Cosplay Tips & Tutorials: intervista ad Anna Sances alias Atra Cosplay

Scenografa e costumista, la nota cosplayer dai molti talenti ci racconta la creazione del suo abito dell'imperatrice Augusta Vradica - Seth Nightroad di Trinity Blood

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Giugno: siamo alle porte dell'estate che - finalmente - sembra essere arrivata. Fra un mese si terrà la nona edizione di RiminiComix (nella mia personale Top 3 delle fiere a cui non mancare assolutamente), subito dopo si disputerà a Nagoya il World Cosplay Summit (di cui avremo modo di parlare prossimamente)...e poi sarà già ora di preparare i costumi per Lucca Comics & Games 2013. Come vola il tempo....

E se siete fra quanti amano cimentarsi nella creazione artigianale dei propri costumi, allora sarete - suppongo - interessati alla lettura della nostra rubrica, che questa volta ospita Anna Sances, nota cosplayer di adozione milanese, pluripremiata, finalista Otaku House Cosplay Idol nel 2011, finalista italiana Cosplay City Cup 2013....

Chi è Atra Cosplay


Benvenuta su Comicsblog! Presentati per i nostri lettori: chi sei, da dove vieni, cosa fai di bello....

Ciao! Mi chiamo Anna, altrimenti conosciuta come Atra, e sono una cosplayer. Ho studiato all'Accademia di Belle Arti di Palermo, laureandomi come decoratrice. Dai tempi dell'accademia è nata la mia passione per il costume, disegnare e realizzare personaggi, dal progetto grafico alla creazione di ogni singola parte. In quel periodo vinsi anche il Sannio Film Festival con dei bozzetti per i costumi di Sogno di una Notte di Mezza Estate. Poi ho continuato gli studi accademici, prendendo una laurea di secondo livello e specializzandomi presso l'Accademia di Belle Arti di Brera in costume e scenografia per il teatro. Di recente ho voluto ampliare le mie capacità con un corso di effetti speciali per il make up presso l'Accademia del Teatro Alla Scala.


Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Un po' secchiona però, eh?!
Uhm si e no. Non ho mai studiato molto, mi annoiava. Però ero un portento in laboratorio e nell'arte della chiacchiera! (Doti che non sono state apprezzate nel mio unico esame di scenografia, purtroppo!) Comunque mi sono laureata con voti ben dignitosi, lo ammetto, compresa l'ultima mia tesi di specializzazione, il cui soggetto ero io stessa (l'argomento era il cosplay).

Mica da tutti fare una tesi su se stessi!
Uhm no, penso solo io e Tony Stark!

Atra e il cosplay


Come sei arrivata al cosplay, quando hai cominciato, con quale costume e perché?

Pratico questo hobby dal lontano 2001. La mia prima volta è stata al Lucca Comics & Games. Cominciai con l'angelo organico Alexiel da Angel Sanctuary perchè una mia amica mi convinse a provare questa cosa chiamata cosplay. Eravamo entrambe appassionatissime della serie...e - in un'epoca in cui internet non era ancora arrivato al massimo splendore - ci sentivamo tramite lettera e ci scambiavamo disegni e fan art. Incontrarci a Lucca nei panni dei personaggi che disegnavamo e dei quali scrivevamo, era un passo da fare assolutamente.

E così ti sei innamorata di quest'hooby e non hai più smesso…..qual'è stata la tua prima sensazione da cosplayer, a Lucca?
Tremenda ma piacevole.

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

In che senso?
Un sacco di persone sconosciute che mi fermavano perché avevano riconosciuto il personaggio, mi fotografavano.... Tutto sembrava diventato una grande festa, ci si soffermava a chiacchierare come se ci si conoscesse da sempre... E tutto solamente perchè vestivamo i panni di personaggi provenienti dalla stessa serie! Anche se devo ammettere che i complimenti dell'epoca non erano certamente riferiti alla manifattura dell'abito - che era piuttosto scarsa - ma, spesso e volentieri, al fatto che fosse piuttosto succinto, con uno spacco che continuava ad ampliarsi ed una scollatura vistosa.

E poi sono cominciati ad arrivare i riconoscimenti ed i premi...
E' stato parecchio tempo dopo. Mi sembra nel 2007 ho vinto il mio primo cosplay contest (come Miglior Maschile!) nei panni di Mana versione Moi Dix Mois. Di Mana ho portato parecchie versioni, ora è da un paio di anni che non indosso quelle vesti in una gara. E' un personaggio che indubbiamente mi ha dato molte soddisfazioni. Oserei dire che un personaggio tanto costruito, vestito, truccato (e comunque pur sempre un personaggio maschile) mi ha dato più soddisfazioni di quante possano averne tante cosplayer mezze nude...

Tu sei fra quanti amano farsi tutto da soli….perchè?
Eh sì, faccio tutto da sola. Vedo un personaggio, me ne innamoro e costruisco il nostro rapporto facendo entrambe le parti. In realtà ne parlavo giusto oggi con un'amica che è rimasta stupita dalla mia affermazione: "io odio cucire! Ma non ci sono sarte che possano fare i miei costumi!" Secondo me quando piace qualcosa, soprattutto in questo hobby, quando trovi il personaggio che ti colpisce, senti come una sorta di frenesia, l'impellenza di vestire ed interpretare sul palco quel personaggio! Certo, i tempi tecnici dello studio della figura, della ricerca dei materiali, i tempi di attesa della consegna dei materiali, quelli necessari alla realizzazione, quelli della preparazione dell'esibizione, ecc... sono interminabili rispetto al minuto di esibizione sul palco. Però allo stesso tempo è avvincente! E' una ricerca continua ed una lotta contro sè stessi per rendere reale quello che è poco più di un'idea astratta, un'immagine in fin dei conti idealizzata. Perchè il personaggio è un personaggio ideale, visto che viene percepito in modo diverso da ognuno di noi, trasmettendo ad ognuno sensazioni diverse. Il realizzarlo da sé significa trasmettere anche agli altri questo tipo di emozioni e passioni! Ovviamente ciò comporta un tempo lungo ed imprecisato e mi impedisce di indossare i panni di millemila personaggi diversi, come alcune colleghe cosplayer che se li comprano possono fare... ma penso che i miei costumi, da quel punto di vista, abbiano qualcosa in più!

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Il costume che ti ha portato via più tempo e quello che ti ha dato maggiori soddisfazioni?
Mah, ci sono diversi tipi di soddisfazioni: quelle che arrivano sotto forma di premi e quelle che ci vengono regalate dal riscontro del pubblico. Di certo, in quantità di tempo, i due costumi tratti da Trinity Blood (Seth Nightroad e Calamity Jane) non sono secondi a nessuno. Mana versione Le Ciel mi ha dato grandi soddisfazioni ma anche tormento perchè l'ho realizzato in un momento particolare della mia vita. L'abito di Carmilla (da Vampire Hunter D) l'ho realizzato in occasione della mia prima partecipazione alle selezioni del WCS al Romics...ma è stato sempre impregnato di sfiga. Lady Loki, sebbene inflazionatissima, mi ha dato un magnifico riscontro con il pubblico (è stata apprezzata ed applaudita anche dal suo "papà", il disegnatore Marvel Olivier Coipel n.d.r.). Persino quando portammo il duo J-rock dei Blam Honey, io e la mia storica compagna di cosplay Michela, abbiamo ricevuto i complimenti da Ryonai in persona e le nostre foto furono pubblicate sul suo profilo myspace. Ogni costume, in quanto lavoro sofferto e sudato, porta con sé tante piccole, grandi soddisfazioni, che ripagano di tutto il tempo trascorso nell'imprecare!

In futuro credo mi dedicherò alla realizzazione di altri personaggi Marvel! Forse ho i tratti un po' troppo europei, ma con una buona dose di make-up vorrei realizzare la nuova versione di Tempesta disegnata da Coipel. Secondo me stiamo attraversando un'era particolare, in cui si sente forte il bisogno di supereroi. Già lo scorso anno, quando per la prima volta indossai il costume di Storm (benchè non ne vada fiera) la risposta da parte del pubblico mi ha fatto ricordare le mie prime volte in cosplay, quando ancora la gente si emozionava nel vedere in fiera i propri eroi. Forse, visto che ho studiato per il teatro, sento il bisogno di emozionare la gente e di emozionarmi anche io con loro.

Che cos'è per te il cosplay e cosa pensi in generale di questo mondo?
Il cosplay è divertimento, fatica, aneddoti e piccole grandi soddisfazioni, che ogni tanto fan sorridere. Un giorno anche la mania del cosplay passerà... Qualcuno avrà imparato qualcosa che lo accompagnerà per sempre, qualcun altro - chi invece insegue il sogno del cosplay come fosse un contratto ad Hollywood - capirà che, forse, risparmiare i propri soldi, o investirli in un libretto di risparmio, sarebbe stato meglio. Non c'è un filtro photoshop che aggiusta la realtà!

La creazione del costume dell'Imperatrice Augusta Vradica-Seth Nightroad



Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Parliamo della tua Seth: raccontaci i passaggi salienti della realizzazione, i materiali, la lavorazione...
Prima di tutto ho scelto la versione che preferivo di Seth, e la mia scelta è ricaduta su quella dell'illustrazione del romanzo. L'ho ridisegnata in tutte le sue parti, per cercare di capire come realizzare ciò che - vista la posizione e l'inquadratura del disegno - era celato. Dopo di che ho scelto le stoffe, ho ordinato gli stivali e ho cominciato a scervellarmi su come rendere e realizzare le gemme e le parti in armatura dell'abito. Per le gemme e i vari decori, ho dovuto modellare l'argilla e poi fare una colata in gomma siliconica, così da ricavarne degli stampi e poter realizzare facilmente tutti i pezzi che volevo. Per l'armatura, vista la posizione...rischiava di diventare tutto piuttosto pesante e non sostenibile! Quindi ho dovuto pensare a come rendere ultra leggera l'armatura, rimanendo allo tesso tempo fedele all'illustrazione. L'armatura l'ho realizzata con la gomma EVA e del lamierino sbalzato e poi verniciato con la vetroresina. La medesima resina l'ho utilizzata anche per le gemme e parte dei decori. La colorazione è stata fatta tutta a pennello, in tre colori diversi, per accentuare l'effetto dello sbalzo come nella stessa illustrazione e, allo stesso tempo, per renderlo ancora più tridimenzionale, visto che i pezzi di metallo tendono sempre a sembrare più finti di quanto non siano in realtà! La parte che ho amato di più di quel costume sono stati gli stivali ed il giga cappello. Gli stivali li ho ordinati e li ho modificati in modo che sembrassero avere un risvolto e dei bottoni; poi, sempre con la gomma EVA ho fatto le parti in armatura.

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Per quanto riguarda le stoffe e i pizzi usati, nemmeno quelli sono stati una scelta semplice. Sebbene spesso nelle foto sembri più azzurro che verde, l'abito è verde. E siccome stiamo parlando di un'imperatrice, ho pensato che la parte dello strascico, che è bianca, poteva essere realizzata con un tessuto prezioso. Per questo motivo ho scelto di non utilizzare un tessuto liscio bianco (diciamo che mi sono permessa una licenza poetica, pur rimanendo in stile con il personaggio e in linea con il suo alto rango) dandogli delle connotazioni più realistiche. Il corpetto sarebbe dovuto essere rigido, in molti me l'hanno fatto notare, lo so. Non è stata una mia mancanza, in realtà stavo progettando l'accessorio sulla schiena (che non ho mai completato) e per non essere totalmente impossibilitata a respirare e a muovermi, optai per un pvc di quello pesante, che poi ho dipinto come il resto dell'armatura ed ho decorato con il pizzo e le gemme come da illustrazione... Nell'insieme mi è sembrata una scelta piuttosto buona, vista anche la posizione del personaggio nell'illustrazione, posizione che sarebbe naturalmente impossibile se indossasse un corpetto di metallo.

(Le immagini qui sopra sono solo una parte della gallery tutorial. Per vederle tutte, cliccate qui)

Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad
Atra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth NightroadAtra Cosplay e la creazione del cosplay di Seth Nightroad

Atra oltre il cosplay


Oltre al cosplay hai un altro hobby....

Sì, le ball joint dolls. Non sono una vera e propria collezionista, visto che non ne ho un gran numero. La mia passione vera e propria è la loro customizzazione: scelgo il personaggio che diventeranno, il modello della bambola, il corpo, la testa, il colore della pelle, degli occhi e dei capelli... e le dipingo facendone venir fuori i chiaroscuri dell'incarnato e l'espressività del volto, per poi vestirle di conseguenza e farle diventare i miei modelli nelle foto che amo contestualizzare con l'ambiente esterno, giocando sul loro realismo.

Cosa vuoi fare da grande?
Quando diventerò grande vorrei avere il mio posticino nell'industria del cinema, e continuare ad alimentare la macchina dei sogni!

Grazie mille, Anna, per la simpatia e la disponibilità! Complimenti e un grandissimo in bocca al lupo per il tuo futuro!

Le foto a corredo dell’articolo provengono dal profilo Facebook di Anna e dalla sua pagina Atra Cosplay. Tutti i diritti sono riservati agli autori degli scatti.

  • shares
  • Mail