Davide Toffolo riscopre Carnera, la vita (in bicromia) del leggendario pugile italiano

Qualcuno ricorderà che Filippo Scozzari utilizzò il nome di Primo Carnera per un suo albo a fumetti, da cui nascerà la Primo Carnera editore, fondata con Pazienza, Tamburini, Liberatore e Mattioli. Davide Toffolo, invece, non usa il nome come un pretesto ma si accinge a illustrare la vita del grande pugile italiano, soprannominato "La montagna che cammina", uomo di straordinaria forza fisica che negli anni Trenta visse un'irresistibile ascesa come peso massimo in America. Il fumetto è uscito inizialmente per Vivacomix, poi per Biblioteca dell'immagine, ora viene ripubblicato da Coconino. Le tavole originali erano state raccolte lo scorso marzo a Perdenone in una interessante mostra, Supercarnera, insieme ai materiali d'epoca che ricostruivano uno spaccato degli anni Trenta.

Il graphic novel si presenta in un accattivante bicromia sul seppia e segue l'ascesa del campione, forse il primo autentico divo del mondo della boxe, il suo crescente successo tra donne, agenti, soldi e sordidi personaggi, tra i quali Carnera si muove sostenuto dalla sua calma e dalla sua forza. Nel frattempo Carnera è diventato anche un cartone in 3D. Il personaggio disegnato da Toffolo è protagonista di un videoclip animato per la canzone “La velocità”, del duo folk rock Il Pan del diavolo, prodotto da La Tempesta Dischi. La regia del video è di Marco Pavone (Caparezza, Subsonica): è un primo passo per il progetto di Toffolo di creare un film animato tratto dal romanzo a fumetti su Carnera, che presto potrebbe vedere la luce.

  • shares
  • +1
  • Mail