Hell Girl - il manga esce ad aprile

hell girlSono dell'idea che talvolta si possa capire la qualità della storia di un manga dai primi 5 minuti di lettura. Questo è il caso di Hell Girl: una vicenda che ti tiene incollata alle pagine una dopo l'altra. Un solo rischio, ovvero che, col passare del tempo, tutto si ripeta. Veniamo a qualche dato tecnico: il manga è di Etoo Miyuki, pubblicato dal 2005 sul Nakayoshi della Kodansha, in 9 volumi completo. Verrà distribuito in Italia dal 15 aprile, grazie alla Star Comics, con queste caratteristiche 11.5x17.5, 208 pp, b/n, al costo di 3,90 euro.

Il mio primo pensiero è corso a Death Note, e vi spiego immediatamente il perchè. Il nodo della storia riguarda lo scrivere un nome per mandare all'inferno qualcuno: non su un quaderno ma su questo sito misterioso che compare soltanto a mezzanotte. Una volta scritto il nome arriverà una bella vendicatrice che manderà all'inferno, non senza sofferenze, la persona prescelta. Naturalmente il tutto viene fatto in cambio di qualcosa: la persona che scrive il nome sul sito dovrà dare la sua anima come ricompensa.

Il primo volume è veramente bello: ci vengono narrate le vicende di persone comuni che si rivolgono alla cruenta vendicatrice poichè hanno subito dei palesi soprusi. Vediamo quindi la studentessa bulleggiata, la pasticcera a cui rubano un'idea vincente, l'attrice a cui viene portata via la parte, e così via per diverse storie: tutte veloci, tutte facilmente leggibili, tutte con il medesimo finale. Il cattivo finisce all'inferno subendo torture ben maggiori di quelle che ha inflitto. Non immaginatevi assolutamente però la stessa grafica di Obata: il livello di questo manga è quasi quello di un normale shojo: protagoniste con gli occhi grandi e senza troppi tratti raffinati. Non fermiamoci però alle apparenze: la storia fino ad ora è avvincente. Direi da leggere.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: