I personaggi dei film di Hayao Miyazaki: i protagonisti delle sue storie

Tutti amiamo Hayao Miyazaki e i protagonisti delle sue storie.

homily-e-pod.jpg

Hayao Miyazaki è un grandissimo maestro e ha creato dei capolavori di perfezione. Tra i vari film ci sono dei personagi davvero memorabili che ci restano nel cuore, per un motivo o per un altro.

Inizio con Totoro: se siete amanti del maestro, questo è ovviamente un film imperdibile. Mei e Satsuki sono due bimbe che si trasferiscono con il padre dalla città alla campagna. La madre delle bimbe è al momento malata e ricoverata in ospedale: le due fanciulline se la devono cavare da sole. Totoro è infatti uno spirito dei boschi e della natura, con le sue "danze" fa spuntare gli alberi, oltre ad essere un irrimediabile bonaccione con le due bimbe. La natura è bellissima, lascia di stucco: davvero inarrivabile.

Arietty è un film che mi è molto piaciuto, ma tra i miei personaggi favoriti ci sono i genitori di Arietty stessa: Homily e Pod. Il padre è un tipico "duro" giapponese: attento, preciso, moderatamente silenzioso. La madre è invece dolce, affettuosa e preoccupata. Ogni tipo diverso di genitore ama comunque moltissimo la figliola a modo suo.

Non posso non nominare Chiiro, protagonista della Città Incantata, capolavoro a parer mio inimitabile. Bambina petulante e odiosa all'inizio, diventa una ragazzina degna di nota sul finale affrontando parecchie difficoltà, scontrandosi perfino con una potente strega, salvando chi doveva salvare e migliorando la vita di molti. In questo film ci sono molti personaggi degni di nota, come la strega Zeniba, lo spirito del fiume Aku: tanti colpi di genio magistralmente descritti da Miyazaki stesso.

Arriviamo al Castello errante di Howl, dove c'è una coppia di personaggi che adoro: Sophie e, naturalmente, Howl. Devo dire che, mi dispiace per lei, ma favorisco la Sophie da anziana più "spudorata" e scazonata, dalla lingua tagliente ma sincera. Howl è un mago bello e affascinante, con un lato oscuro che solo la dole Sophie saprà sbaragliare. Tra le perle di questo film di animazione il cagnolino obeso Heen, simpaticissimo elemento di contorno nella vicenda.

Come dimenticare Kiki, consegne a domicilio. Kiki è una strega, e come tutte le streghe a 13 anni deve lasciare casa e diventare indipendente ma...non sa fare granchè, se non volare. Inaspettatamente riuscirà comunque a cavarsela, compiendo delle buone azioni, talvolta perdendo la via e le forze, ma alla fin fine tornando salda sui suoi principi e le sue convinzioni. La vita, d'altra parte, non è facile.

Porco Rosso è un bellissimo film ma, da inguaribile romantica, come personaggio favorito nomino madame Gina, amica di infanzia del protagonista, la quale ora gestisce un hotel di lusso. Porco Rosso è un asso dell'aeronautica che ha subito un incidente e, in seguito a questo, è sparito per poi ritornare "sotto altra forma". Nulla però è stato dimenticato del passato, compreso il suo amore.

Concludo con Ponyo di cui sì, amo molto la dolce piccola Ponyo ma amo ancora di più Sōsuke, il bimbo che prende in custodia la pesciolina/bambine, nonchè sua mamma, la forte e decisa Risa. E' per me sempre un piacere veder tratteggiare un carattere di donna forte e indipendente: una donna sveglia e che si dà da fare portando avanti casa, lavoro e famiglia.

Non volete svelarmi quali sono i vostri personaggi preferiti?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail