I migliori fumetti degli anni 70, la lista

Quali sono i migliori fumetti anni '70?

la-pimpa-fumetti-anni-70.jpg

Come per ogni arte, anche il fumetto viene influenzato dal periodo storico: gli anni '70, come tutti sanno, sono anni di enormi cambiamenti e, in campo fumettistico vedono la nascita di una satira di costume e di politica molto aggressiva.

Partiamo da Il laureato di Luca Novelli del 1974, dove si parla delle problematiche giovanili del tempo (sebbene il fumetto possa considerarsi altamente attuale). Nel fumetto si parla dei giovani laureati che faticano in gni caso a trovare un lavoro confacente le loro abilità. Sempre concernente la "critica sociale", nascono anche delle "favole nere" ad opera di Guido Buzzelli che scrive La rivolta dei racchi (in un mondo dominato da belli, un brutto si erge a paladino della giustizia: ne scaturirà una notevole rivolta sociale!), I labirinti e Zil Zelub.

Veniamo ad un ambito differente, ossia al poliziesco: Gianni De Luca scrive infatti Il commissario Spada, che ci parla di un poliziotto con un forte senso morale. Di questo periodo è il già nominato Gli Aristocratici di Alfredo Castelli, in cui dei ladri gentiluomini rubano ma a fin di bene.

Veniamo a nomi di fama internazionale, quale ad esempio Hugo Pratt che inizia Gli scorpioni del deserto, poi Milo Manara crea nel 1978 le Avventure di Giuseppe Bergman, dove il protagonista si trova a visitare i luoghi più magnifici al mondo.

Resta da nominare il grandissimo Guido Silvestri (Silver): nel 1974 esce infatti sul Corriere dei ragazzi il fumetto umoristico Lupo Alberto. Insieme a Lupo Alberto nasce un'altra bellissima figura, ancora assolutamente nota anche al giorno d'oggi: Francesco Tullio Atlan crea nel 1975 la famosissima Pimpa, un animaletto dotato di grande simpatia e con uno humor adatto a tutti.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail