One Piece, spoiler capitolo 853

Dopo una giusta settimana di pausa, Eiichiro Oda ritorna a deliziarci con un capitolo molto intrigante del suo One Piece!

Come sempre, ricordiamo a tutti i lettori italiani di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese di One Piece, potete tranquillamente usufruire delle nostre anticipazioni.

Dopo il salto troverete il link di rimando al capitolo 852 e le prime indiscrezioni (confermate e con immagini) del capitolo 853.

Riassunto e spoiler capitolo 852 (link)

Spoiler capitolo 853

one-piece-eiichiro-oda-color-illustration-shonen-jump.jpg

Com'era prevedibile, Big Mom ha sconfitto facilmente Brook, riuscendo comunque a mantenerlo "integro" in ogni sua parte. Tenendo lo "Scheletro Danzerino" tra le sue enormi mani, Big Mom lo accarezza accertandosi che questo non abbia subito nessun danno, lodandone al contempo le incredibili doti da guerriero. Ma seppur i soldati/scacchi sembravano intimoriti dal "Soul King", Mama dice a Brook che non aveva alcuna speranza di battere Napoleone (il suo cappello bicorno parlante), Zeus (la nube) e Prometeus (il Sole) che, a detta dell'Imperatrice Pirata, sono ad un livello completamente diverso dagli altri sottoposti. Questo perché Mama ha infuso in loro parte della sua anima e quindi, a rigor di logica, i tre sono da considerarsi come dei piccoli cloni di Big Mom!

Dopo accurate ricerche sugli abiti di Brook, i sottoposti di Mama avvisano la donna che il pirata non ha rubato nulla. La notizia sembra rallegrare Mama che, accarezzando Brook (immobile sin dall'inizio del capitolo), dice al "Soul King" che è tutto a posto, scusandosi per aver sospettato di lui. Mama dice a Brook di lasciar perdere il Road Poignee Griffe e il Tamatebako, due degli oggetti che in passato le sono stati soffiati da sotto il naso e che, a quanto pare, sono indispensabili per raggiungere Raftel. Mama dichiara che proteggerà il suo Poignee Griffe e il Tamatebako con molta cura anche perché, proprio Gol D. Roger, riuscì a farla sotto il naso dell'Imperatrice usando un potere che lei chiama "La voce di tutte le cose" che il Re dei Pirati usò per arrivare a Raftel prima di lei. Ma stavolta Mama non si farà cogliere impreparata perché, a detta dell'Imperatrice Pirata, anche loro stanno sviluppando qualcosa che le permetterà di avere lo stesso potere che fu di Gol D. Roger, annunciando infine che sarà lei a raggiungere Raftel! Ma proprio mentre parla di queste cose con Brook, Mama viene raggiunta dall'infida Pudding, dicendo che stava giusto parlando di lei. Mama chiede subito a Pudding se il potere del suo terzo occhio si è risvegliato e la figlia, sbuffando in maniera goffa, risponde dicendo che la madre parla sempre è solo di questo, ricordandole che lei è comunque una "mezzosangue". Pudding ricorda inoltre a Mama che le potrebbe capitare di non riuscire mai a risvegliare quel potere, ma almeno di una cosa Big Mom è certa: il sangue della tribù dei tre occhi scorre nelle vene di Pudding, e tanto basta per sapere che potranno comunque combinare qualcosa di buono!

Brook ha paura che Pudding possa riconoscerlo, e così fa finta di rimanere fermo ed immobile nella speranza che la ragazza non si accorga di nulla. Ma Pudding ha riconosciuto subito lo "scheletro" che si accompagnava a Rufy e agli altri e, pur meravigliandosi di come questo sia riuscito ad arrivare fin lì, vederlo immobile tra le mani di Big Mom la rassicura subito. Anche perché, decisamente imbarazzata, Pudding vorrebbe parlare con Big Mom di una cosa importante...in privato!

Intanto, nel cortile del terzo piano del palazzo di Big Mom, la lotta tra il Barone Tamago e Pedro continua senza sosta. A quanto pare, una volta tagliato dalla lama di Pedro, il Barone Tamago si è trasformato nel "Visconte Hiyoko", una specie di pulcino guerriero molto forte. Ci viene infine spiegato, dalle guardie che hanno visto Pedro tagliare nuovamente il Barone Tamago ora Visconte Hiyoko, il potere di questo misterioso sottoposto di Big Mom: grazie al Frutto del Diavolo Tama-Tama, il Barone Tamago (Barone Uovo) può evolversi in due forme diverse, che sono appunto il Visconte Hiyoko (Visconte Pulcino) e il Conte Niwatori (Conte Gallina). Ogni forma è ovviamente più potente di quella precedente e, avendo sconfitto anche il Visconte Hiyoko, ora Pedro dovrebbe affrontare la forma più potente del Barone Tamago, ovvero il Conte Niwatori di cui sopra. E per evitare di dover affrontare un nemico tanto potente quanto pericoloso, Pedro decide di farla finita nel breve lasso di tempo che separa la trasformazione del Visconte Hiyoko nel Conte Niwatori. Una mossa sleale, ma comunque coerente. Ovviamente, vedendo la risolutezza di Pedro, i sottoposti del Barone Tamago non vogliono che questo arrivi a tanto e così, tutti insieme, i guerrieri provano a fermare il visone. Ma Pedro, con una mossa suicida, sfodera una serie di bombe che lascia esplodere ai suoi piedi, dove si trova appunto il Visconte Hiyoko! L'esplosione è fortissima e tutti i nemici, Visconte Hiyoko compreso, vengono investiti dalla potenza distruttiva della mossa finale di Pedro...

Ma sembra proprio che Pedro non sia morto, anzi: poco prima di lasciarsi esplodere, il visone ha visto che Chopper e Carrot lo stavano osservando da uno degli specchi posti nel cortile, avendo così tutto il tempo per elaborare un piano che gli permettesse di scappare da quella situazione potenzialmente pericolosa! Carrot e Chopper sono riusciti a prendere Pedro in tempo nonostante, come abbiamo letto, il visone abbia pensato ad una soluzione tanto rischiosa quanto "esplosiva", e la povera coniglietta dice al compagno d'armi che lui è davvero un "matto"! Pedro non riesce a capire come hanno fatto Carrot e Chopper ad impossessarsi di questo strano "Mondo degli Specchi" e come fanno a controllarlo, quindi la renna dei Mugiwara spiega al guerriero cosa hanno fatto e come possono spostarsi da un punto all'altro dell'isola con facilità. Ora che sono finalmente riuniti, Pedro e gli altri vanno alla ricerca di Rufy e gli altri che, come da notizie riportate da Chopper e Pedro, sono stati catturati da Big Mom. Pedro è preoccupato anche per Brook e così, per provare a capire dove sono gli altri, Carrot mostra agli specchi dei ritratti "artistici" (qualcosa stile shojo anni novanta) che ha fatto dei suoi amici. Gli specchi rispondono dicendo che la ragazza con i capelli lunghi sta scappando da qualche parte all'interno del Palazzo di Big Mom. Ma la ragazza non è sola, perché ad accompagnarla non c'è Rufy, ma "Boss Jinbe"!

Rufy sta seminando il panico tra le guardie del Palazzo che, non riuscendo a fermare la furia del pirata, chiedono a gran voce l'intervento di uno dei "Dolci Comandanti". Ed effettivamente, come suo solito, Rufy sta combattendo con tutto se stesso, urlando contemporaneamente il nome di Sanji con la speranza che l'amico possa sentirlo. Ma mentre sta combattendo contro l'ennesimo gruppo di guardie, Rufy viene preso da un braccio e portato (con violenza) all'interno di una stanza. Ad "agguantarlo" è stata ovviamente Reiju che, prima di parlare con il pirata, si assicura che nessuna delle guardie di Big Mom entri nella stanza. Rufy ha subito riconosciuto Reiju come "la sorella di Sanji", dicendo alla donna di lasciarlo andare perché "va di fretta". Reiju chiede a Rufy se sta cercando Sanji, aggiungendo che il fratellino è stato con lei fino a qualche istante fa. Rufy, urlando, dice a Reiju che Pudding li sta ingannando e che deve trovare Sanji prima che qualcuno possa fargli del male, ma dopo aver visto che la ragazza è ferita, il pirata si calma e le chiede come sta. Reiju ringrazia Rufy per la cortesia e, ritornando a parlare di Pudding, la sorella di Sanji informa "Cappello di Paglia" che il fratello ha scoperto tutto. Rufy chiede quindi se Sanji sapeva già tutto, ma Reiju lo rassicura dicendogli che ha scoperto la verità solo da poco. Ma non è questo il problema: preoccupato per i ragazzi del Baratie e per i membri della sua ex ciurma, Sanji sembra intenzionato a non voler scappare da Whole Cake Island! Reiju dice a Rufy che lei ha provato a convincerlo, ma sembra proprio che il fratello non voglia sentire ragioni, preoccupato com'è per la sorte di tutte le persone a cui vuole bene (lei inclusa). Rufy dice a Reiju che conosce anche lui i ragazzi del Baratie e, se dovrà andare nel Mare Orientale per difenderli, lo farà. Peccato che Rufy è davvero affamato e, dopo l'ennesimo brontolio, il pirata si accascia sulle sue ginocchia. Reiju chiede a Rufy se vuole qualcosa da mangiare, ma il pirata risponde di no. Reiju sa bene che Rufy ha promesso a Sanji che mangerà solo cibo preparato dalle mani del fratello, e la cosa sembra rincuorarla un po'...

Felice di sapere che Sanji è a conoscenza del complotto di Pudding, il pirata ringrazia Reiju per averla informata e, dopo essersi ripreso, si lancia a tutta birra verso la finestra della stanza in cui si trova la ragazza! Reiju chiede a Rufy cosa sta facendo e questo, ricordando il punto dove ha promesso a Sanji di reincontrarsi, dice alla sorella dell'amico che si sta recando proprio là...sfondando la finestra e saltando nel vuoto senza pensarci su due volte!

Mentre Sanji fa mente locale di quanto potrebbe succedere ai suoi amici e alla sua famiglia, Rufy viene raggiunto da degli abitanti di Whole Cake Island che, tra le macerie, scorgono la figura del nostro amato pirata!

via | Mangahelpers

  • shares
  • +1
  • Mail