KarmaPolis di Nebbioso e Greta Xella, la recensione del graphic novel targato RenBooks

La recensione di Blogo del volume KarmaPolis, realizzato da Nebbioso e Greta Xella, pubblicato da RenBooks.

KarmaPolis è il titolo di un graphic novel realizzato da Nebbioso e Greta Xella per la casa editrice RenBooks. E' un volume da ben 112 pagine in bianco e nero, disponibile al prezzo di €9,90, che consigliamo a tutti coloro che amano quelle storie quasi fiabesche, che analizzano l'essere umano con dovizia e cercano di lasciare al lettore una morale universale.

Trama e sceneggiatura di KarmaPolis

karmapolis-renbooks-tavola.jpg

Nebbioso ci ha raccontato la storia di Chiara, una ragazza di 22 anni del tutto speciale. Chiara ha una vita normale, ha un ragazzo un po' complicato, ha un gruppo di amiche che le dimostrano affetto, ha i suoi sogni, i suoi progetti e si impegna ogni giorno per sopravvivere. E' speciale perché ha un dono unico e fuori dal comune: può portare sfortuna a suo piacimento. Le basta uno schiocco di dita per provocare un "incidente" a chi fa un torto o a chi la molesta. Apparentemente sembra un dono comodo e utile, ma in realtà è una grande maledizione. Lo capirà bene quando verrà arruolata da alcune divinità pagane che le chiedono di riportare equilibrio nel karma dell'universo e di compiere una serie di sgarri.

La trama è originale ed è scritta in maniera leggera, chiara e coinvolgente. Il punto forte dell'opera sta nella caratterizzazione stessa della protagonista, che si mostra immediatamente un personaggio interessante, forte e di carattere. Ci si affeziona alle sue vicende, si soffre con lei per una situazione paradossale che la porta pian piano a smantellare ogni sua certezza e sicurezza. Il mondo intorno a lei si sgretola e, pur se ogni avvenimento è mascherato da allegria, ci troviamo di fronte ad un'opera drammatica. L'incubo del rifiuto da parte degli altri diventa realtà per la giovane Chiara, che arriva a dubitare di se stessa e la trascina in una crisi profonda. Il Karma è un po' visto come la Forza in Star Wars e sappiamo bene quali sono le conseguenze della sua degenerazione. Per questo la protagonista viene trascinata in un teatrino mistico, che la costringe a sfruttare le proprio qualità con grande sacrificio. Chiara è sveglia, intelligente, sensibile e tanto umana. Per questo il lettore non smette un solo istante di fare il tifo per lei e continua a seguirne le vicende fino all'ultima, divertente, pagina.

I personaggi che la circondano siamo tutti noi: sono esseri umani semplici, pieni di difetti e che indossano maschere per nascondere il loro vero "io". Lo sceneggiatore è arguto nel rappresentarli con naturalezza, come se fosse l'occhio vigile di un "Grande Fratello" nascosto fuori dalle pagine di un mondo reale.

L'opera è divisa in vari capitoli: Audacia, Ardito, Adirarsi, Attrito, Astio, Assenza, Avvenire. Questo è un tocco di classe non trascurabile! La "A" viene usata con insistenza per descrivere le varie fasi che scuotono l'animo della protagonista.

Karmapolis: disegni e stile grafico

karmapolis-renbooks-tavola-2.jpg

Greta Xella ha talento e non lo nasconde. Il suo stile guarda all'Oriente, ma allo stesso tempo sembra richiamare la potente semplicità di un maestro come Gipi. Certo, deve lavorare tantissimo ancora per fare il cosiddetto "salto di qualità", ma in Karmapolis se la cava con destrezza, confezionando un fumetto di carattere.

Le sue tavole sono chiare e pulite, mai confuse. Grazie ai suoi disegni la storia scorre bene ed si lascia seguire. L'emotività dei personaggi - elemento portante della storia - è ben curata e la loro espressività aiuta a comprendere tutte le sfumature della loro caratterizzazione. C'è tanto dinamismo nei disegni, che rende allegra la lettura. Mancano gli sfondi, spesso solo accennati, anche se, a dire il vero, non se ne sente mai il bisogno.

Alcune vignette dovrebbero essere riviste: la prospettiva non deve essere mai trascurata e così anche i principi di anatomia. Il tratto da "mangaka" libera dagli schemi non giustifica alcuni disegni un po' svogliati o accennati. Greta Xella può regalarci in futuro belle soddisfazioni!

Giudizio e considerazioni finali

karmapolis-renbooks-tavola-3.jpg

KarmaPolis è una bella lettura, che raggiunge e supera la sufficienza. E' una storia agile, snella e che costruisce una morale universale intorno alle vicende movimentate di una ragazza qualsiasi, dotata di un dono e di una maledizione. Il lato mistico del racconto viene oscurato dalla solidità della caratterizzazione dei personaggi. Il loro intrecciarsi ed il loro confrontarsi con naturalezza rubano la scena allo stesso karma. La collaborazione tra Nebbioso e Greta Xella è riuscita pienamente, perché una storia del genere aveva bisogno della freschezza del tratto dell'illustratrice, sempre brava a portare luminosità alla tragicommedia di Chiara.

Soggetto
6.5

Sceneggiatura
7

Disegni
6.5

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail