Graphic Novels - Blankets di Craig Thompson

BlanketsBlankets, capolavoro di Craig Thompson, potrebbe tranquillamente apparire anche nella neonata rubrica Grandi Classici. Questo perché, pur essendo stato pubblicato non molti anni fa (2003), è già considerato tra le più belle graphic novels mai scritte. Non si tratta di una lettura facile o leggera. A partire dalla mole, ben 600 pagine, Blankets incute timore.

Craig Thompson, parlando dell'idea iniziale che ha portato alla creazione di Blankets, ha sempre detto che il suo desiderio era di raccontare le sensazioni che si provano nel dormire per la prima volta accanto a qualcuno. Il racconto si configura come un vero e proprio romanzo di formazione autobiografico, che parte dall'infanzia ed accompagna il protagonista fino alla soglia dell'età adulta. Un racconto che ha il ritmo vero della vita vissuta. Se si dovesse indicare un unico pregio, si direbbe di sicuro l'assenza di forzature.

Il lettore viene accompagnato nella storia per gradi, vivendo in prima persona le vicende del giovane Craig. Costruito su flashback a partire dall'età adulta, Craig rivive così le fasi essenziali della sua esistenza, a partire dal rapporto con il fratello Phil. Un modo per confrontare quel che è diventato con quel che era, alla ricerca di quelle esperienze che l'hanno formato e ne hanno plasmato la crescita. I temi sono quelli tipici di ogni ragazzino che affronta per la prima volta il mondo: il diventare grandi, la scoperta dell'amore, il sesso.

Craig e Phil vivono una vita normale, in una realtà filtrata dal retaggio evangelista della loro famiglia. Il rapporto tra i due è quello che ogni fratello ha vissuto nella vita reale, fatto di litigi, incomprensioni ma profondo amore. Finché il liceale Craig non va in vacanza con la parrocchia, incontrando Raina, che cambierà completamente il suo modo di vedere la vita e rapportarsi col mondo. L'effetto generale è di una narrazione in bilico tra onirico e reale, accentuato dalle scelte grafiche e dal continuo utilizzo del flashback.

Tutto in Blankets concorre a realizzare un'opera di intensa commozione, pur senza scadere nel melenso o nel banale. Si racconta la banalità dell'esistenza, ma paradossalmente la si rende speciale proprio per la scelta di raccontarla. Craig non pretende di essere speciale, ma noi leggendo ci accorgiamo che in parte lo è. Merito dell'autore, capace di trattare la materia autobiografica con rigore e stile. Una sorpresa data la sua giovane età (classe 1975).

Blankets è uscito nel 2004 negli Stati Uniti, ed è subito stata indicato dal magazine Time come una delle dieci graphic novels in lingua inglese più importanti di tutti i tempi. Un riconoscimento importante, che si aggiunge ai premi materiali: tre Harvey Awards, due Eisner Awards, due Ignatz Awards e un Prix de la critique. Un palmares che pochi possono vantare. In Italia Blankets è proposto da Coconino Press a 29,00 euro con le seguenti caratteristiche: 17x24 cm, 592 pp. bianco e nero, brossurato con sovracoperta. Acquisto non solo consigliato, ma quasi obbligatorio.

Blankets di Craig Thompson
Blankets di Craig Thompson
Blankets di Craig Thompson
Blankets di Craig Thompson
Blankets di Craig Thompson

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: