Il ritorno di “Esp” di Michelangelo La Neve da Comma 22

Esp

Il ritorno di Esp, il dipartimento speciale situato nelle viscere di Roma, si è concretizzato! La casa editrice Comma 22 ha diramato un comunicato stampa in cui annuncia la pubblicazione di Esp - L'angelo predatore!

Il volume (cm 17x24, brossurato, 208 pagine in B/N, 17 euro; cliccate qui per un'anteprima) è realizzato da Michelangelo La Neve e Marco Nizzoli. Vi facciamo leggere immediatamente l'approfondita presentazione di quest'opera che è uscita la prima volta nelle edicole nel lontano dicembre del 1995 ed è approdata anche sulle pagine dell’Intrepido. Comunicato stampa:

Finalmente la Comma 22 può annunciare il recupero di questa importante serie italiana creata dalla mente geniale di Michelangelo La Neve e che ai disegni ha visto alcuni dei migliori disegnatori dell’ultima generazione, tra gli altri Marco Soldi (alle copertine), Di Giammarino, Di Vincenzo, Caracuzzo, Accardi, Toffolo… Nizzoli. Il progetto varato da Comma 22 con la supervisione di La Neve è quello di ristampare in maniera organica tutto il materiale prodotto in volumi che raccoglieranno ognuno due albi originali con alcuni apparati. Una serie che testimonierà dell’originale ricerca di La Neve che ha tentato la creazione di quella che lui stesso ha definito “poesia fatta fumetto”. ESP è nata sulle pagine de L’Intrepido per poi essere sviluppata in albo da 96 pagine autonomo a partire dal dicembre 1995 per diciotto numeri in edicola e qualche speciale successivo. Il progetto editoriale di Comma 22 è quello di rendere nuovamente disponibile l’intera produzione all’interno di corposi volumetti.

ESP è un dipartimento speciale situato nelle viscere di Roma, che studia gli infiniti mondi della mente in appositi locali chiamati camere di suggestione. Bianca, la protagonista fa volare la sua anima per visitare i soggetti soggetti a fenomeni paranormali. ESP è ambientato un po’ a Roma e un po’ in ogni luogo: in mondi in cui è possibile accedere se si ha il “potere"”, ma che non sono meno “reali” del nostro. Il Giardino delle Anime, mondo in cui vagano le anime dei morti finchè vi sarà memoria di loro, dominato dal Mangianime e dalla piccola Jena , bambina senza sentimenti. Il mondo di Padre Utero, padre e madre di tutti gli abitanti del luogo, in cui i maschi a 18 anni diventano Angeli del male e le femmine muoiono. Il mondo della città Arida…

Gli argomenti affrontati sono continue lotte, sofferenze, piccole e grandi felicità che riempiono la vita dei personaggi. Su ESP sono un po’ tutti protagonisti e un po’ nessuno. C’è Kendra, grande amica di Bianca e sorella di Jena. Esiliata dal suo mondo per sempre, vive a Roma.
I veri protagonisti sono i sentimenti e le emozioni che in quest’opera assumono forme di metafora: i mondi “paralleli” di cui parlavo, i personaggi stessi con i loro problemi affrontano le nostre paure, i nostri dolori e le nostre felicità. Per questo leggerlo è come “affondare” in un torpore che porta la mente lontana dal corpo, la fa volare e… sognare!

via | Comma 22

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: