Karakuri Circus di Kazuhiro Fujita (Ushio e Tora, Springald, Moonlight Act) per GOEN!

Karakuri Circus

Il più inatteso ma anche il più apprezzato annuncio di GOEN alla recente edizione del Lucca Comics & Games è stato sicuramente quello sul “ripescaggio” di Karakuri Circus di Kazuhiro Fujita, autore ben noto anche in Italia per Ushio e Tora e per gioiellini come Black Museum Springald e Lo sguardo sinistro della Luna.

Piuttosto bistrattato dagli editori italici, che con edizioni mediocri e poco appetibili – per usare un eufemismo – ne hanno reso l'affermazione presso il grande pubblico particolarmente ostica, Fujita è comunque riuscito a conquistare un buon numero di affezionati sempre speranzosi del suo ritorno in grande stile. Emblematico il trattamento riservato alla sua serie più famosa, presentata per la prima volta da Granata Press sulla scia di Ken il guerriero (che sostituì nella collana Z-Compact), ma poi interrotta con la chiusura della società alla quattordicesima “sottiletta”. Qualche anno dopo, il manga è stato ripreso da Star Comics dal punto esatto in cui Granata l’aveva lasciato, impedendo in questo modo a nuovi lettori di avvicinarsi alla serie e perdendo probabilmente buona parte dei vecchi.

Karakuri Circus anteprima (01)
Karakuri Circus anteprima (02)
Karakuri Circus anteprima (03)
Karakuri Circus anteprima (04)

Erano poi i tempi delle numerazioni “folli” (Ushio e Tora – Le origini, nomenclatura inventata di sana pianta per giustificare in qualche modo la riproposta della parte iniziale precedentemente ignorata) e delle cover colorate in casa... Sorte simile per Karakuri Circus, i cui primi sei volumi, ripartiti in dodici uscite, furono pubblicati tra il 2002 e il 2003 dalla Play Press con il sottotitolo di “Battaglia non convenzionale”; distribuzione da edicola casuale e quindi interruzione, con l’ultimo albo spacciato per finale. Fortunatamente lo zoccolo duro di appassionati, in Italia, è rappresentato da una nicchia che non si fa scoraggiare dal continuare a supportare l'autore anche quando, come nel caso più recente, Moonlight Act in corso per J-Pop, risulta un po’ meno ispirato e proposto a singhiozzo.

Pubblicato sul settimanale Shonen Sunday di Shogakukan tra il 1997 e il 2006, Karakuri Circus – Le cirque de Karakuri (sottotitolo in francese presente all’origine sulle cover dei volumetti giapponesi) ha per protagonista Masaru Saiga, un ragazzino che da figlio illegittimo si ritrova inaspettatamente erede universale di tutta la fortuna economica del padre. La prospettiva è chiaramente inaccettabile per i fratellastri e lo zio, che per eliminarlo assoldano degli assassini esperti nell'arte del combattimento con grandi e inquietanti bambole meccaniche derivate dall’antica tradizione artigiana giapponese delle karakuri ningyo. Ma perché tanto trambusto per eliminare un bambino inoffensivo? Perché il piccolo è protetto dalla bella Shirogane, una ragazza francese addestrata fin dalla nascita a padroneggiare Harlequin, una delle marionette da combattimento più potenti!

Inoltre, Masaru ha dalla sua parte Narumi, un energumeno campione di arti marziali che lo ha tratto in salvo dai primi sicari e al quale è affezionato come a un fratello maggiore. Narumi soffre di una assurda patologia che lo costringe a divertire il suo prossimo, pena un attacco che lo condurrebbe alla morte. Tra i due si crea uno speciale rapporto simbiotico: Narumi lo difende e Masaru, ridendo, gli evita la morte. Parte importante del manga è l’aura di mistero che circonda le bambole meccaniche, creazioni quasi demoniache, e la storia delle origini stesse della famiglia Saiga: le tetre e angoscianti atmosfere viste nei primi capitoli della storia, rese alla perfezione grazie al tratto caratteristico dell’autore, non sono che un assaggio.

Fujita è un abilissimo narratore, uno dei pochi autori capaci di raccontare storie di sentimenti in modo mai banale, perché alla fine, scartati tutti gli elementi “pirotecnici” e le scene d’azione imbastite per attirare l’attenzione del lettore, le sue rimangono solo storie di sentimenti in grado di risvegliare emozioni che spaziano dalla commozione all’allegria nel giro di qualche vignetta con estrema naturalezza. GOEN pubblicherà Karakuri Circus in volumi da 200 pagine circa in formato 12x17 cm al prezzo di 4,95 euro. L'edizione sarà dunque quella classica da 43 tankobon, ma adotterà la grafica della nuova edizione in maxi volumi da 350 pagine che Shogakukan ha in corso dal luglio 2011. L’appuntamento con Karakuri Circus è in fumetteria per fine 2013. Qualche tavola a casaccio dal manga:

Karakuri Circus anteprima (05)
Karakuri Circus anteprima (06)
Karakuri Circus anteprima (07)
Karakuri Circus anteprima (08)
Karakuri Circus anteprima (09)
Karakuri Circus anteprima (10)
Karakuri Circus anteprima (11)
Karakuri Circus anteprima (12)
Karakuri Circus anteprima (13)
Karakuri Circus anteprima (14)
Karakuri Circus anteprima (15)
Karakuri Circus anteprima (16)
Karakuri Circus anteprima (17)
Karakuri Circus anteprima (18)
Karakuri Circus anteprima (19)
Karakuri Circus anteprima (20)
Karakuri Circus anteprima (21)

Tutte le immagini sono (C) 1997 Kazuhiro Fujita/ Weekly Shonen Sunday/ Shogakukan

  • shares
  • +1
  • Mail