Mostri volume 2, la recensione della rivista horror di Bugs Comics

E' uscito il secondo volume di Mostri, la rivista horror targata Bugs Comics: ecco la recensione di Blogo.

E' uscito Mostri volume 2, la rivista horror a fumetti realizzata da Bugs Comics. Noi di Blogo lo abbiamo letto e vogliamo fare una piccola recensione. Anche in questo caso, come nel precedente volume, vediamo all'opera tantissimi giovani autori assai promettenti e altrettanti nomi noti del fumetto italiano. Questa non è una semplice rivista, sembra sempre di più un laboratorio nel quale gli autori possono mettersi a confronto e crescere. In particolare in questo secondo numero di Mostri si aggiungono Andrea Cavaletto (Dylan Dog, Martin Mystère) e Marcello Mangiantini (Zagor, Dampyr, Adam Wild), per la prima volta all'opera in una storia horror targata Bonelli. Nel nostro caso abbiamo recensito la versione di Mostri 2 con copertina di Valerio Giangiordano, ma avete anche la possibilità di acquistare il volume con variant cover di Maurizio Di Vincenzo.

Mostri 2: trama e sceneggiatura


Mostri 2

Come nel precedente volume, anche in Mostri 2 viene rappresentato l'horror in molte sue sfaccettature. Si tratta di un horror domestico: anche quando vengono coinvolte antiche maledizioni o poteri sciamanici, il motivo scatenante è sempre qualcosa di quotidiano, come per esempio un tradimento, un gesto disperato o una "normale" vita di condominio. Mostri 2 si articola in due parti: nella prima abbiamo storie originali di diversi autori intervallate da racconti, mentre nella seconda parte ci vengono riproposte storie restaurate e mai ristampate di Mostri della ACME.

La prima parte comincia con We're a zombie family di G. Fumasoli & A. Olimpieri. Ormai gli zombie la fanno da padrone in ogni ambito, ma cosa succede quando una famiglia zombie decide di provare a tornare alla sua vecchia vita? A seguire c'è il racconto Il Terribile Vecchio (The Terrible Old Man) di H.P. Lovecraft illustrato da G. Caracuzzo: tornare a Kingsport è sempre inquietante. Si continua poi con Il terrore di John Brigham, sceneggiatura di A. Cavaletto e disegni di M. Mangiantini dove impariamo ancora una volta come le nostre azioni abbiano sempre un costo da pagare soprattutto quando ci sono gli Indiani di mezzo. Segue poi l'introduzione al fumetto successivo, L'erba del vicino - Convivenze mostruose di Andrea Guglielmino: qui ci viene fornita una ricca panoramica di film dove il tema centrale è la convivenza con vicini non sempre normalissimi. Il tutto ci conduce poi alla storia vera e propria, Condominium di M. Filadoro e A. Maruccia, storia che dovrebbe fare da apertura in ogni riunione di condominio. Anche se ci sono riunioni di condominio che nulla hanno da invidiare alle macabre atmosfere di questo racconto.

Divertente in maniera inquietante il racconto Come sopravvivere a... Una notte con Freddy Krueger, testo e disegni di Luca Ruocco. Segue poi la storia Divieto di caccia di M. Scali e M. Ignazzi. Anche in questo caso l'orrore viene scatenato da una situazione piuttosto comune, un uomo che decide di vendicarsi del suo migliore amico che lo sta tradendo con la moglie. La scelta della metodica di vendetta, però, è abbastanza inusuale. Interessante la successiva intervista a Stefano Bessoni realizzata da Luca Ruocco. Fra l'altro tutte le illustrazioni in seconda e terza di copertina sono proprio di Stefano Bessoni. L'ultima storia inedita di questo volume è Il sorriso di Matka di A. Guglielmino e F. Lo Storto, forse qui una situazione più classica, ma sempre capace di generare un brivido nella schiena.

A questo punto dopo le storie nuove, abbiamo due racconti restaurati e mai ristampati finora appartenenti a Mostri della ACME. Molto bello Amore filiale di Moreno Burattini e Stefano Andreucci, si capisce sin dall'inizio quale sarà il destino del perfido protagonista, ma quando questo puntualmente lo coglie ecco che non puoi fare a meno di non provare una certa soddisfazione. Giusto contrappasso ne La stanza di Billy di Giovanna Morini, Gustavo Trigo e Marco Soldi, qui all'horror si unisce un pizzico di fantascienza che non guasta.

Disegni e stile grafico di Mostri 2


Mostri 2

Dal punto di vista dei disegni e dello stile grafico nulla da eccepire, pur con stili diversi gli autori sono riusciti a trasmettere tutta l'inquietudine delle loro storie. Per quanto riguarda le copertine, ottima la Regular di Valerio Giangiordano dedicata a We're a zombie family, personalmente l'ho molto apprezzata, ma anche la Variant di Maurizio Di Vincenzo ha dalla sua una certa forza di impatto. Carina anche la striscia finale Moftri, decisamente più ironica. Dopo tanti mostri e atmosfere horror, un po' di divertimento ci sta: in fin dei conti chi l'ha detto che l'horror non sa prendersi in giro?

Mostri 2: formato e prezzo


Mostri 2

Anche nel caso di Mostri 2 il costo è di 9.90 euro, invariato rispetto al primo volume, sia per quanto riguarda la versione Regular che la Variant. Le pagine sono sempre 98, mentre le dimensioni sono 25.6 x 16.8 x 0.8 cm. Diciamo che non è proprio un prezzo molto economico, ma neanche troppo esagerato.

Giudizio e considerazioni finali


Mostri 2

Mostri si conferma ancora una volta un prodotto valido capace di dimostrare che anche gli autori nostrani, emergenti e non, sanno cimentarsi in questo genere. Anche quando la trama della storia ha un certo sapore di "già visto" (soprattutto se siete appassionati del genere e avete letto o visto al cinema tutto ciò che è a tema horror), il modo in cui gli autori di Mostri hanno saputo riproporle ci fa vivere nuovamente la sottile angoscia e paura di una nuova visione. Segnalo solamente un paio di refusi nelle storie, semplici errori di battitura che non inficiano comunque la lettura e la qualità dell'opera.

Soggetto
7

Sceneggiatura
7.5

Disegni
7

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: