One Punch Man, l'anime: perché dovete vederlo

Perchè dovete vedere l'anime One Punch Man?

one-punch-man.jpg

One Punch Man è stato da subito un successo, ma qual è il suo segreto? Partiamo dall'inizio, ossia quando ONE ha iniziato a pubblicare sul suo blog il manga nel 2009. Le visite sono in breve tempo schizzate alle stelle fino a diventare 20.000 al giorno. Il mangaka Yūsuke Murata ha proposto una collaborazione per tramutare il tutto in cartaceo, cosa avvenuta dal 2012, quando il magazine Weekly Young Jump ha iniziato a pubblicarne i vari capitoli. Per il momento siamo giunti al volumetto numero 11 e il manga è ancora in corso. In Italia troviamo il titolo grazie alla casa editrice Planet Manga. La serie di animazione invece è uscita nel 2015 in 12 episodi (in Italia trasmessa nel 2016).

Il primo punto che vorrei sottolineare è che questa serie è fatta per puro e semplice intrattenimento, non c'è niente di serio o non vi è alcuna riflessione profonda dietro: volete una serie di animazione facilmente fruibile, che faccia ridere e divertire e che si mantenga sempre sullo stesso livello di azione e humor? Questa è la serie che fa per voi. D'altra parte già fa sorridere il fatto che il protagonista, Saitama, si presenti con "sono un eroe per hobby", dai, è simpatico!

Avevamo bisogno di un altro eroe? Per come la vedo io abbiamo SEMPRE bisogno di un nuovo eroe. Il bello è che nonostante sappiamo già come vadano a finire i combattimenti siamo lì in attesa, aspettiamo una novità, forse uno scivolone dell'eroe, magari qualcuno che riesca a metterlo in difficoltà! Eppure Saitama è invincibile: spazza via la maggior parte dei mostri e dei nemici con un solo pugno in totale indifferenza. Si annoia.

Il mio affetto nei confronti di Saitama è aumentato dal fatto che somigli a Crilin che, per quanto riguarda la forza bruta, non scherza affatto! Devo dire che a tratti, comunque, il ricordo di altre serie di fa vivo, non da meno, appunto, il ricordo di Dragon Ball. Pariamo anche di Genos, il cyborg che resta colpito dalla forza smisurata del nostro eroe per hobby e decide di diventare suo allievo. I nemici? Dai mostri più orribili che si perdono in grossi preamboli di presentazione e che vengono poi puntualmente abbattuti da un sol pugno, a ninja esperti, fin a muscolosi omaccioni. Insomma non ci facciamo mancare proprio niente!

Come si fa a non apprezzare Saitama, che si presenta in tutto e per tutto come un "uomo medio", all'inizio della storia disoccupato e in cerca d lavoro, che mangia ramen in perfetto stile nipponico. Insomma una serie senza fronzoli, senza chissà quali virtuosismi che si pone il fine di far divertire, e ci riesce. Non è forse questo l'importante?

  • shares
  • +1
  • Mail