One Piece, spoiler capitolo 787

La potenza narrativa di Eiichiro Oda si sente forte nel capitolo 787 di One Piece, dove l'autore ha messo su un crescendo di situazioni che andranno presto a collimare tutte insieme!

One-Piece-Illustrazione-Eiichiro-Oda-Spoiler

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 786 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 787.

Riassunto e spoiler capitolo 786 (link)

Spoiler capitolo 787

I cittadini riconoscono Sabo sia come ricercato di Doflamingo che come membro dell'Armata Rivoluzionaria e il ragazzo, rivolgendosi a Burgess, chiede al pirata cosa vuole dal suo adorato "fratellino". L'uomo di Barbanera non sapeva che Sabo fosse il fratello di Rufy e, rialzandosi, Burgess dice d'aver già sentito questa storia da qualche parte. Storia che Sabo si offre di raccontare brevemente a Burgess, aggiungendo che anche Ace "Pugno di Fuoco" è stato suo fratello e che, dopo lo scontro con i pirati di Barbanera sull'Isola Banaro con la conseguente cattura del fratellino, le cose sono andate di male in peggio...anzi, sono precipitate a tal punto da scatenare una guerra! Sabo non ritiene Burgess responsabile della morte di Ace, ma da oggi in poi il secondo di Dragon dichiara di voler proteggere le spalle a Rufy, e lo dice guardando il pirata con un'occhiata che lascia poco spazio a fraintendimenti! Burgess risponde dicendo che non gli interessa un fico secco se lui è il fratello di Rufy oppure no e, visibilmente infuriato, il pirata ordina a Sabo di farsi gli affari suoi e di lasciare l'Armata Rivoluzionaria fuori da questa faccenda. Ma Sabo sa provocare bene il nemico e, accendendo un dito grazie ai poteri del Frutto Foco Foco, il ragazzo cerca di suscitare in Burgess quella stilla di rabbia generata dall'aver perso un potere così grande proprio quando ce l'aveva ad un passo da lui! Sabo si avvicina a Rufy dicendogli che lui terrà impegnato Burgess per un po', ma ora lui e il suo amico gladiatore (di cui Rufy ha già dimenticato il nome) devono scappare da Doflamingo, che sicuramente li braccherà dall'altro lato della strada. Rufy sembra felice di vedere che è stato proprio Sabo a mangiare il Frutto Foco Foco e il ragazzo, sorridendo, risponde al fratellino dicendogli che non avrebbe permesso a nessuno di toccare il potere che fu di Ace!

Capito che è stato Ace a mangiare il Frutto Foco Foco, Burgess attacca il ragazzo provando a colpirlo con un pugno, dimenticando totalmente d'avere a che fare con un Rogia e che quindi, invece di incassare o deviare il colpo, al rivoluzionario è bastato rimanere semplicemente fermo per non subire alcun danno. Gatz approfitta dell'occasione per scappare mentre Sabo, preso al costato Burgess con il suo "artiglio", sfrutta la sua tecnica con l'abilità del Frutto Foco Foco per spedire il nemico quasi dall'altra parte di Dressrosa! I cittadini sono rimasti senza parole mentre Sabo, che vuole saperne di più sulle intenzioni di Burgess, si lancia subito verso la direzione in cui ha spedito il nemico per capire se questo è uno dei tanti cacciatori di utilizzatori del Frutto del Diavolo di cui si parla tanto...

Gatz chiede a Rufy come mai è Sabo ad avere i poteri del Frutto Foco Foco e non lui, così il pirata rivela al gladiatore che lui e il fratello si sono scambiati di ruolo prima delle finali, contravvenendo quindi a una delle regole di Colosseo Arena. Ma tutto sommato, pur avendo barato, a Gatz la cosa sta più che bene perché, in un certo senso, è toccante vedere i poteri di un Frutto del Diavolo passare da fratello a fratello. Ma ora per Gatz la priorità è tenere Rufy al sicuro il tempo necessario affinché il pirata riesca a recuperare le forze, anche se la cosa sembra sin da subito un'impresa titanica: Doflamingo sta scatenando tutta la sua furia su Dressrosa e, avendo amplificato al massimo i poteri del suo Ago Ago, lo Shichibukai dà dimostrazione della sua crudeltà sconfiggendo con estrema facilità tutti gli uomini mandati da Gatz per bloccarlo! Pur gravemente ferito dallo scontro con Rufy, Doflamingo ha ancora la forza necessaria per continuare a combattere e, furioso come mai lo è stato in vita sua, il nemico chiama a gran voce Rufy per terminare la battaglia con il giovane "Cappello di Paglia"!

Mentre Gatz cerca di nascondere Rufy, la popolazione di Dressrosa deve fare i conti con la "Gabbia per Uccelli" che, col passare dei minuti, diventa sempre più piccola. Gli abitanti iniziano a capire che la situazione si sta facendo pericolosa quando notano che lo spazio all'interno della città si è ridotto drasticamente e, fuggendo da una parte all'altra come topi in trappola, i cittadini non riescono più a capire da che parte andare per salvarsi. In tutto questo parapiglia, solo un uomo sta cercando di fermare l'avanzata della "Gabbia per Uccelli": Zoro! Usando la sua ambizione, Zoro prova a fermare la gabbia incrociando le spade sulla struttura, sotto gli occhi impietriti di Kinemon e Kanjuro. I due samurai pensano che è impossibile fermare una tecnica del genere, ma Zoro li rimprovera duramente dicendo che non possono saperlo fino a quando non proveranno ad aiutarlo...

Diventato improvvisamente comandante e guida dei Tontatta fatti prigionieri da Doflamingo per la realizzazione degli SMILE, Franky chiede ai piccoli uomini di mostrare la loro forza spingendo la struttura (che è fatta di Aglmatolite Marina, quindi immune alla tecnica di Doflamingo) contro la "Gabbia per Uccelli". I Tontatta obbediscono e così, supportati da Franky, i "folletti" riescono a spingere la Fabbrica degli SMILE contro una porzione della parete interna della "Gabbia per Uccelli"!

Informata da Viola su quello che stanno combinando Zoro e Franky, Robin chiede alla principessa se è davvero possibile fermare la "Gabbia per Uccelli", evenienza a cui neanche la figlia di Re Riku aveva pensato...

Intanto, davanti all'Altopiano Reale, alcuni degli sgherri di basso rango della famiglia Donquijote stanno sbarrando la strada ai cittadini, sparando a tutti quelli che cercano di contravvenire agli ordini del "signorino". Ma l'arroganza di questi uomini ha vita breve: arrivando come delle furie, Bartolomeo e il resto dei gladiatori più potenti di Colosseo Arena investono gli agenti rimasti, sconfiggendoli senza neanche rendersene conto! Alcuni dei gladiatori non riescono a capire come mai sono di nuovo in forma pur essendo stati sconfitti durante la rivolta e Kyros, intervenuto per dare ordini a questo sgangherato gruppo, rivela a tutti che è stata la principessa Macherie a usare il suo potere su di loro. E così, mentre Kyros dice ai cittadini di andare subito verso l'Altopiano Reale, Sai dice agli uomini che sono ancora in piedi di seguirlo, perché la battaglia non è ancora finita!

Il caos regna su Dressrosa: mentre Zoro e Franky cercano di bloccare l'avanzare della "Gabbia per Uccelli", Doflamingo aumenta l'intensità della sua tecnica riducendo il tempo a disposizione a soli 3 minuti. Gli abitanti invocano Re Riku che, disperato, non sa proprio come fare per aiutare la sua gente. Il tutto mentre Bartolomeo e gli altri hanno in mente di fare qualcosa di strano, con Fujitora che osserva i suoi meteoriti infrangersi contro la struttura esterna della "Gabbia per Uccelli".

E come se non bastasse, il tempo necessario affinché Rufy riesca a recuperare le forze è di 4 minuti...un minuto in più rispetto alla chiusura totale della "Gabbia per Uccelli"!

via | Mangahelpers

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail