Iran, Atena Farghadani assolta dall'accusa di relazione illegittima

Finalmente i venti iniziano a spirare a favore della fumettista iraniana Atena Farghadani che, seppur ancora incarcerata, è stata assolta dall'assurda accusa di relazione illegittima con il suo avvocato.

Atena-Farghadani-Amnesty-International

La notizia è stata riportata da CBLDF (Comic Book Legal Defense Fund) che, da quasi due anni, si occupa del caso di Atena Farghadani, vignettista iraniana che si trova attualmente in carcere per aver rappresentato i membri del governo di Teheran come degli animali. Nel caso specifico, la Farghadani è stata accusata dai suoi persecutori per aver stretto la mano al suo avvocato che, essendo un uomo non consanguineo ne tantomeno suo marito, può essere visto (e denunciato) come un atto di relazione illegittima, pena prevista dal tribunale iraniano. Ma sembra che, essendo solo una semplice stretta di mano, il tribunale ha allentato la morsa sulla Farghadani prosciogliendola da questa assurda assurda.

Volendo, i persecutori della Farghadani potrebbero richiedere l'appello (e probabilmente lo faranno), ma recentemente la vignettista è stata costretta ad effettuare un test per verificare se fosse vergine o incinta, cosa che l'artista potrebbe impugnare in sua difesa davanti a qualsiasi corte internazionale per i diritti dell'uomo.

Sta di fatto che, ad oggi, la Farghadani deve scontare ancora 12 anni di carcere per delle semplici vignette.

via | CBLDF

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail