Getter Robot - The Last Day e Kyashan Sins prossimamente in tv su Man-Ga (Sky 149)

Nuovi anime su Man-Ga nel 2013

Getter Robot – The Last Day, l'attesissima miniserie OAV nagaiana prossimamente in Blu-ray e DVD Yamato Video, e Kyashan Sins (Casshern Sins, in originale), annunciato dall'editore milanese all'edizione 2009 del Lucca Comics e poi lasciato sprofondare nel vortice delle licenze dimenticate, non saranno le uniche due novità dei palinsesti 2013 del canale satellitare dedicato all’animazione giapponese. Come annunciato a inizio mese dai ragazzi di Man-Ga all'edizione appena trascorsa della fiera lucchese, a questi si aggiungeranno anche la seconda stagione di Tutor Hitman Reborn! e, a sorpresa, High School of the Dead. Ma quando saranno trasmesse? “Le date di messa in onda dei vari anime saranno rese note a tempo debito, quindi abbiate pazienza se non risponderemo nell'immediato...”, perciò mettiamoci comodi.

Prodotto nel 1998 da Bandai Visual e Dynamic Planning, Getter Robot – The Last Day è già stato pubblicato l’anno successivo da Dynamic Italia in sei VHS. Gli OAV, ispirati alla lunga saga robotica di Go Nagai e del compianto Ken Ishikawa, riportano in azione il primo robot componibile guidato da piloti della storia dell’animazione giapponese: in un vicino futuro l’umanità è riuscita con successo a individuare, raccogliere e studiare i misteriosi raggi Getter, che sembrano avere un ruolo essenziale nell’evoluzione delle specie di vita del pianeta. Tuttavia, nessuno sulla Terra poteva immaginare che questa scoperta avrebbe alzato il drammatico sipario sull’ultimo giorno del mondo... Edizione in alta definizione particolarmente attesa!

Presentato in anteprima al Future Film Festival nel 2009, Kyashan Sins ci porta in un mondo in cui i robot hanno preso coscienza di se stessi e governano l’umanità nel terrore, finché un giorno una ragazza misteriosa chiamata Luna appare per condurre gli uomini alla salvezza. Tre emissari di Bryking, il leader supremo dei robot, sono inviati a eliminare la ragazza, ma quando Kyashan, il più potente tra essi, la uccide, il mondo si avvia alla distruzione. Secoli dopo, in un’atmosfera irrespirabile e in un ecosistema rovinato, e sotto la continua minaccia robotica, la razza umana è ormai prossima all’estinzione. Anche i robot, tuttavia, cedono sotto l’erosione dei veleni presenti nell’atmosfera, costretti a continue e sempre più difficoltose riparazioni. Kyashan, scomparso dopo l’uccisione di Luna, riemerge ora privo di memorie e, deciso a scoprire la verità su se stesso, vagabonda in cerca del suo destino...

La serie in ventiquattro episodi, prodotta nel 2004 dallo studio Madhouse come remake dell'originale degli anni Settanta di Tatsunoko, è diretta da Shigeyasu Yamauchi, regista dei film di Saint Seiya e degli OAV Hades – Sanctuary, e caratterizzata graficamente da Yoshihiko Umakoshi (Berserk serie tv, Saint Seiya Omega). Madhouse firma anche High School of the Dead, miniserie in dodici episodi ispirata al manga omonimo scritto da Daisuke Sato e disegnato da Shoji Sato sulle pagine di Monthly Dragon Age di Kadokawa Shoten a partire dal 2006. La serie, che conta attualmente sette volumi, l’ultimo dei quali pubblicato in Giappone nel 2011, è pubblicata da Planet Manga nella collana Manga Extra con il sottotitolo “La scuola dei morti viventi”. Da maggio l'editore modenese ha iniziato la pubblicazione della Colour Edition, il cui quarto volume è di imminente uscita:

È l’apocalisse. In tutto il mondo un virus diffusosi nell’arco di sole poche ore trasforma gli uomini in zombi. In Giappone, gli studenti della scuola superiore Fujimi, insieme all’infermiera dell’istituto, la prosperosa Shizuka, si uniscono per sopravvivere alla terribile minaccia. Tra loro anche il protagonista principale, il diciassettenne Takashi Komuro. “Loro”, gli zombi, sono dappertutto, sono ciechi, scoordinati nei movimenti ma molto, molto affamati. Si orientano con l’udito e la percezione termica, in cerca di carne viva e sangue caldo da bere. Il loro morso è una condanna. Ma cosa è successo veramente nel mondo? Un survival horror ironico e sexy fortemente splatter per tutti gli amanti del mistero, dell’azione e del fanservice.

Per quanto riguarda la serie animata di Tutor Hitman Reborn!, apprezzato shonen di Akira Amano arrivato al naturale epilogo qualche giorno fa, esattamente il 12 novembre, sul numero 50 di Weekly Shonen Jump dopo quasi nove anni di serializzazione (il primo capitolo è dell'aprile 2004), Yamato Video ha già pubblicato la prima stagione di 26 episodi in un unico DVD Box da cinque dischi e successivamente alla trasmissione dei nuovi episodi su Man-Ga porterà in home video anche la seconda – l'anime conta in totale 203 puntate, prodotte da Artland tra il 2006 e il 2010). Ma da questo mese anche il manga è tornato nelle nostre edicole e fumetterie in edizione Star Comics, dopo l'interruzione di Planeta DeAgostini. Il primo volume della serie è in vendita dal 2 novembre, mentre da giovedì 22 sarà possibile acquistare anche in edicola il numero 19 con gli episodi inediti:

“Tsunayoshi è un impacciato adolescente giapponese come tanti, ma il suo nuovo insegnante privato di origini italiane, il misterioso e infantile Reborn, ha grandi progetti per lui. Dal suo bizzarro tutor, Tsuna apprende infatti di essere l’erede designato di una delle più potenti famiglie mafiose attualmente in attività, i Vongola, con cui il ragazzo scopre di essere imparentato alla lontana. Inizia così per Tsuna una serie di (dis)avventure durante le quali dovrà imparare a destreggiarsi tra potenti nemici decisi a eliminarlo, nuovi membri della Famiglia e colpi speciali dagli effetti strabilianti!”. In Giappone, il volume 42, l'ultimo, è atteso per il 4 marzo. Di seguito il divertente speciale “Tutor Hitman Reborn!: Aspettando la seconda stagione”.

  • shares
  • Mail