One Piece, spoiler capitolo 839

Ennesima settimana di pausa passata per il buon Eiichiro Oda, che ritorna a serializzare il suo One Piece sulle pagine del Weekly Shonen Jump della Shueisha!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 838 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 839.

Riassunto e spoiler capitolo 837 (link)

Spoiler capitolo 839

one-piece-eiichiro-oda-color-illustration-shonen-jump.jpg

Finalmente riuniti sotto lo stesso tetto (o meglio, tutti nella stessa nave), i figli di Vinsmoke si godono la colazione che aprirà la giornata antecedente al Tea Party di Big Mom, festa organizzata dall'Imperatrice Pirata per annunciare il matrimonio tra Sanji e Pudding. Mentre consumano la colazione, i fratelli Vinsmoke e Judge parlano della situazione di Broccoli, il paese da dove Ichiji e Niji sono appena tornati. A detta di Judge, Broccoli è uno degli stati che più ha risentito della caduta di Doflamingo, tant'è che i governanti si sono rivolti ai Vinsmoke per porre fine alla guerra in cui erano coinvolti. Stando a quanto abbiamo appreso, Ichiji e Niji sono riusciti a contenere le perdite da entrambe le parti in guerra, ma Reiju pensa che questa scelta abbia causato più vittime che altro. Ichiji risponde dicendo che lui è fatto così, mentre Niji ricorda che i Vinsmoke offrono i loro servizi solo a chi ha abbastanza soldi per pagarli. Anche Yonji sembra propenso a guardare al profitto più che alle vittime, arrivando a dichiarare che avrebbero guadagnato più soldi se avessero commerciato tra le parti e poi abbattuto entrambe le fazioni in un colpo solo. Ma questa azione li avrebbe resi troppo simili a dei pirati, quindi l'opzione è stata scartata. Sanji ascolta in silenzio la discussione, che ora verte su un punto decisamente più importante: la partecipazione al Reveire del Germa. Una partecipazione che, quando verrà ufficializzato il matrimonio tra Sanji e Pudding, potrebbe saltare da un momento all'altro! Judge sa bene che al Governo Mondiale non andrebbe affatto giù che una nazione si affiliasse ad uno dei quattro Imperatori Pirata, ma al patriarca dei Vinsmoke la cosa va bene così, perché vuol dire che il Germa sarà finalmente arrivato dove lui ha deciso di condurre la sua nazione...

Niji sembra felice di vedere suo padre di buonumore e, imputando la cosa al prossimo matrimonio tra Sanji e Pudding, dice al fratello che non avrebbe mai immaginato che questo potesse tornare utile alla famiglia. Sanji non sembra badare alle chiacchiere di Niji, ma il fratello gli impone di alzare la testa dal piatto per osservarlo. Attirata l'attenzione di Sanji, Niji dice al fratello che all'inizio erano tutti un po' stupiti di non vederlo più in giro, ma poi si abbandonavano ai ricordi e ridevano di lui quando pensavano ai mille modi buffi in cui sarebbe potuto morire in mare aperto. Yonji sembra divertito dalla cosa e Sanji, per nulla turbato dalle parole di Niji, dice al fratello di consumare quello che ha lasciato nel piatto. Niji dice che ha lasciato volontariamente nel piatto il cibo perché non gli piaceva cosa è stato cucinato per loro e, avendo mangiato della cioccolata prima di colazione, si sentiva ormai sazio. Inoltre, quella strana purea che ha trovato nel piatto, gli ha praticamente tolto l'appetito, quindi questa finirà con le altre cose nella spazzatura. La risposta di Niji fa rabbuiare Sanji che, con uno sguardo glaciale, dice al fratello che è solo "un principe viziato ed ignorante" che non apprezza il valore del cibo. Niji non riesce a sopportare il tono di Sanji e, infuriato, fa subito chiamare il capo-cuoco. Viene quindi convocata Cosette che, nella testa di Niji, le ha fatto passare il buonumore per via delle parole riferite da Sanji circa il cibo cucinato dalla cuoca. Cosette arriva di corsa e, chinando la testa davanti a Niji, si scusa con il principe per aver cucinato del cibo che non è stato di suo gradimento. Ma Niji non ha badato per nulla alle scuse di Cosette e, con il piatto in mano, dice alla capo-cuoca di stare ferma. Cosette esegue l'ordine e Niji, senza pensarci su due volte, lancia il piatto dritto in direzione del viso di questa minuta e graziosa cuoca. Interviene quindi Sanji che, con uno scatto felino, riesce a bloccare il piatto prima che questo possa colpire il viso di Cosette, lasciando però cadere il cibo contenuto in esso. Infuriato, Sanji rimprovera Niji dicendogli che è un pazzo a voler ferire il viso di una donna così carina. Niji non capisce come mai Sanji le ha impedito di colpire una serva "senza valore", mentre Reiju osserva soddisfatta come suo fratello sia diventato un vero gentiluomo...

Sanji si china ai piedi di Cosette per raccogliere l'Aligot, il cibo preparato dalla capocuoca per Niji. Ben sapendo qual è il piatto preparato da Cosette, Sanji inizia a descrivere ai Vinsmoke tutte le caratteristiche che Niji e gli altri non riescono ad apprezzare, aggiungendo che l'ottimo Aligot preparato da Cosette dev'essere costato tempo e fatica. Raccolto il cibo da terra, Sanji inizia a mangiarlo davanti agli occhi di tutti, lasciando Cosette interdetta e preoccupata e disgustando a morte Niji. Lo stesso Niji che, con uno scatto, prova a calciare Sanji dicendogli non tollererà più delle azioni così rozze e incivili da quello che dovrebbe insistere a chiamare "fratello". Judge urla a Niji di fermarsi, dicendo al figlio che non è né il luogo e né il momento per simili azioni. Almeno, non prima del matrimonio tra Sanji e Pudding. Niji ferma quindi il calcio, ma l'onda d'urto è così potente da far cadere la povera Cosette. Ancora disgustato, Niji dice a Sanji che è la vergogna della famiglia Vinsmoke, ma il fratello risponde dicendo che è lui a vergognarsi della sua famiglia. Sanji urla quindi ai fratelli che sono solo dei mocciosi viziati che non apprezzano il cibo e che alzano le mani sulle donne, mentre suo padre è solo un uomo che tratta i suoi subordinati come pedine sacrificabili. Tutte queste cose sono contrarie ai principi di Sanji, che ovviamente tende a ribadire quanto schifo gli faccia la sua famiglia...

Rimasto in silenzio per tutto il tempo, Ichiji prende parola dicendo a Sanji che le sue opinioni non valgono più di quelle della semplice plebaglia e che, tra le azioni di Niji e quelle del fratello, l'unico ad essersi comportato male è proprio l'ex-pirata. Ichiji dice di non aver mai compreso come funzionasse il cervello di Sanji, ma questo deve capire che i reali si comportano in una determinata maniera, giustificando quindi le azioni di Niji. A supporto del figlio interviene anche Judge che, fingendo di voler dare a Sanji il tempo di riordinare le idee, tira fuori la foto di Zef dicendo che forse è stato quell'uomo ad aver inculcato nella testa del figlio un'educazione sbagliata. Sanji è sorpreso di vedere che suo padre conosce Zef e Judge, rivelando d'aver appreso tutto dalle informazioni messe a sua disposizione dalle fonti di Big Mom, dice al figlio che sa addirittura dove si trova il "Baratie" in questo momento. Notando il pallore di Sanji, Judge ricorda quando il Barone Tamago gli ha dato le manette e le informazioni necessarie per ricattare il figlio qualora questo non avesse accettato di sposare Pudding. La cosa non sembra ferire molto Judge che, con una non tanto velata minaccia, dice a Sanji che se non obbedirà ai suoi ordini, a Zef potrebbe succedere di morire prematuramente. Sanji è impietrito dinnanzi all'ennesima azione di Judge che, mentre i fratelli se ne vanno soddisfatti, dice al figlio di non causare nessun guaio e di rinunciare una volta per tutte alle sue avventure da pirata. E sapendo che Sanji conosce bene cosa sono in grado di fare lui e i suoi fratelli, Judge conclude dicendo che se tutto si svolgerà secondo i suoi piani, nessuno si farà male...

Sanji ripensa quindi al tempo trascorso insieme a Zef: dal momento in cui si trovavano soli sullo scoglio fino all'apertura del Baratie (dove il piccolo Sanji iniziava già a circuire le belle ragazze), ogni immagine dei momenti passati con Zef è ben impressa nella mente dell'ormai ex-pirata. E quando se ne andò dal Baratie, Sanji promise a Zef che non avrebbe mai dimenticato quello che il cuoco ha fatto per lui...

Judge chiede a Sanji di rendere l'indomani una giornata memorabile e, con ancora la foto di Zef tra le mani, il patriarca dei Vinsmoke dice al figlio di rendersi presentabile per il pranzo con Big Mom e Pudding a cui dovranno presentarsi tra qualche ora.

Poco più tardi, Sanji trova Cosette riversa in un lago di sangue in uno dei tanti corridoi della nave/castello dei Vinsmoke. Presa tra le braccia la ragazza, Sanji urla di chiamare subito un dottore, cercando nel frattempo di non far svenire Cosette. Il viso della capo-cuoca è ricoperto di sangue e Sanji, infuriato come non mai, imputa a Niji la colpa di questa aggressione brutale ed insensata. Interviene Yonji che, pur avendo portato con se i paramedici, dice al fratello che la colpa di tutto questo è solo e soltanto sua, perché è questo quello che succede quando qualcuno prende le difese della plebaglia. Ridacchiando, Yonji chiede a Sanji se ha voglia di vedere Niji che, probabilmente, è il colpevole di tal misfatto. Sanji accetta di seguire Yonji, che conduce il fratello davanti ad una specie di porta blindata. Yonji chiede a Sanji se ricorda di quando, da piccoli, provavano in tutti i modi ad entrare lì dentro, lasciando intendere che anche il fratello conosce quel posto. Ed una volta aperto questo caveau, appare davanti a Sanji una stanza che sembra una specie di laboratorio segreto pieno di capsule con all'interno degli uomini in carne ed ossa! E sono tantissime!

Cos'è in realtà l'esercito del Germa 66? E perché Yonji ha condotto Sanji in quel posto?

via | Mangahelpers

  • shares
  • +1
  • Mail