One Piece, spoiler capitolo 769

Capitolo pieno di combattimenti questo 769 di One Piece! Eiichiro Oda ha ripreso in mano la saga spingendo subito sull'acceleratore, e questo vuol dire che presto sapremo cosa succederà a Rufy e agli altri personaggi del manga!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 768 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 769.

Riassunto e spoiler capitolo 768 (link)

Spoiler capitolo 769

Il fendente stile "colpo di pistola" di Law non sembra aver impensierito Doflamingo, anche se l'attacco (che è stato sferrato all'interno della zona di controllo di Law) ha praticamente tranciato un intero bastione del castello di Dressrosa! Potendo controllare il bastione con i suoi poteri, Law scaglia l'enorme porzione dell'edificio addosso a Doflamingo, che usa una tecnica chiamata "Tela del Ragno" per dividere e sminuzzare il colpo. Ma Law non si arrende e, avendo sempre il pieno controllo delle macerie, prova a ricompattare le macerie addosso al nemico. Ma Doflamingo è davvero molto agile e, con un salto felino, lo Shichibukai riesce a sottrarsi all'ennesimo attacco di Law. Il pirata sfrutta questo momento di distrazione per piombare alle spalle di Doflamingo che, di tutta risposta, si gira di scatto e agguanta il ragazzo per il braccio! Ripreso il controllo del combattimento, Doflamingo si rivolge a Law dicendogli di smetterla con questi attacchi così pomposi perché, se avesse voluto ucciderlo, gli sarebbe bastato attenersi al piano originale e lasciare che Kaido svolgesse il lavoro sporco per lui. Doflamingo sa bene di essere un avversario troppo ostico per Law e, deridendo il ragazzo per i suoi sentimenti verso Corazon, lo Shichibukai dice che ci sono tanti modi "indiretti" per poter far male ad una persona. Ricordando quando Law ha ingenuamente consegnato il plico che conteneva i piani per la conquista di Dressrosa a Vergo, a quest'ora il paese non avrebbe vissuto tutte le immani tragedie che si sono susseguite da quel momento in poi anche se, contraddicendosi come sempre, lo Shichibukai ammette che avrebbe conquistato lo stesso il regno di Re Riku...

Mentre crea un sottile ma tagliente filo dalla caviglia fin sopra la gamba, Doflamingo getta a terra Law e, sempre tenendolo per il braccio, lo Shichibukai dice al ragazzo che la missione per cui Corazon si è sacrificato si è rivelata del tutto inutile! Law non è dello stesso avviso di Doflamingo: non spetta a Doffy decidere se gli sforzi di Corazon siano stati vani oppure no perché, fin quando avrà fiato in corpo, Law cercherà insistentemente di perseguire tutti gli obbiettivi che Rocinante ha lasciato in sospeso con la sua morte. Doflamingo sembra quasi divertito dal discorso di Law e, lanciandosi in aria insieme al ragazzo, lo Shichibukai dichiara che ogni cosa lasciata da Corazon si è rivelata un errore, compreso il fatto che il pirata sia qui a mostrargli le unghie! L'attacco di Doflamingo viene portato a termine con la caduta di Law che, incastrato tra le gambe dell'avversario, viene qui privato del suo braccio destro, tagliato di netto dal filo che spuntava dalla caviglia del nemico! Mentre Trebol se la ride, Doflamingo dice di voler perdonare Law per essersi fatto influenzare dalle altre "D.", ed il suo "perdono" sarà siglato con un bel colpo di pistola...proprio come ha fatto con suo padre e Corazion prima di lui! Ma proprio mentre Doflamingo sta per sparare a Law, il buon Rufy distrugge sia il clone del pirata che parte dell'edificio stesso, rimanendo comunque confinato al piano sotterraneo del Palazzo Reale!

Doflamingo sa bene che una gabbia del genere non può contenere un tipo come Rufy e, ridacchiando, osserva per un po' quello che sta succedendo al piano inferiore: liberatosi dai fili che lo imprigionavano, Rufy non riesce a proseguire per via di Bellamy che, sempre controllato da Doflamingo, impedisce al pirata di prender parte al combattimento con il nemico. Rufy chiede a Doflamingo di liberare Bellamy che, ormai allo stremo delle forze, potrebbe morire da un momento all'altro. Doflamingo sembra quasi sorpreso nel vedere Bellamy ancora vivo e, in un atto di magnanimità (o meglio, di pietismo), molla la presa sul pirata dicendogli che è libero come lo era quando si sono incontrati per la prima volta. Scopriamo qui che Bellamy e i suoi compagni erano dei ragazzi di Notice che, pur essendo una città molto ricca, s'erano dati alla pirateria per dimostrare di essere diversi dagli altri "mammalucchi" del suo paese. Bellamy ammirava Doflamingo tanto da reputarlo "l'orgoglio del North Blue" e lo Shichibukai, che stava consumando in tutta tranquillità un pasto decisamente abbondante, decide di concedere ai pirati del ragazzo il suo stemma, a patto che questi non si facciano mai sconfiggere da nessuno! Bellamy ricorda bene d'aver detto che l'era dei pirati sognatori era finita e, dopo aver portato a Doflamingo i risultati che voleva, il ragazzo sembrava sicuro d'essere entrato nelle grazie della persona che ammirava di più al mondo. Ma da quando Rufy lo ha battuto, per Bellamy le cose non si sono messe bene e così, nonostante provasse in tutti i modi a rientrare nelle grazie di Doflamingo, il pirata ha notato che i suoi sforzi non sono stati apprezzati da Doffy, che lo considera un debole in tutto e per tutto.

Mentre Rufy cerca di capire se Bellamy sta bene e se può andare da Doflamingo a spaccargli la faccia, il pirata ripensa a tutto quello che è accaduto sin da quando è stato sconfitto da Rufy e, poco prima che "Cappello di Paglia" possa provare a saltare per raggiungere il nemico, il pirata usa il suo Spring Hopper per un ultimo, disperato, attacco! Rufy urla a Bellamy di fermarsi perché, in quelle condizioni, un attacco del genere potrebbe portarlo alla morte, ma il pirata non vuole la pietà del capitano dei Mugiwara: sapendo bene che ha scelto di seguire l'uomo sbagliato, Bellamy non può perdonarsi il fatto d'aver tradito quei principi che l'avevano guidato fino a momento in cui ha incontrato "Cappello di Paglia"! Dichiarandosi "un uomo patetico", Bellamy chiede a Rufy di affrontarlo ancora una volta...

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail