One Piece, spoiler capitolo 848

Capitolo con un cliffanger finale davvero misterioso questo 848 di One Piece, che lascerà aperti molti dubbi nei lettori del manga di Eiichiro Oda!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 847 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 848.

Riassunto e spoiler capitolo 847 (link)

Spoiler capitolo 848

one-piece-eiichiro-oda-color-illustration-shonen-jump.jpg

Chiusa la chiamata con Big Mom, i figli dell'Imperatrice Pirata si prendono gioco di Rufy che, seppur imprigionato proprio nel castello di Mama, ha minacciato la piratessa come se niente fosse. La cosa fa ridere tantissimo i figli di Mama e Rufy, ancora furioso per le parole dell'Imperatrice, dice a questi di stare zitti e di combattere contro di lui. Il tutto nel silenzio pensieroso di Nami...

Ad interrompere il divertimento dei figli di Big Mom arriva un certo Anglais, anch'egli figlio della piratessa. Cavalcando un bruco come se fosse una Harley Davidson, Anglais informa i fratelli circa quanto sta accadendo all'interno della Sala del Tesoro dove, a quanto pare, le guardie di Mama hanno scovato un intruso. E noi sappiamo bene di quale intruso sta parlando Anglais!

Intanto, nella stanza della regina di Totland, la nuvoletta Zeus chiede a Mama se le parole di Rufy l'hanno fatta arrabbiare. Ma Big Mom non sembra affatto arrabbiata: come possono le parole di un teppistello come Rufy scalfire lei, che è un'Imperatrice Pirata? Mama non vede l'ora che arrivi l'indomani quando, in un colpo solo, metterà le mani sia sul Tamatebako che sul Germa. E per di più, essendo un'occasione speciale, potrà mangiare una buonissima torta! Sembra che proprio nulla possa far arrabbiare Big Mom, ma la donna non ha fatto i conti con quanto sta accadendo nel suo palazzo e, più precisamente, nella stanza del tesoro. E quando Mama viene avvisata dell'intrusione di qualcuno proprio nella stanza dov'è custodito il suo prezioso Tamatebako, la piratessa cambia immediatamente umore, infuriandosi proprio come quando ha saputo della sconfitta di Cracker!

Nella stanza degli ospiti, un ansiosissimo Sanji sta riflettendo sulla promessa strappata a Big Mom (il liberamento di Rufy e Nami dopo la cerimonia nuziale) e sul Baratie, che sarà risparmiato qualora il matrimonio andrà a buon fine. A Sanji fa davvero male separarsi dagli amici, ma sta facendo questo per il bene di tutti e della sua amata Pudding. Una Pudding a cui Sanji non vuole far vedere di essere preoccupato e di cui, a quanto pare, il pirata è innamoratissimo. Infondo, e lo sappiamo ormai da tempo, basta una bella ragazza per far innamorare Sanji!

Si va nella stanza di Pudding, dove la ragazza viene informata dalla sua inserviente circa il ritrovamento della Vivre Card di Laura. L'inserviente informa inoltre Pudding del fatto che Mama non ha approvato il vestito scelto dalla ragazza per il matrimonio, obbligandola a indossare l'abito scelto appositamente da Big Mom per l'occasione. Mama ha inoltre dato disposizioni su quello che Pudding dovrà fare fino a dopo la cerimonia, a dimostrazione di come la donna controlli completamente la vita della figlia. Ed a Pudding, parlando con l'inserviente, vengono in mente le parole di Laura quando, tempo fa, la ragazza decise di andarsene per evitare di sposarsi. Solo che Laura e Pudding non sanno quali sono i veri sentimenti di Mama per la figlia "fuggitiva"!

Nel frattempo, tra i corridoi di Whole Cake Château, Pedro sta seminando il caos tra gli uomini di Big Mama, lanciando bombe a destra e a manca e spostandosi da una parte all'altra come un matto! A quanto pare, Pedro ha praticamente bombardato la stanza del tesoro di Mama ed il Barone Tamago, lanciatosi all'inseguimento del visone, sta disponendo una trappola per bloccare l'intruso nel giardino. E proprio mentre il Barone Tamago sta dando disposizioni ai suoi uomini, Lady Smoothie chiama il suo sottoposto per dirgli che aveva ragione: gli intrusi non sono uno, ma due! Ovviamente noi sappiamo che si tratta di Brook, ma Smoothie non sa ancora l'identità del suo nemico che, nel caos generale, è riuscito ad entrare nella stanza del tesoro e a chiudere la porta, impedendo alla donna e ai suoi uomini di entrare. Il Barone Tamago sa bene che la porta chiusa da Brook è l'unica via d'entrata e di uscita dalla stanza, quindi basta sorvegliarla per bene ed il gioco è fatto. Smoothie, che s'era scusata per aver procurato questa situazione, accetta di buon grado il piano offerto dal Barone Tamago, avvisandolo però di una cosa: una volta uscito l'intruso, lei lo ucciderà! Ma il Barone Tamago, che dalla conversazione avuta con Smoothie ha intuito che Brook è un personaggio "particolare", dice al "Dolce Comandante" che Mama vorrà sicuramente aggiungere il pirata alla sua collezione. Quindi, se vuole che le cose vengano fatte per bene, è di vitale importanza che Brook non venga ucciso, ma catturato!

Brook è riuscito ad entrare nella Stanza del Tesoro e, nonostante Pedro si sia impegnato davvero tanto nel far fuori quanta più gente possibile, la stanza è comunque piena di nemici. Nemici che, vedendo Brook, vorrebbero tanto "regalarlo" a Mama per la sua collezione! I numerosi soldati/scacchi (gli stessi presenti nella battaglia tra i figli di Mama e Rufy/Nami) si lanciano tutti contro Brook che, ricevute da Pedro importanti informazioni sui nemici, sa già come contrattaccare. E sapendo che gli scacchi sono solo degli oggetti che hanno preso vita dalle anime ricevute da Big Mom, il "Re del Soul" rifodera la sua spada/bastone per usare un'arma decisamente insolita: la sua amata chitarra! Ma i soldati sembrano davvero molto ostinati, e Brook viene praticamente "sommerso" dagli scacchi. Ma a Brook è bastato fare un solo accordo per stendere tutti i soldati/scacchi in un colpo solo, lasciando i pochi umani presenti nella stanza a bocca aperta! Brook dice che delle anime inserite in corpi sbagliati come quelle dei soldati non possono nulla contro la potenza della sua anima urlante, dimostrando così di avere un po' di controllo sul terribile potere di Big Mom!

Pudding si reca nella "Biblioteca dei Prigionieri" dove, ad attenderla, trova suo fratello Opera (il tizio-crema) seduto su di un divano davanti al libro dove sono rinchiusi Rufy e Nami. Rufy riconosce subito la ragazza e le urla di farli uscire immediatamente da lì e Pudding, rivolgendosi ad Opera, chiede al fratello se è possibile parlare con il pirata e la sua amica. Opera acconsente e così, accompagnata da un soldato/pedone che apre le sbarre della prigione con un enorme segnalibro, Pudding entra nella cella dei suoi amici pirati. Rufy urla a Pudding che loro si sono recati sulla costa come pattuito e Nami, prima che il suo capitano possa spifferare tutto, dice al ragazzo di stare zitto e di aspettare che l'amica prenda parola...

Pudding è dispiaciuta sia per quello che hanno fatto i suoi fratelli ai due e sia per non aver mantenuto la promessa di incontrarsi sulla costa, rivelando ai ragazzi una cosa sensazionale: Sanji le ha proposto di sposarsi! Ma se la cosa ha reso davvero felice Pudding, lo stesso non si può dire di Rufy e Nami, che osservano la ragazza con occhi sgranati. Tuttavia, Pudding sa bene che Sanji le ha chiesto di sposarsi perché è un gentiluomo e che, nel profondo del suo cuore, è lei quella che sta per mandare tutto all'aria. Si, perché è Pudding che non vuole sposare Sanji, e non il contrario! Rufy e Nami sembrano davvero spaesati e Pudding, avvicinandosi agli orecchi dei due, sussurra qualcosa che lascia sotto shock i due pirati. Pudding fa quindi per andarsene e Rufy, che sa bene cosa ha intenzione di fare Pudding, urla alla ragazza "cosa diavolo sta per fare". Pudding si volta e, con il sorriso sulle labbra e il volto rigato dalle lacrime, la ragazza dice "addio" ai due pirati...

Cosa vuole fare di così terribile Pudding? Quanto è disposta a pagare la figlia di Big Mom per la sua libertà?

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail