Spoiler capitolo 581 di One Piece

Spoiler capitolo 581 di One Piece

Dopo una settimana di meritato riposo, Eiichiro Oda torna a disegnare il suo bellissimo One Piece! Ci sono parecchi spunti su cui riflettere e Oda, dopo aver riordinato le idee, saprà sicuramente sorprenderci con il suo capolavoro che, ci preme di ricordare, è in assoluto il manga più venduto degli ultimi anni. Ricordiamo a tutti i lettori dell’edizione italiana di One Piece di non proseguire nella lettura mentre, se seguite la serializzazione giapponese del manga, potete tranquillamente usufruire dei nostri spoiler.

Dopo il salto troverete il riassunto del capitolo 580 e gli spoiler (con immagini) del capitolo 581.

Riassunto capitolo 580:

Anche il temibile Shanks "Il Rosso" ha raggiunto Marineford e Garp, che ben ricorda il potente pirata (secondo il viceammiraglio è stato lui a far intraprendere a Rufy la carriera di pirata), non sembra molto contento di rivederlo. Anche Sengoku ha un espressione molto minacciosa mentre, tra i pirati e i Marines, si fa largo la notizia dell'arrivo di Shanks che, come molti dei presenti ricordano, è stato impegnato in una piccola "scaramuccia" con un altro imperatore dei pirati, Kaidol. Per questo tutti si chiedono come abbia fatto Shanks ad arrivare così velocemente a Marineford...che si sia sbarazzato dell'altro imperatore una volta per tutte?

Shanks raccoglie il cappello di paglia che egli stesso ha donato a Rufy tempo fa e, guardando in aria, nota che Bagy (ex compagno di Shanks sulla nave di Gol D. Roger) sta "svolazzando" sulla sua testa. Il pirata chiama a gran voce Bagy e, con la promessa di regalargli una mappa del tesoro, chiede al suo ex compagno di portare il cappello di paglia sulla barca di Law. Ovviamente l'avido Bagy accetta immediatamente la proposta e, mentre il clown porta il cappello sulla nave di Law, Lucky Lou chiede a Shanks se è sicuro di non voler rivedere Rufy. Shanks vorrebbe tanto rivederlo (sono passati ben dieci anni dal loro ultimo incontro) ma, se dovesse reincontrare il giovane amico, verrebbe meno alla promessa che si sono fatti lui e Rufy quando si son dovuti separare...

I momenti di riflessione di Shanks vengono subito interrotti da Aokiji e Akainu che, maledicendo l'arrivo del "Rosso", cercano in tutti i modi di evitare che Rufy possa scappare da Marineford. Aokiji usa l'attacco "Ice Age" per ghiacciare la superficie del mare e Law, che dopo aver ricevuto il cappello da Bagy ha subito dato ordine di immergersi, si trova adesso in guai seri. Anche Kizaru decide di usare il suo potere per impedire al sottomarino di Law di sfuggire, creando un specie di "bolla di luce" nel cielo che spara, a gran velocità, una miriade di "proiettili di luce" che vanno ad immergersi nelle profondità marine. Il sottomarino di Law sembra scansarli ma, di fatto, non si capisce se l'imbarcazione ce l'abbia fatta o meno a sfuggire a quest'ultimo, terribile, attacco. Kizaru stesso ammette però che, se anche questa volta Rufy è riuscito a sfuggire alla morte, vuol dire che la sua fortuna è davvero enorme e quindi, per il momento, dovranno riconoscere che hanno fallito su tutta la linea...

Boa Hancock ordina ai marinai che stanno sulla sua nave di inseguire il sottomarino di Law e questi, ovviamente, cercano di spiegare all'affascinante "piratessa" che è impossibile rintracciare la scia di un sottomarino. Ma Boa non vuole sentire ragioni e, usando la sua bellezza, ordina agli ammaliati marinai di inseguire lo stesso la nave perché lei, essendo una Shichibukai, ha il dovere di inseguire Rufy e di porre fine alla sua esistenza. I marinai obbediscono ciecamente agli ordini di Boa anche se, dubbiosi, non sanno che direzione prendere...

Intanto Bagy scopre che la mappa del tesoro che Shanks gli ha promesso non esiste e, ovviamente, inveisce contro il suo ex compagno (che, invece, è abbastanza divertito). I pirati che seguivano Bagy notano il "coraggio" che il loro capitano sta dimostrando nel parlare così ad uno dei quattro imperatori dei pirati e, ammaliati, decidono che lo seguiranno ovunque egli andrà (ovviamente non sanno che Bagy e Shanks sono stati compagni). E, mentre Bagy cerca di capire come fare ad andarsene da Marineford, Shanks ordina a Marco di non appoggiare ulteriormente quest'inutile lotta e di ritirarsi. Ma il primo ad andarsene è Mihawk che, pur essendo un rivale di Shanks, ricorda ai Marines che il loro accordo era di combattere contro Barbabianca e quindi, con "Il Rosso", lui non ha niente a che fare...

Shanks, ottenuto un po' di silenzio, riesce quindi a comunicare con tutti i presenti e, chiedendo a tutti di riporre le armi, esorta quelli che ancora hanno voglia di combattere a vedersela con lui! Il primo a cui chiede se ancora ha la forza per combattere è Barbanera che, facendo finta di essere soddisfatto di quello che ha ottenuto, dice alla sua ciurma di ritirarsi. Incassato il "no" di Barbanera, Shanks chiede a tutti di cogliere al volo l'occasione che gli sta offrendo: finire la guerra e salvare quel po' di onore...

Oda ci mostra, grazie ad alcune tavole "mute", la devastazione che questa guerra ha prodotto comprendendo, ovviamente, le due morti "illustri" che la battaglia di Marineford ha provocato. Tutti, Marines e pirati, sembrano aver colto il messaggio che Shanks ha veicolato e, distrutti nello spirito e nel corpo, in molti lasciano cadere le loro armi...

Shanks ha ottenuto quel che voleva ma, "Il Rosso", ha ancora una richiesta: potersi occupare egli stesso della sepoltura di Ace e Barbabianca. Secondo il pirata, i loro corpi sono stati esposti ad un "martirio mediatico" e, lasciarli li, equivale ad una vera e propria "brutalità". Alcuni Marines si oppongono a questa richiesta perché, esibendo le teste di Ace e Barbabianca davanti al mondo intero, possono dimostrare di aver ottenuto una vittoria schiacciante. Ma Sengoku frena i deliri di onnipotenza dei suoi sottoposti e, assumendosi la responsabilità della sua decisione, accetta la proposta di Shanks! I Marines sono un po' insospettiti ma Sengoku, sicuro d'aver fatto la scelta giusta, ordina immediatamente ai suoi uomini di prendersi cura dei feriti, annunciando così la fine della "Guerra di Marineford"!

Spoiler capitolo 581:

La Marina, usando i potenti mezzi mediatici a disposizione, comunica al mondo intero che la battaglia di Marineford si è conclusa con la loro vittoria. La notizia fa il giro del globo e, ovviamente, anche le altre Supernove vengono a sapere della sconfitta di Ace e Barbabianca...

E, al "riparo" su ognuna delle loro navi, i pirati si lasciano andare ad alcune considerazioni personali: se per Drake quest'evento è riuscito a cambiare anche il modo di pensare della Marina, per un eccitatissimo Kidd questa è sicuramente l'occasione migliore per sbarcare in questa nuova "era dei pirati". I restanti, chi più e chi meno, hanno preso la notizia in maniera abbastanza univoca mentre Basil Hawkins, sempre impegnato a vedere il futuro con le sue carte, non capisce perché i tarocchi gli stanno comunicando che Rufy "sopravviverà sempre"...

Ma è la morte di Barbabianca quella che fa più notizia e, se da un lato i pirati festeggiano per la conferma che l'enorme pirata gli ha dato poco prima di morire ("Il One Piece esiste!"), dall'altra parte i Marines sono soddisfatti per aver vinto una così importante battaglia. Ovviamente, morto Barbabianca, i primi "usurpatori" iniziano a farsi largo e, su di un isola, apprendiamo che anche un certo Barbamarrone è intenzionato a entrare "di prepotenza" in questa nuova era...

Nel frattempo Boa, che ha chiesto ai Marines di inseguire la nave di Law, ha trasformato tutti i marinai in pietra ed ha mandato il suo serpente dal giovane pirata per comunicargli il suo supporto. Law e Boa si incontrano e, finita l'operazione, il giovane pirata/chirurgo dice alla donna che le condizioni di Rufy sono disperate ma, al momento, sotto controllo. Purtroppo persino Law non sa se Rufy riuscirà a sopravvivere e questo, per Boa, è davvero un duro colpo...

Arriva anche Ivankov che, insieme a un po' di pirati, è riuscito a raggiungere la nave di Boa. Il rivoluzionario viene immediatamente avvertito delle condizioni di Rufy ma, a quanto pare, Ivankov nutre davvero tanta fiducia nel ragazzo che, secondo lui, sopravviverà sicuramente. A questo punto Boa decide di prendersi lei stessa cura di Rufy, cercando di portarlo in un posto dove il ragazzo possa ristabilirsi senza problemi...

Intanto, curatosi delle ferite riportate, Sengoku chiede informazioni su quanto sta succedendo ad Impel Down e, purtroppo, le informazioni in loro possesso non sono per niente buone: molti dei prigionieri del livello sei sono evasi e, al momento, non riescono nemmeno a comunicare con Magellan. Questo manda su tutte le furie Sengoku che, ovviamente, sa bene che al livello sei di Impel Down si trovano i prigionieri più pericolosi del mondo...

Intanto Gekko Moria è stato attaccato dai Pacifista che, sotto ordine di Doflamingo, hanno scaricato il loro arsenale addosso all'enorme pirata. Moria chiede a Doflamingo chi gli ha dato l'ordine di ucciderlo e il pirata, ridendo come sempre, gli dice di "pensare in alto"...

Spoiler capitolo 581 di One Piece
Spoiler capitolo 581 di One Piece
Spoiler capitolo 581 di One Piece
Spoiler capitolo 581 di One Piece

via | Mangahelpers

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: