La trama di Ushio e Tora, manga di Kazuhiro Fujita

Andiamo a dare uno sguardo alla trama del manga e relativo anime di Ushio e Tora di Kazuhiro Fujita.

Ushio e Tora - Dopo aver letto e visto Beelzebub ho avuto un attimo di crisi: dove trovare un altro manga e anime che mi facesse ridere così? Beh, a mio avviso non raggiungiamo i livelli di ridarola di Beelzebub (la scena dove Baby Beel sfida il fratello ai videogiochi mi ha fatto cascare giù dal divano dalle risate), però devo ammettere che le scenette buffe fra Ushio e Tora (specie quando Ushio comincia a prendere a randellate Tora con la Lancia) sono abbastanza comiche. Ushio e Tora nasce come un manga shonen fantasy/sovrannaturale/action, scritto e disegnato da quello stesso Kazuhiro Fujita di Karakuri Circus. Dal manga è poi arrivata la serie OVA del 1992 di dieci episodi, incentrati solamente sull'inizio del manga, ma state tranquilli perché...

Ok, fine dell'entusiasmo, torniamo seri. Da segnalare, poi, come nel 1992 il manga Ushio e Tora abbia vinto anche il prestigioso premio Shogakukan Manga Award nella categoria shonen. In Italia il manga è stato pubblicato da Granata Press e Star Comics.

Ushio e Tora, la trama


ushio tora

La trama di Ushio e Tora di Kazuhiro Fujita ci porta a fare la conoscenza con un ragazzo di nome Ushio Aotsuki. UShio abita insieme al padre Shigure, un monaco kouhamei, nel piccolo tempio buddista di famiglia. Ushio ama molto disegnare, anche se il suo talento è... non si può parlare di talento, è assolutamente negato per il disegno. Tuttavia è molto atletico e per questo è fortemente conteso da tutti i club sportivi della scuola.

Un giorno Ushio, mentre sta riordinando di malavoglia il magazzino del tempio per ordine del padre, trova una botola sul pavimento. Vi cade dentro e si ritrova in un sotterraneo di cui non sospettava l'esistenza. Qui trova un demone (che sembra un po' una tigre) inchiodato al muro da una lancia. Il demone è vivo e ordina immediatamente a Ushio di liberarlo visto che è stato imprigionato lì sotto da 500 anni: appena libero tornerà a sterminare l'umanità.

Esatto, è con questa spiegazione che il demone cerca di convincere Ushio a liberarlo. Ovviamente il ragazzo rifiuta, ma il problema è che il miasma che da 500 anni a questa parte si stava liberando dal demone e accumulando nel sotterraneo, a causa dell'apertura della botola da parte di Ushio, si riversa all'esterno attirando altri demoni e mostri.

Ushio non ha scelta: libera il demone (che chiama Tora visto che sembra una tigre) dalla lancia a patto che Tora uccida tutti i demoni che stanno arrivando al tempio attirati dal miasma di Tora. Il demone promette, ma altrettanto ovviamente una volta libero cerca di uccidere Ushio. Solo che Ushio impugna ancora la lancia, la quale con il suo potere lo trasforma in un samurai dalla lunghissima chioma capace di tenere più che testa a Tora. I due uniscono le forze per eliminare i demoni che infestano il tempio... beh, Tora di malavoglia, ma non è che può fare diversamente visto che un Ushio inferocito e potentissimo lo insegue con la lancia.

Andando avanti nella storia si scopre poi che la lancia è un artefatto potentissimo: il suo nome è Beast Spear, la Lancia della Bestia e legherà i destini di Ushio e Tora intrecciandoli in una missione pericolosissima. Il tutto mentre Tora minaccia continuamente di mangiarsi Ushio, salvo poi esaltarsi quando vede la tv o segue le lezioni di storia. Questo perché Ushio non può allontanarsi dalla lancia, altrimenti Tora lo divora e Tora dal canto suo, visto che Ushio lo ha obbligato a rimanere con lui per eliminare i demoni che continuano ad arrivare per colpa del suo miasma, ha deciso di perseguitare Ushio standogli appollaiato sulla spalla.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail