One Piece, spoiler capitolo 846

Capitolo di una certa rilevanza questo 846 di One Piece, dove assistiamo a due eventi che potrebbero cambiare (in meglio o in peggio) le sorti di alcuni dei protagonisti!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 845 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 846.

Riassunto e spoiler capitolo 845 (link)

Spoiler capitolo 846

one-piece-eiichiro-oda-color-illustration-shonen-jump.jpg

La battaglia tra "L'esercito furioso" di Big Mom e l'accoppiata Rufy/Nami è entrata nel vivo, con la periferia di Sweet City che fa da teatro a questo scontro. Uno scontro decisamente impari dove, nonostante la disparità di forze in campo, Rufy e Nami stanno dando sfoggio delle loro abilità. Ma nonostante gli sforzi dei due pirati, le cose precipitano subito...

La prima a "cadere" è Nami, che viene intrappolata da una donna con le corna ed una lunga pelliccia. Questa si meraviglia di come Nami riesca a lanciare addosso all'esercito dei fulmini "dannatamente enormi", e la navigatrice risponde dicendo che non è in grado di creare delle nubi grandi abbastanza da provocare fenomeni di quella portata, ma riesce benissimo a controllare le nuvole di Big Mom. Fatto sta che ora, con le mani legate, Nami non può più controllare nulla...

Sorte ben diversa è toccata al povero Re Baum, che se la sta vedendo con la terribile Lady Amande, una spadaccina decisamente misteriosa che sembra provare piacere nell'infliggere ai suoi avversari il massimo del dolore. E nonostante Re Baum cerchi di spiegare a Lady Amande che il suo "tradimento" è dovuto alla Vivre Card di Nami, la donna non si fa problemi a tagliare l'albero dalla cima fino in fondo, procedendo nella maniera più lenta possibile. Re Baum si lamenta del dolore, ma Lady Amande è impassibile: davanti ad un traditore, è suo dovere infliggere al malcapitato il massimo della pena nella maniera più dolorosa possibile!

Con Nami ormai fuori gioco e Re Baum in procinto di morire, tutto l'esercito si concentra su di Rufy, che deve vedersela con una serie pressoché infinita di personaggi. Uno di questi è un tizio che fluttua reggendosi su dei libri che sembra non credere nella forza di Rufy, meravigliandosi di come Cracker sia riuscito a perdere contro un pirata "debole" come lui. Viene "scagliato" contro di Rufy un esercito formato da scacchi animati, ma "Cappello di Paglia" sembra in grado di reggere perfettamente lo scontro. Le cose si mettono male quando il "tizio di panna" scaglia addosso a Rufy della panna che ha degli effetti quasi incendiari. Rufy prova a colpirlo con un pugno "hakizzato", ma il "tizio dei libri" di sopra lo porta nel suo mondo, confondendo le idee al ragazzo. Nami riesce però ad avvisare Rufy del pericolo che incombe, evitando che l'amico venga schiacciato da una gabbia che il nemico gli ha lanciato addosso. Ma questa mossa è solo un diversivo: il "tizio di panna" ed un altro combattente (un uomo enorme che porta sulle spalle una specie di bambina) si lanciano addosso a Rufy all'unisono, colpendolo entrambi con dei pugni "hakizzati". Schiacciato dalla potenza devastante di questi pugni e ormai stanco, anche Rufy deve arrendersi difronte alla potenza dell'Esercito Furioso di Big Mom...

Avendo completato la sua "vendetta" contro il traditore Re Baum, Lady Amande si avvicina a Nami per perquisirla. La donna scopre la Vivre Card di Nami e la "tizia con le corna", vedendo l'oggetto, capisce subito come ha fatto la ragazza a rallentare l'Esercito degli Scacchi e a scappare con facilità dalla Foresta Fuorviante. La donna chiede a Nami come ha fatto ad entrare in possesso di una Vivre Card di Mama e, quando Lady Amande scopre che sul biglietto c'è scritto Laura, tutti pensano che i Mugiwara abbiano ucciso la figlia di Big Mom per rubarle il prezioso oggetto. Nami non ci sta e, ben sapendo di dire la verità, la ragazza informa i presenti che Laura è un'amica della sua ciurma e che è stata lei a regalarle la Vivre Card. Seppur dubbiosi, gli uomini dell'Esercito Furioso accettano la versione di Nami, riservandosi di approfondire la cosa quando la ragazza sarà portata, insieme a Rufy, all'interno del Palazzo Reale. Perché si, a quanto pare Big Mom ha ordinato che Rufy e Nami fossero condotti a Whole Cake Chateau vivi, con somma disapprovazione dell'Esercito Furioso. Ma Rufy, ancora cosciente, si aggrappa all'erba dicendo che lui non si sposterà da lì, ricevendo dal "tizio con la bambina sulle spalle" un bel calcio...

Intanto, proprio a Whole Cake Chateau, Sanji riesce a strappare a Big Mom un importante accordo: se lui non si opporrà alle nozze con Pudding, la donna permetterà ai suoi "attuali compagni di ciurma" (ci tengo a farvi notare questo dettaglio, perché potrebbe significare molto) di lasciare Whole Cake Island sani e salvi! Mama dice di essere una persona molto disponibile all'ascolto e, considerato che Sanji ha deciso di non ribellarsi e di accettare placidamente il suo destino, promettergli di salvare i suoi amici è il minimo che possa fare per accontentarlo. Sanji ringrazia Mama dicendole che farà felice Pudding e la piratessa, ridendo sonoramente, si dichiara felice nel vedere che il giovane cuoco è davvero innamorato di sua figlia. Ma la faccia di Mama cambia subito espressione quando parla di come Rufy e la sua ciurma hanno interferito nei suoi affari, mettendo bene in chiaro che, in altre circostanze, i Mugiwara avrebbero pagato caro i vari affronti che la donna ha dovuto subire. Ma avere il Germa 66 dalla sua parte è una cosa che a Mama sta molto a cuore e, se Sanji non farà "niente di stupido", durante il matrimonio del ragazzo potranno mangiare insieme una bella e dolcissima torta! Sanji sembra felice d'aver strappato questo accordo con Mama...ma la donna sarà di parola?

Sempre all'interno di Whole Cake Chateau, vediamo il Barone Tamago che sta parlando con Charlotte Smoothie che, oltre ad essere la quattordicesima figlia di Big Mom, è anche "Dolce Comandante" dell'esercito di Mama e "Ministro del Succo". La donna sembra abbastanza alta e, mentre il Barone Tamago le spiega l'importanza dei Poignee Griffe, questa prende una ragazza e, senza curarsi delle sue suppliche, la spreme (nel vero senso della parola) per estrarne il "succo" da versare nel suo bicchiere! Il Barone Tamago va quindi a spiegare a Smoothie la storia dei Poignee Griffe dicendole che, insieme a quella portata da Jinbee, le pietre in possesso della ciurma di Mama sono tre, tra cui due Road Poigne Griffe. Ed è su questi che il Barone Tamago mette l'accento, spiegando ad una annoiata Smoothie che questi sono in grado di portare Mama a Raftel, l'isola finale che custodisce il segreto del mondo. Smoothie dice a Tamago di aver capito il valore di quelle pietre e di essere libera fino all'inizio del tea party, ma non capisce come mai vuole aumentare improvvisamente le difese di questo luogo e perché ha chiesto il suo aiuto. Il Barone Tamago parla quindi di un visone/pirata "Ladro di Poignee Griffe" che s'era già infiltrato una volta a Whole Cake Chateau e che, a quanto pare, sembra tornato sul luogo del delitto. Ovviamente, il Barone Tamago si riferisce proprio al buon Pedro che, a quanto pare, la prima volta è riuscito a cavarsela solo grazie alle suppliche di Pekoms. Quello che il Barone Tamago non sa è che Brook, grazie alla sua "forma spirito", ha sentito tutta la conversazione tra lui e Smoothie, e che ora anche Pedro è informato della cosa!

Brook dice a Pedro d'aver visto una dei "Dolci Comandanti" all'interno della stanza dove sono custoditi i Road Poignee Griffe e il visone, sapendo che quella è uno dei "pezzi grossi", intuisce subito che la missione si sta rivelando più dura del previsto. Ma il problema non è tanto Smoothie quanto il fatto che, e questo è un male per due "infiltrati" come loro, il Barone Tamago sa che Pedro è sull'isola. E sapendo che il Barone Tamago è a conoscenza della sua presenza sull'isola, Pedro dice a Brook che la loro missione è praticamente compromessa al 100%! Ma per come si sono messe le cose, un'occasione del genere potrebbe non ripresentarsi più anche perché, come dicono bene sia Brook che Pedro, tornare una seconda volta a Whole Cake Island significherebbe andare "faccia a faccia" contro Big Mom e la sua ciurma, con il rischio di non vedere mai più i Road Poigne Griffe. E sia Pedro che Brook sanno bene che quegli artefatti servono a Rufy per diventare il nuovo "Re dei Pirati"...

Sapendo che anche Rufy non se la sta passando bene e calcolate le (pochissime) variabili al piano originale che gli sono rimaste, sia Brook che Pedro decidono di fare una cosa decisamente folle: sapendo che il Barone Tamago cerca solo Pedro, Brook propone al visone di fare da esca...e Pedro accetta! Una missione praticamente suicida di cui gli esiti sono decisamente (e pericolosamente) incerti!

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail