Amazon USA rivela la sua classifica dei 20 fumetti e graphic novel più belli del 2014

Amazon vende libri e fumetti da ormai tanti anni e si può dire che, avendo a che fare con il mondo dell'editoria americana ed internazionale praticamente tutti i giorni, l'azienda ha ormai acquisito un certo "gusto" nel scegliere le opere da consigliare...

Parallelamente a quanto accade per i libri delle diverse categorie presenti sullo store online, Amazon pubblica qui la classifica dei venti comics/graphic novel più interessanti di questo 2014, ovviamente scelti in base ai gusti degli editor e agli acquisti dei lettori americani. Una classifica, quella di Amazon, davvero molto variegata ed interessante, che non si ferma ai gusti dei lettori "da fumetteria" e che si espande anche verso quella che in Italia chiamiamo Libreria "di varia". Ma quali sono le proposte che Amazon ha selezionato per i lettori? Quali sono i prodotti che l'azienda americana ha ritenuto meritevoli di entrare nella sua personalissima classifica? Sveliamo subito la prima posizione, che quest'anno è andata a The Terrible and Wonderful Reasons Why I Run Long Distances di Matthew Inman, creatore del sito The Oatlmeal ed illustratore tra i più apprezzati e condivisi del web americano. Inman, che da anni collabora con la Andrews McMeel Publishing, ha pubblicato in settembre un nuovo e simpaticissimo manuale a fumetti dove vengono esposte, in maniera molto ironica e paradossale, tutte le piccole manie dei "runners" americani, ritratti quasi come se fossero dei maniaci compulsivi della corsa! Un libro sicuramente diverso e molto curioso, come curiosi lo sono anche alcuni dei titoli presenti nella classifica di Amazon che, come ho detto, ci riserva davvero parecchie sorprese!

La classifica completa dei venti comics/graphic novel del 2014 di Amazon

the-terrible-and-wonderful-reasons-why-i-run-long-distances-the-oatmeal-vignetta


  1. The Terrible and Wonderful Reasons Why I Run Long Distances di Matthew Inman
  2. Can’t We Talk about Something More Pleasant?: A Memoir di Roz Chast
  3. Saga Deluxe Edition Volume 1 HC di Bryan K. Vaughan e Fiona Staples
  4. Seconds: A Graphic Novel di Bryan O’Malley
  5. Batman: A Visual History di Mattew K. Manning
  6. The Graveyard Book Graphic Novel: Volume 2 di Bei Gaiman e P. Craig Russell
  7. Through the Woods di Emily Carroll
  8. Sugar Skull di Charles Burns
  9. Deadpool by Joe Kelly Omnibus di Joe Kelly
  10. Beautiful Darkness di Fabien Vehlmann, Kerascoët e Helge Dascher
  11. The Harlem Hellfighters di Max Brooks e Canaan Ahite
  12. Trillium di Jeff Lemire
  13. This One Summer di Mariko e Jillian Tamaki
  14. Alpha & Omega (Locke & Key) di Joe Hill e Gabriel Rodriguez
  15. The Shadow Hero di Gene Luen Yang e Sonny Liew
  16. André the Giant: Life and Legend di Box Brown
  17. How To Be Happy di Eleanor Davis
  18. The Wrenchies di Farel Dalrymple
  19. The Love Bunglers di Jamie Hernandez
  20. Ant Colony di Michael DeForge

Come potete vedere voi stessi, la lista di graphic novel e fumetti stilata da Amazon e ben variegata e, tra le tante proposte pescate dagli editor, spuntano alcune opere di artisti ed autori che noi italiani conosciamo davvero molto, molto bene! Scontate le scelte di inserire il primo volume hardcover di Saga (bestseller della Image Comics, qui riproposto in un formato molto elegante) e l'omnibus che contiene tutte le storie scritte da Joe Kelly per Deadpool: entrambi i volumi sono stati prede ambite dei lettori di fumetti americani e non, e il loro inserimento nella classifica non mi sorprende affatto. Non mi stupisce nemmeno l'inserimento del delizioso Can't We Talk about Something More Pleasant?: A Memoir di Roz Chast, autrice del New York Times e #1 New York Times Bestseller del 2014, così come non mi stupisce di rivedere nella classifica il simpaticissimo autore canadese Bryan O’Malley (qui presente con Seconds: A Graphic Novel, lavoro portato in Italia dalla Rizzoli Lizard) e Charles Burns che, con l'uscita del libro Sugar Skulls, va a chiudere il ciclo di storie iniziato con X'ed Out e proseguito con The Hive. Le vere sorprese iniziano quando vediamo spuntare in classifica This One Summer di Mariko e Jillian Tamaki (graphic novel pubblicato in Italia dalla Bao Publishing con il titolo E la chiamano estate), Trillium di Jeff Lemire (miniserie dell'autore canadese raccolta in un unico volume dalla Vertigo) e The Wrenchies di Farel Dalrymple, volumi decisamente particolari che hanno suscitato parecchio interesse nella comunità fumettistica americana ed internazionale.

Bene anche Joe Hill (che con la saga di Locke & Key sembra aver pescato il classico coniglio dal cilindro), Box Brown (autore dell'interessante biografia a fumetti dedicata al wrestler André the Giant) e Jamie Hernandez (arrivato in classifica grazie ad un nuovo prodotto spuntato fuori dalla leggendaria run di Love & Rockets), mentre mi lascia un po' interdetto l'inserimento nella top 20 di prodotti decisamente poco originali quali How To Be Happy di Eleanor Davis e Batman: A Visual History di Mattew K. Manning, lavori sì carini ma sicuramente una spanna sotto a tantissimi altri prodotti usciti nel 2014. Ben più sensata la scelta di premiare Fabien Vehlmann, Kerascoët e Helge Dascher che, pur avendo sfruttato l'ormai stra-abusato plot delle "favole cattive", sono riusciti a differenziarsi dal resto della massa pubblicando quel piccolo capolavoro di narrativa a fumetti che è Beautiful Darkness.

Ora son curioso di sapere quali saranno le editor's pick di Amazon Italia, perché qui di roba ne è stata pubblicata davvero tanta...forse anche troppa! Intanto, per celebrare degnamente il first pick di Amazon USA, vi allego un video con protagonista Matthew Inman, intervenuto in tutta la sua carica comica in quel del w00tstock 6.0.

via | Bleeding Cool

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail