Comicsblog intervista Giorgia Vecchini, la cosplayer più famosa d’Italia

Giorgia CosplaySe il cosplay italiano avesse una regina, quella sarebbe sicuramente Giorgia Vecchini. Vincitrice di svariati premi nazionali ed internazionali (tra cui spicca il primo posto ottenuto al World Cosplay Summit 2005), la bella e simpatica Giorgia è una delle cosplayer italiane più famose ed apprezzate. Piena di hobby e passioni, l’infaticabile Giorgia ha collaborato (con foto e testi) alla stesura del libro “Fenomenal Cosplay”, uno dei primi (se non il primo) photobook italiano dedicato esclusivamente al mondo del cosplay.

Basta quindi con i preamboli e lasciamo che sia Giorgia a parlare.

Comicsblog: Ciao Giorgia, è un piacere intervistare una delle più grandi cosplayer in Italia. Innanzitutto parlaci della tua esperienza al Lucca Comics And Games 2008.

Giorgia: Quest'edizione di Lucca è stata un po' sui generis per quanto mi riguarda. Giovedi ho avuto modo di apprezzare il lato espositivo della fiera in quanto tale, girando tranquillamente per gli stand (ed è stata una scelta saggia, considerando la bolgia umana dei giorni successivi), peccato solo che un'acqua incessante abbia reso sia giovedì che venerdì molto difficili spostamenti e logistica. Venerdì e sabato sono stata invece confinata allo stand Albatros, come testimonial del personaggio Vanja (da Eracle 91) creato dal disegnatore Enzo Troiano. Giuro di non aver mai visto in tutti gli anni che frequento la kermesse lucchese tanta gente come sabato 1 novembre. Il collasso. Mentre domenica mi sono fata in tre: al mattino allo stand delle Winx nei panni di Flora per una registrazione con gli amici di Rai Sat, poi allo stand della Coniglio Editore come Mai Shiranui per presentare il libro fotografico sul cosplay che ho curato "Fenomenal Cosplay", e infine nel pomeriggio in zona palco con il nuovo costume.

Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia

CB: Hai portato qualche cosplay nuovo?

Giorgia: Si, ho portato un'elfa oscura da Lineage II, ma credo mi abbiano visto in pochi, sono uscita piuttosto tardi.

CB: Ho visto la bellissima gallery dei cosplay che hai realizzato fino ad oggi, ed ho notato che sei una grande appassionata di anime e manga del passato. Prediligi le vecchie produzioni rispetto alle nuove?

Giorgia: In linea di massima amo maggiormente i personaggi con cui sono cresciuta quindi gli eroi degli anni 80 e 90, ma credo sia naturale. Tuttavia qualche incursione in serie nuove (specie quando i giapponesi me lo chiedono) non me la lascio sfuggire, e poi la verità è che spesso i nuovi personaggi hanno un design o un costume molto più accattivante.

CB: Quanto tempo ci metti a progettare, realizzare, perfezionare e finire un cosplay?

Giorgia: Dipende molto dal tempo che ho a disposizione e dalle risorse. Ci credereste se vi dicessi che quello per Lucca l'ho realizzato in 4 giorni? Beh in questo caso ho potuto darmi da fare all'ultimo solo per tutta una serie di motivi, altrimenti ci sono costumi che richiedono settimane o mesi di gestazione prima di vedere la luce. Ho imparato negli anni a non lesinare su nulla, dalle stoffe agli accessori; i dettagli sono quelli che in un cosplay fanno la differenza, specie se il costume non è particolarmente elaborato.
Deve essere perfetto.
Ma la perfezione in termini di costi si paga,eccome. Poi in realtà capita spesso anche di girare per negozi e vedere ammennicoli vari che lì per lì non ti servono a nulla, ma che sai potrebbero un giorno essere utilizzati per....insomma quando sei un cosplayer in realtà non ti fermi davvero mai!

Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia

CB: Ma parliamo della tua partecipazione al libro Fenomenal Cosplay di Alessandro Bottero. Com'è stata questa esperienza?

Giorgia: Dunque...in realtà il libro l'ho curato io , sia nei testi che nella selezione fotografica, mentre l'introduzione è a cura di Alessandro Bottero. La cosa è nata un po' per scherzo, durante una cena a Lanciano lo scorso aprile in cui entrambi ci siamo trovati ospiti e commensali alla stessa tavola. Alessandro ha buttato lì l'idea di una produzione fotografica cosplay related, assolutamente assente in Italia, e così ne abbiamo iniziato a parlare in modo più diffuso. In realtà il progetto si è poi veramente concretizzato nel mese di settembre, con un tour de force che non potete immaginare per riuscire ad essere presenti in occasione di Lucca Comics (tra photoshooting da realizzare, invii di materiale oltreocaeno) ecc, ma a parte questo mi pare che il prodotto finale sia più che soddisfacente. E dato che Natale è vicino potrebbe essere un'ottima strenna no?
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia

CB: Ritieni che il cosplay in Italia sia un fenomeno passeggero o una vera e propria subcultura?

Giorgia: Non sono d'accordo con il termine subcultura (non per niente abbiamo fatto editare questa dicitura alla wikipedia), il cosplay è un hobby, una pratica, una passione, ma non certo una subcultura. Ora che il fenomeno dilaga e cresce sempre più specie tra le giovani generazioni, grazie all'invasione pacifica di anime e manga, non credo proprio che vi libererete di noi tanto presto! Del resto basta dare un occhio all'estero per rendersi conto che non si tratta di un fenomeno passeggero, ma di un'espressione che si è lentamente affermata nel corso dell'ultimo decennio, fino a raggiungere le ragguardevoli dimensioni attuali.

CB: Qual è la cosa più bella per un cosplayer?

Giorgia: Perchè faccio cosplay dunque? Perché è divertente. Perché si conoscono un sacco di persone.Perché è una passione molto creativa e che implica, richiede e sviluppa diversi tipi di competenze.Perché è un altro modo colorato e multisfaccettato di vivere la propria passione per l’animazione giapponese e non, e i fumetti in genere. Perché è gratificante: danno indubbiamente soddisfazione le numerose foto per cui si posa durante gli appuntamenti fieristici e i complimenti ricevuti. Perché fa sognare e per un giorno si può diventare in tutto e per tutto il personaggio che si è deciso di interpretare... o almeno, questi sono alcuni dei miei perché.

CB: Hai in mente qualche nuovo cosplay?

Giorgia: Ben più d'uno, per il 2009 ne vedrete almeno 5-6.

CB: L'aspetto fisico conta molto nel mondo del cosplay?

Giorgia: Dipende molto da come vivi il cosplay e a che livello. Se non ti interessa l'aderenza fisica ad un personaggio ma solo l'idea di divertirti in compagnia, o di interpretare qualcuno che ti piace al di là della totale mancanza di “phisique du role”, allora l'aspetto conta relativamente. Se invece cerchi la totale identificazione con il character scelto, allora l'aderenza fisica è davvero importante. Certo parrucche, lenti a contatto e altri accorgimenti vengono sicuramente in aiuto, ma una buona base di partenza è quantomeno necessaria.

CB: Ultima domanda: ti rivedremo a qualche fiera prima della fine dell'anno o dobbiamo aspettare il 2009?

Giorgia: La seconda che hai detto! Di certo entro fine anno potete vedere delle nuove sessioni fotografiche sul mio sito.

CB: Grazie ancora per la disponibilità Giorgia, sei davvero molto simpatica e professionale!

Giorgia: Grazie a voi.

Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia
Giorgia, la cosplayer più famosa d'Italia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO