Le grandi parodie Marvel in un volume di Skottie Young & Elliott Kalan

Skottie Young & Elliott Kalan presentano in Italia le loro parodie raccolte nel volumetto Le grandi parodie Marvel.

thor

Panini Comics è stanca della violenza, delle tragedie, dei grandi conflitti che hanno messo in ginocchio il Marvel Universe. Siamo in primavera, l'estate non tarderà ad arrivare e quindi si inizia a percepire quel bisogno generale di leggere storie allegre, spensierate, che fanno sorridere e rilassare il cervello dopo un lunghissimo e travagliato periodo. Si è chiusa la grande saga Avengers Vs X-Men, la Fenice non è più un problema e, finalmente, è arrivato il momento per ripensare a tutti quei cupi momenti senza paure e preoccupazioni. Skottie Young & Elliott Kalan hanno trovato la giusta formula per premiare gli appassionati dei fumetti della casa delle idee e Panini ha deciso di svelare in Italia le loro fatiche in un apposito volume intitolato Le grandi parodie Marvel che contiene le storie originali A-Babies VS. X-Babies e Shame Itself (fumetto disponibile dal 23 maggio 2013).

Innanzitutto tenete ben in mente che questo fumetto non ha nulla a che fare con Avengers Vs X-Men e Fear Itself, poiché le storie proposte sono completamente slegate dalla continuity narrativa. Il primo obiettivo de Le grandi parodie Marvel è quello di prendere in giro le due grandi saghe. Nel primo capitolo conoscerete gli X-Bimbi che si scontrano con i Vendicatori superdeformed per il destino dell’Orsacchiotto Bucky. Nella seconda parte di questo circo del divertimento ecco spuntare i talenti del panorama indipendente che inscenano Shame Itself – Il potere della vergogna! Non aspettatevi un capolavoro, ma sicuramente ringrazierete gli autori perché di questi tempi i sorrisi sono roba rara ed è ancora più bello poterli fare attraverso una lettura legata al grande universo Marvel.

Altre caratteristiche del volume Le grandi parodie Marvel: 17x26, B., 48 pp., col, prezzo: € 3.00. Testi di Skottie Young & Elliott Kalan, e disegni di Gurihuru & Clayton Henry.

  • shares
  • Mail