Georgia, le pressioni della Disney potrebbero aver messo la parola fine alla legge anti-gay

Le pressioni esercitate dalle multinazionali americani sui singoli stati statunitensi dev'essere davvero tanto forte perché, a quanto pare, grazie a Disney e Marvel la legge anti-gay della Georgia non si farà!

disney-marvel-logo.jpg

Lo stato della Georgia sembra aver fatto un'importante marcia indietro sulla House Bill 757, legge anti-gay in discussione ad Atlanta e che, stando alle ultime notizie, dovrebbe ritornare nel dimenticatoio molto presto! A darne notizia è Deadline che, riportando le dichiarazioni di veto espresse dal governatore Nathan Deal, ricorda a tutti i lettori che è stato l'intero mondo hollywoodiano a schierarsi contro la legge, con Disney e Marvel che hanno fatto da grancassa ad un'azione di boicottaggio che avrebbe distrutto l'economia dello stato americano.

Dal canto suo, Deal ha dichiarato che la legge non passerà perché lui non può fare qualcosa per compiacere solo una comunità (quella cristiana più radicale ed anti-gay) e che, considerando la Georgia uno stato "ospitale", vuole dare alle aziende un ulteriore segnale di apertura. Plausi da parte della Disney che, tramite un portavoce, si dichiara soddisfatta della decisione intrapresa dal governatore Deal.

Disney e Marvel sono riuscite a fare qualcosa di bellissimo, ma credo che la battaglia per i diritti non sia ancora conclusa...

via | Deadline

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail