Donald Trump presidente, Humberto Ramos non andrà negli stati dove hanno vinto i repubblicani

Dopo due giorni dalla vittoria di Donald Trump alle presidenziali americane del 2016, l'artista messicano Humberto Ramos dichiara qualcosa di molto, molto importante...

champions-1-cover-humberto-ramos-detail.jpg

Per un messicano come l'artista Humberto Ramos, scoprire che Donald Trump è stato eletto Presidente degli Stati Uniti d'America dev'essere stato un duro colpo. Le dichiarazioni del futuro presidente circa la costruzione di un muro al confine tra gli States ed il Messico, unite alle fortissime prese di posizione sugli immigrati messicani, sono state una delle chiavi del successo di Trump, ma hanno generato anche una serie di ragionamenti più o meno legittimi da parte di chi, come Ramos, si sente offeso dalle parole del candidato repubblicano alla Casa Bianca. E con un post su Facebook, Ramos ha messo subito in chiaro cosa farà ora che Trump è il Presidente degli Stati Uniti d'America: fino alle prossime elezioni presidenziali, Ramos prenderà parte a convegni ed incontri che si svolgeranno solo negli stati dove Trump non ha vinto, dichiarando di non sentirsi a suo agio tra chi ha deciso di sposare la "materia trumpista"!

Seguendo il ragionamento di Ramos, gli stati americani che l'artista dovrebbe evitare sono l'Alabama, l'Alaska, l'Arizona, l'Arkansas, la Florida, la Georgia, l'Idaho, l'Indiana, l'Iowa, il Kansas, il Kentucky, la Lousiana, il Mississippi, il Missouri, il Montana, il Nebraska, la North Carolina, il North Dakota, l'Ohio, l'Oklahoma, la Pennsylvania, il South Carolina, il South Dakota, il Tennessee, il Texas, lo Utah, il West Virgina, il Wisconsin ed il Wyoming. Ne restano fuori tutti gli altri, tra cui la California (dove si svolge il San Diego Comic-con), lo stato di New York e il Maryland (sede del Baltimora Comic-con).

Capisco benissimo la frustrazione di Ramos, ma credo che l'artista abbia dimenticato qualcosa di molto importante: non tutti gli elettori di Trump potrebbero aver votato il candidato repubblicano solo perché ne condividono il programma "anti-messicani". E facendo così, Ramos mette la Marvel in una cattiva posizione, perché il disegnatore è il regular artist di Champions, una delle testate più importanti del post-Civil War II.

via | Newsarama

champions-1-cover-humberto-ramos-big.jpg

  • shares
  • Mail