Batman - I laureandi inglesi bocciano il mantello

batman mantello

Gli studenti di fisica dell' Università di Leicester hanno sconfitto definitivamente Batman!

Come? Attraverso uno studio approfondito che ha prodotto un'analisi bizzarra sul personaggio della Dc Comics, protagonista anche del film fenomeno The Dark Knight Rises. I laureandi inglesi hanno pubblicato sul Journal of Special Physics Topics i risultati della loro ricerca, attraverso la quale hanno dimostrato che il mantello del Cavaliere Oscuro non potrebbe mai permettergli di planare da un grattacielo all'altro come spesso ci mostrano nei fumetti e nelle pellicole cinematografiche o nei cartoon. Scopriamo che nella realtà l'impatto dell'eroe con il suolo sarebbe equivalente a essere investiti da un'auto a 80 km/h. Insomma, fino ad oggi Batman è stato un miracolato! I ragazzi hanno dichiarato che planare con un mantello non è un modo sicuro di spostarsi da un palazzo all'altro a meno che non si usi un metodo convenzionale per frenare rapidamente, come il paracadute.

Raramente abbiamo visto Batman sfruttare il paracadute, preferendo più entrate ad effetto e spostamenti spericolati. La fisica boccia pienamente le tecniche di Bruce Wayne e tenta di sminuirne proprio la sua più grande abilità: essere un semplice uomo, in grado di sopravvivere tra gente dotata di superpoteri. Per rendere Batman più realistico gli autori dovrebbero farlo andare in giro con un comune paracadute, ben installato nel costume, forse anche all'interno di un jet pack.Diversamente sarebbe spacciato, poiché l'effetto di gravità non perdona! I laureandi inglesi, calcolando l'apertura alare del mantello vista al cinema (4,7 metri), hanno decretato che "lanciandosi da un grattacielo di 150 metri di altezza, Batman planerebbe per 350 metri circa, toccando la velocità di punta di 110 km/h, prima di stabilizzarsi a 80 km/h e impattare al suolo". Nel mondo reale il risultato di un volo del genere genererebbe solo una bella bat-frittata!

via | Wired

  • shares
  • Mail