Angoulême 2016, non si fermano le polemiche sulla premiazione dei Fauvre d'Or

Questa 43ma edizione del Festival International de la bande dessinée d'Angoulême è stata sicuramente l'edizione più polemica della kermesse francese. E a distanza di due giorni, le rimostranze continuano a far banco!

angouleme-logo-festival.jpg

Per chi fosse rimasto fuori dalle cronache fumettistiche transalpine, vale la pena fare qui un breve riassunto su cosa è accaduto durante la premiazione dei Fauvre d'Or di questa 43ma edizione del Festival International de la bande dessinée d'Angoulême. Ed è un riassunto decisamente breve perché, in un clima decisamente difficile per il popolo francese tutto, Richard Gaitet (speaker radiofonico e presentatore della serata) ha inscenato una falsa premiazione di autori ed editori, ridicolizzandoli in una maniera che non è andata per niente giù a nessuno dei presenti (e anche a tanti assenti)!

Gaitet si è poi scusato pubblicamente con una lettera pubblicata su Le Monde, dicendo che aveva avuto "carta bianca" per l'organizzazione della serata di premiazione e che pensava di potersi divertire un po' con uno scherzo "leggero". Ma come hanno ricordato sia Frank Bondoux (direttore del festival) e sia gran parte della giuria dei Fauvre d'Or, spezzare il cuore di autori ed editori non è stato per niente divertente...

Una cosa è certa: questa 43ma edizione del Festival di Angoulême sarà ricordata più per le polemiche che per i fumetti. E questo è un male.

via | The Beat

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail