colorista dalla Timely Comics prima che questa potesse diventare la Marvel che tutti conosciamo. Tempo due anni che Goldberg divenne subito color department manager, mettendo la sua firma su tutti i prodotti della Timely e della Atlas Comics (altro nome che assunse la Timely prima di diventare la Marvel). Ogni cover e ogni singola pagina dei fumetti pubblicati dalla Timely (prima) e dalla Atlas (dopo) sono passati tra le mani di Goldberg che, per ben dieci anni, fu sicuramente il colorista più impegnato delle case editrici di cui sopra. Diventato un freelance nel 1958, Goldberg rimase in buoni rapporti con la Marvel tanto che, prima della pubblicazione di opere quali i Fantastici Quattro e Spider-man (solo per citarne due tra i più famosi), sia Stan "The Man" Lee e sia Jack "The King" Kirby (senza dimenticare il buone Steve Ditko) si rivolsero a lui per gli schemi dei colori che i supereroi di cui sopra hanno poi assunto quando furono lanciati sul mercato dalla Marvel. Abbandonata la "Casa delle Idee" nel 1969, Goldberg iniziò a disegnare alcune opere per teenager della DC Comics (Debbie, Scooter e Binky) e, solo tre anni più tardi, il colorista/artista americano fu infine assunto dalla Archie Comics per un lunghissimo e proficuo periodo. Fu proprio alla Archie che Goldberg esplose come disegnatore: titoli come Archie, Jughead, Josie and the Pussycats e Sabrina the Teenage Witch sono stati tutti ripassati dalle mani di Goldberg che, oltre ad occuparsi dei disegni, era anche in grado di dire la sua sui colori delle storie presentate sugli albi. Tra le altre cose, Goldberg è stato il disegnatore delle "newspaper strips" di Archie per ben cinque anni, dal 1975 al 1980.

Nonostante avesse meritato molti più premi e riconoscimenti di quanti ne ha effettivamente ricevuti, a Goldberg è stato assegnato solo un l'Inkpot Award nel 1994 e un National Cartoonists Society's Gold Key Awards nel 2012, premio associato all'introduzione nella Hall of Fame della NCS. Amato dai colleghi e dagli editori che hanno collaborato con lui, Goldberg ha avuto una vita costellata di successi spesso non riconosciuti, ma a lui sembrava che la cosa importasse poco. Credo infatti che Goldberg abbia amato il fumetto tanto quanto ha amato la sua famiglia e, se la cosa può sembrarvi qui assurda, vi chiedo di verificare quello che sto dicendo andando a spulciare nella vita personale di questo grandissimo personaggio.

Augurando alla famiglia di Goldberg le nostre più sentite condoglianze, vi invito a guardare il video che ho trovato su Youtube in merito ad una video intervista di 93 minuti all'artista che, in uno speed-drawing bellissimo, realizza una divertentissima illustrazione di tutti i personaggi più famosi della Archie Comics!

Foto | Addanac City Comics
via | Comic Book Resources

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 3 voti.